5 passaggi per l'implementazione delle linee guida complete per la valutazione delle minacce scolastiche (CSTAG)

Le scuole americane affrontano un'epidemia di violenza da e contro i loro studenti. Uno studio del governo del 2019 lo ha rilevato 7% di studenti delle scuole superiori ha riferito di essere stato minacciato o ferito con un'arma. Nello stesso anno, 5% di studenti di età compresa tra 12 e 18 anni ha riferito di aver temuto danni fisici durante la scuola. Non sorprende quindi che, nel corso dell'anno, quasi la metà delle scuole americane abbia denunciato alla polizia un incidente per danni agli studenti.

Con la pandemia che aggrava l'esistente crisi di salute mentale degli studenti, è più urgente che mai che le scuole si assicurino di essere preparate a identificare e mitigare le minacce alla sicurezza degli studenti prima che si verifichino danni. Per aiutare le scuole a farlo in modo efficace, Lightspeed Systems® ha invitato il professor Dewey Cornell, direttore del progetto Youth Violence presso l'Università della Virginia, a discutere il suo approccio rivoluzionario alla valutazione delle minacce per gli studenti: il Linee guida complete per la valutazione delle minacce scolastiche (CSTAG). 

La cronologia delle valutazioni delle minacce

Sulla scia del massacro di Columbine, l'FBI ha indagato sulle sparatorie nelle scuole nella speranza di scoprire cosa avevano in comune incidenti apparentemente non correlati. Quello che l'agenzia ha trovato è quello gli studenti che hanno commesso violenza lo hanno fatto solo dopo mesi di comportamento problematico—e, soprattutto, che gli studenti manifestassero comportamenti simili prima di ferire gli altri.

colpo alla testa di Dewey Cornell
Dewey Cornell
Direttore del Progetto Violenza Giovani
Università della Virginia

Questa scoperta implicava che alcuni comportamenti potessero essere correlati alla violenza. Pertanto, le scuole in grado di rilevare quei comportamenti in uno studente potrebbero intervenire prima che si verificasse un danno. Mentre l'agenzia ha lavorato con le scuole per identificare questi comportamenti, sono state determinate a evitare di reagire in modo eccessivo e insufficiente alle minacce che percepivano.

Mentre il rischio rappresentato da una reazione insufficiente è ovvio, il rischio da una reazione eccessiva era meno evidente ma, secondo il dottor Cornell, non meno reale. Ha raccontato la storia di un giovane studente che ha rosicchiato il suo Poptart a forma di pistola e, dopo averlo brandito contro altri studenti, si è ritrovato sospeso. "Questo ragazzo non rappresentava un serio rischio di violenza", ha detto il dottor Cornell, "ma la sospensione può avere un impatto davvero devastante sull'istruzione di un giovane".

Motivo in più, ha spiegato, per garantire che le scuole siano accurate nelle loro valutazioni delle minacce. 

Come CSTAG aiuta le scuole a proteggere gli studenti

Nel 2001, il dottor Cornell ha lavorato di concerto con l'FBI per trasformare le loro indagini sulle sparatorie nelle scuole nelle Linee guida per la valutazione delle minacce scolastiche complete (CSTAG). Dopo aver testato sul campo questo sistema di valutazione delle minacce in 35 scuole, il Dr. Cornell ei suoi colleghi hanno sviluppato un albero decisionale per distinguere le minacce transitorie da quelle sostanziali e quindi anche fornire una guida ai distretti sul modo migliore per intervenire.

Il nucleo di CSTAG è un processo in cinque fasi che i team di valutazione delle minacce degli studenti nelle scuole eseguono dopo aver segnalato una potenziale minaccia.

Passaggio 1: valuta la minaccia. I membri del team raccolgono quante più informazioni possibili sulla minaccia, inclusa la natura della minaccia, la storia dello studente e il contesto in cui è emersa la minaccia.

Passaggio 2: tentare la risoluzione di una minaccia temporanea. Il team segue un albero decisionale per determinare le minacce transitorie separate da quelle sostanziali. Se transitorio, il team si riunisce con gli studenti coinvolti per discutere e risolvere la minaccia.

Passaggio 3: intervenire in una minaccia sostanziale. In questa fase, il team considera le minacce in cui lo studente sta dimostrando un intento reale. Il distretto quindi interviene, spesso sotto forma di consulenza o mediazione dei conflitti.

Passaggio 4: condurre una valutazione approfondita della sicurezza. In questa fase, i team stanno affrontando minacce che considerano minacce sostanziali molto gravi. Le scuole possono ora intervenire sospendendo gli studenti in attesa di uno screening della salute mentale e possibilmente impegnando le forze dell'ordine. Il team di valutazione delle minacce svilupperà anche un piano di sicurezza che riduca i rischi e soddisfi le esigenze degli studenti.

Passaggio 5: implementare e monitorare il piano di sicurezza. Il team implementa il piano di sicurezza sviluppato nelle fasi precedenti del processo. Il distretto controlla lo studente e lavora per migliorare la situazione alla base della minaccia originaria.

 

Formazione CSTAG, disponibile a livello nazionale (anche online all'indirizzo www.schoolta.com), sta rapidamente diventando lo standard nazionale nella valutazione delle minacce. I distretti di tutto il paese, inclusi tutti i distretti della Florida, utilizzano il metodo CSTAG e sempre più distretti lo adottano.

Come mai? Perché il modello funziona. Guarda le statistiche dei distretti che hanno implementato CSTAG. Gli amministratori hanno riscontrato che:

  • Più di 99% di minacce agli studenti non vengono eseguite
  • Solo l'1% degli studenti viene espulso o arrestato dopo che una minaccia è stata segnalata
  • Le risorse di consulenza per gli studenti vengono utilizzate più spesso rispetto a prima dell'implementazione del metodo CSTAG
  • Amministrazione, docenti, genitori e studenti segnalano un clima scolastico più positivo
  • Gli studi non rilevano iniquità razziali nelle azioni disciplinari

È particolarmente importante notare come molte minacce valutate non portino ad azioni disciplinari ma alla fornitura di servizi di supporto essenziali. "Nessun giovane nasce violento o è destinato a essere violento", ha sottolineato il dottor Cornell.

grafico che mostra i dati della ricerca CSTAG

“C'è sempre una combinazione di fattori sociali, familiari e psicologici dietro la violenza. Con il senno di poi, puoi spesso vedere come si sarebbe potuta prevenire la violenza, quindi l'idea di base della valutazione delle minacce è aiutare le persone in difficoltà".

Come la tecnologia può aiutare con la valutazione delle minacce degli studenti

La tecnologia può aiutare i distretti a proteggere gli studenti e le comunità che contano sulle scuole per proteggere i propri figli dal male. Poiché l'FBI ha stabilito che la maggior parte degli studenti suggerisce comportamenti minacciosi attraverso la loro attività online, i distretti dovrebbero monitorare l'attività online degli studenti per potenziali rischi per la sicurezza. In effetti, in un'analisi condotta dai servizi segreti statunitensi, 74% di tiratori scolastici mostravano indicatori online prima dell'attacco.

Con i social media in tempo reale e la scansione della posta elettronica e l'integrazione con le funzioni di chat tra cui Microsoft Teams, sofisticati software di sicurezza online per le scuole come Lightspeed Alert ™ di Lightspeed Systems® offre ai team IT, ai consulenti e ai dirigenti scolastici una visibilità diretta sugli indicatori online di comportamenti degli studenti potenzialmente pericolosi o dannosi.

Lightspeed Alert può essere un componente fondamentale nei piani di sicurezza degli studenti e nella prevenzione dell'autolesionismo, del suicidio e della violenza scolastica. Quando viene rilevata una minaccia, gli amministratori distrettuali e gli specialisti della sicurezza Lightspeed formati vengono avvisati immediatamente come indicato dai loro protocolli di valutazione delle minacce. Ciò significa che i distretti possono essere certi di intervenire tempestivamente e in modo appropriato prima che si verifichi un incidente. Il sistema conserva in modo sicuro le registrazioni della storia di uno studente e la cronologia degli incidenti, che possono fungere da documentazione fondamentale per gli sforzi di follow-up del distretto per affrontare la salute mentale ed emotiva degli studenti.

Per saperne di più sul Dr. Cornell e sulle Linee guida per la valutazione completa delle minacce scolastiche, guarda il nostro webinar gratuito.

Per garantire che il tuo distretto sia avvisato di potenziali minacce al benessere degli studenti prima che si verifichi un incidente, programma una demo oggi per scoprire come Lightspeed Alert può proteggere i tuoi studenti.

Ulteriori letture

screenshot su desktop e dispositivi mobili per software di apprendimento a distanza

Ecco una demo, su di noi

Stai ancora facendo le tue ricerche?
Aiutiamoci! Pianifica una demo gratuita con uno dei nostri esperti di prodotto per ottenere rapidamente una risposta a tutte le tue domande.

uomo seduto alla scrivania sul laptop che guarda il cruscotto del filtro Lightspeed

Ben tornato!

Cerchi informazioni sui prezzi per le nostre soluzioni?
Facci sapere i requisiti del tuo distretto e saremo lieti di creare un preventivo personalizzato.