Guarda un webinar

Come i distretti possono combattere le crescenti minacce scolastiche

Leggi la trascrizione

Cindy Corey (00:00:01):

Ciao a tutti. Buon pomeriggio. Grazie mille per esserti unito a noi oggi. In collaborazione con Lightspeed Systems, siamo lieti di presentarvi questa conversazione su come i distretti possono combattere le crescenti minacce scolastiche. Abbiamo un sacco di ottimi contenuti, un'ottima conversazione. Quindi andremo subito dentro. Coppia articoli per la pulizia. Registreremo l'evento, quindi riceverai un link alla tua email entro 24 ore. Puoi anche inserire domande in qualsiasi momento. Ci arriveremo in un certo senso durante la discussione moderata, se possiamo, o avremo una sessione di domande e risposte alla fine, se non arriviamo a quelle domande. E poi avremo solo pochi minuti per esaminare sia la soluzione Raptor che Lightspeed Systems. Quindi, per iniziare, voglio presentare il nostro fantastico pannello.

Cindy Corey (00:00:52):

Quindi abbiamo il capo Frank Kitzerow, è il presidente dell'associazione nazionale dei capi di polizia delle scuole e dei campus. Il capo Kitzerow è l'ex capo della polizia e degli specialisti della sicurezza scolastica del dipartimento di polizia del distretto scolastico della contea di Palm Beach ed era responsabile della sicurezza nel decimo distretto più grande degli Stati Uniti. E questo è composto da 187 scuole, quasi 200.000 studenti e oltre 20.000 dipendenti. Il capo Kitzerow ha più di 40 anni di esperienza nelle forze dell'ordine, di cui 18 come capo della polizia di successo. Nel nostro panel si unisce anche la dott.ssa Amy Grosso. È la direttrice della salute comportamentale al Round Rock ISD in Texas. Il dottor Grosso è il primo direttore della salute comportamentale presso Round Rock ISD. E in quel ruolo, supervisiona i programmi per gli studenti che sono in crisi oa rischio a causa di depressione, dolore, ideazione suicidaria, rabbia, abilità sociali inadeguate, comportamento dirompente o qualsiasi problema familiare. È anche presidente del consiglio per la sezione centrale del Texas della Fondazione americana per la prevenzione del suicidio. Quindi siamo molto grati di avere questi due fantastici relatori per la conversazione di oggi. E anche il moderatore è David Rogers, chief marketing officer di Raptor Technologies. Quindi, con questo, te lo passo, David.

David Rogers (00:02:17):

Tutto bene. Grazie, Cindy. Quindi grazie a tutti per esservi uniti a noi oggi. Quindi proprio subito, intendo il dottor Grosso, il capo Kitzerow, sai, abbiamo visto molte cose interessanti che sono successe quest'anno e quest'anno scolastico. E in realtà il dottor Grosso, mentre stavamo parlando l'altro giorno, stavamo dicendo, oh mio Dio, sai, abbiamo un numero senza precedenti di studenti alle prese con problemi di salute mentale e c'è stato questo, sai, un drammatico aumento di minacce violente e comportamenti dirompenti e minacce dei social media. E, e mi hai fatto un commento, era come, beh, non tutto era perfetto prima che arrivasse il COVID. E penso che molte persone stiano cercando di incolpare tutto questo su COVID, ma forse l'ha semplicemente amplificato. E immagino di aver visto uno staff l'altro giorno che diceva che avevamo più scuole chiuse a causa di minacce violente di quante ne avessimo effettivamente a dicembre di quante ne avessimo effettivamente a causa del COVID. Probabilmente non è sicuro in questo momento con tutte le cose su Omicron che stanno succedendo, ma come sono i diversi distretti là fuori? Sai, cosa stanno mettendo a posto? Come stanno affrontando questo? Cosa funziona? Come, come stanno affrontando questo aumento di minacce violente e interruzioni della giornata scolastica?

Dott.ssa Amy Grosso (00:03:35):

Sì. E voglio che ripensiamo a dove eravamo prima del COVID, perché penso che questo sia il nostro confronto migliore rispetto al tentativo di confrontarlo con l'anno scorso. Fino ad ora, sai, quando siamo stati chiusi, ovviamente, abbiamo visto diminuire le minacce, perché nessuno era nei nostri edifici o anche quando avevamo la metà degli studenti non ne vedevamo tanti. E poi devi pensare che abbiamo molti studenti che ottengono sostegno mentre sono in un edificio scolastico: che gli insegnanti li tengono d'occhio, che siamo in grado di vedere segni e sintomi di cose che accadono, se sono una minaccia per gli altri o addirittura una minaccia per se stessi. E quindi, dato che ciò non accadeva per un anno o due anni, per alcuni dei nostri studenti molte cose non sono state affrontate.

Dott.ssa Amy Grosso (00:04:16):

Devi anche guardare a cosa sta succedendo nella società nel suo insieme. Gli adulti si comportano molto meglio di bambini e studenti. E così molte volte, quando diciamo che i comportamenti degli studenti sono fuori controllo e le minacce sono troppo alte, guardiamo anche a cosa stanno facendo gli adulti nella nostra nazione. E stiamo vedendo che si rispecchia. Quindi stanno prendendo molto anche da quello che fanno gli adulti, ma penso che sia qualcosa che le scuole fanno da molto tempo. Sta aumentando il modo in cui supportano gli studenti di salute mentale e come forniscono servizi e li collegano alla comunità. E per me, questa è la cosa più importante. In primo luogo, la formazione, quale istruzione stiamo dando al nostro personale, ai nostri insegnanti in modo che possano cercare quei segnali di avvertimento prima che diventi una crisi in piena regola?

David Rogers (00:05:03):

Bene, abbiamo assistito ad alcuni incidenti davvero interessanti quest'anno e ad alcuni incidenti davvero drammaticamente violenti quest'anno. Alcuni di loro sono stati provocati da alcune di queste sfide sui social media. Abbiamo visto la sfida TikTok e altre simili. Come state affrontando questo tipo di problemi?

Dott.ssa Amy Grosso (00:05:26):

In una varietà di modi diversi, giusto? Una delle cose più importanti che abbiamo visto è come forniamo opportunità agli studenti per essere in grado di segnalare ciò che sta accadendo prima che diventi un problema? Quindi che tipo di sistemi di segnalazione anonimi hai? In che modo hai per raggiungere ed essere in grado di dire, ehi, questo sta per accadere. Oppure i miei amici ne hanno parlato in modo molto anonimo. Penso che per la maggior parte, ci stiamo davvero concentrando sugli studenti che stanno causando molta distruzione, ma nel complesso ci sono molti studenti nel nostro edificio che desiderano un ambiente sicuro e protetto. Quindi, come li aiutiamo a impegnarsi in modo che possano essere parte della soluzione dal momento che non fanno parte del problema?

David Rogers (00:06:07):

Sì. Hai menzionato anche qualcos'altro. Il dottor Grosso ha detto che, sai, neanche i genitori si stanno comportando da soli. Ti ho sentito parlare di questo in passato che, sai, vedi qualcosa che sta accadendo nella comunità, è praticamente garantito. Tornerà a scuola. Come si riflette? Fammi alcuni esempi di ciò che hai visto in passato.

Capo Frank Kitzerow (00:06:33):

Sì. Quindi grazie, David. Apprezzo l'opportunità. Quindi sai, è divertente quando sei nel settore, tanto quanto me, ed essendo un capo della polizia per 18 anni quando ero un capo municipale potevo contare sul fatto che quando le scuole chiudevano per lunghi periodi di tempo c'erano alcune cose che stavano per accadere nella mia comunità. Le mie telefonate di disturbo generali sarebbero aumentate, sai, telefonate di violazione di domicilio, forse piccoli furti, sai, un certo numero di cose diverse, sai, tutte, sai, legate al tipico comportamento adolescenziale e quel tipo di cose. E così, sai, istintivamente sapevamo che sarebbe successo. Ciò che è stato interessante per me è che quando sono diventato capo della polizia scolastica e mi trovavo dall'altra parte dell'equazione, mi è diventato subito chiaro che, poiché le scuole sono un microcosmo delle loro comunità, che in generale, le cose che vedi succedere nella tua comunità molto probabilmente entreranno nelle tue scuole in un periodo di tempo molto breve, sai, se si tratta di un aumento, sai, della violenza delle bande, se, sai, sono risse Qualunque cosa siano, sai, un certo numero di cose che probabilmente inizierai a vedere nelle tue scuole.

Capo Frank Kitzerow (00:07:49):

E penso, sai, i distretti scolastici più progressisti che conosci, per me, quello che stanno facendo davvero funzionando è includere le parti interessate chiave, sai, avere forti collaborazioni con la polizia locale, i genitori. Stanno prestando attenzione agli eventi nella comunità. Stanno anticipando cosa sta succedendo e cosa sta per succedere. E stanno collaborando con persone come, sai, il dottor Grosso, che conosci, che portano una prospettiva completamente nuova alla valutazione delle minacce e alla sicurezza delle nostre scuole: due parti della sicurezza, essere al sicuro e sentirsi al sicuro. E devi realizzare entrambe le cose. E la realtà è che, mi hai sentito dire un certo numero di volte, non ci fermeremo mai per uscire da questo problema. Dobbiamo collaborare, dobbiamo collaborare. E più facciamo le cose che stiamo facendo oggi, penso che andremo avanti e ci aiuteremo a riportarci a una sorta di normalità.

Dott.ssa Amy Grosso (00:08:49):

Oh, dico, ti ho adorato parlare della collaborazione con i genitori e soprattutto mi piacciono le sfide di TikTok e le cose con cui non siamo cresciuti. Come molti di noi genitori in questo momento, non siamo cresciuti con la tecnologia dei nostri studenti. Quindi non lo capiamo nemmeno. Destra. Ad esempio, so cos'è TikTok. Lo uso? Sai, quel genere di cose. E quindi come aiutiamo i genitori a capire cosa c'è là fuori e in cosa sono coinvolti i loro studenti? E poi come parliamo agli studenti di essere responsabili con la loro presenza online? Ho scoperto che tradizionalmente da adulti diciamo ai bambini cosa non fare. Tipo, non farlo, ti fa male. Non farlo. E sappiamo che non funziona con gli studenti quando dici loro di non fare qualcosa. Di solito no. Non è l'approccio che funziona. Quindi, come coinvolgiamo gli studenti in una conversazione sull'essere responsabili e sul loro mondo digitale mentre anche noi adulti stiamo imparando. E se ci pensi, molti degli adulti che sono sui social media e cose diverse, non sono nemmeno grandi esempi. Quindi, come possiamo davvero collaborare con i genitori come educatori per aiutarli a sapere a cosa prestare attenzione e come avere quelle conversazioni?

Capo Frank Kitzerow (00:09:56):

Sì, penso che sia davvero un buon punto, dottor Grosso. Ecco l'altra cosa che vorrei aggiungere: quanti genitori sono disposti a essere coinvolti nella comprensione di cosa stanno facendo i loro studenti? Sai, è stato interessante quando siamo entrati nell'intera faccenda del COVID e stavamo facendo l'apprendimento a distanza, i genitori si sono resi conto di quanto sia difficile l'insegnamento, numero uno. Numero due, hanno capito, ehi, forse non sono all'altezza di tutto questo. E numero tre, alcuni genitori erano particolarmente frustrati e semplicemente non volevano più farlo, essere coinvolti o rimanere coinvolti. Quindi penso che tutti i punti che hai sottolineato siano importanti, penso che per educare adeguatamente i nostri genitori, sai, ci vuole più di una sola entità. La polizia non può farlo, le scuole non possono farlo, ma siamo tutti noi che lavoriamo insieme, sai, e giriamo intorno al tavolo e diciamo, quali sono le migliori pratiche e impariamo gli uni dagli altri mentre scendiamo strada verso la sicurezza scolastica.

Capo Frank Kitzerow (00:10:56):

E quindi penso che tutti i punti che sollevi siano molto importanti. Penso che fondamentalmente quello che dobbiamo fare è convincere i genitori ad essere disposti a impegnarsi e ad andare oltre il livello di frustrazione per dire, ok, cosa posso davvero fare? Come posso aiutare? Quello che sto contribuendo ha importanza? E la risposta è sì. Ed è chi arriviamo a quel punto. Oh, guarda, molti distretti scolastici stanno facendo progressi significativi in questo senso, inclusa la pianificazione della sicurezza. I genitori per la prima volta vengono inseriti nella pianificazione della sicurezza: lo stesso con gli studenti. Quindi penso che siamo sulla strada giusta, ma dobbiamo prestare attenzione ai punti che hai sollevato. Penso che siano davvero eccellenti.

David Rogers (00:11:37):

Sai, toccando un po' di più sulle cose dei social media. Sapete, ce l'avevamo nella nostra zona. Avevamo genitori che avevano paura di mandare i loro figli a scuola, perché i loro figli parlavano loro delle minacce. Abbiamo, lo so, nella zona di Dallas dove ci troviamo, abbiamo fatto arrestare un paio di ragazzi, più di questo. Penso che tre o quattro ragazzini siano stati arrestati perché trasmettevano queste minacce. Sai, pensi che le minacce siano peggiori? O pensi che far tornare i bambini, fare la scuola da casa sia peggio? Quale pensi sia stato, sai, l'impatto emotivo complessivo su questi ragazzi? Quale pensi sia stata la cosa peggiore?

Dott.ssa Amy Grosso (00:12:26):

Sai, io, su quello...

Capo Frank Kitzerow (00:12:27):

Prospettiva…

Dott.ssa Amy Grosso (00:12:34):

Bene, penso che a dicembre il chirurgo generale degli Stati Uniti abbia pubblicato questo rapporto sulla salute mentale degli studenti e su dove siamo e che c'è una crisi di salute mentale. È fantastico, è un lungo reportage, ma ci sono molte cose che possiamo fare. E sai, quello che mi ha davvero colpito e per quello che le scuole possono fare, quello che i genitori possono fare è che, sai, gli studenti hanno bisogno di un ambiente prevedibile molto sicuro, giusto? Hanno bisogno di sapere per il loro benessere mentale. È bello sapere cosa accadrà domani. E se pensi a cosa è successo negli ultimi due anni, molto del futuro non è prevedibile, giusto? Tutto è stato in continuo mutamento, tutto è stato, andremo a scuola? Non lo siamo? E poi penso che continui quando accadono minacce. Poi va a palle di neve, giusto? Tipo, oh mio Dio, ho sentito questo gioco del telefono. E poi, sai, una minaccia che abbiamo ricevuto, in realtà era qualcosa che è successo in un altro distretto scolastico. E qualcuno ha messo su TikTok una foto che non era nemmeno il nostro distretto scolastico. E così va a palle di neve perché penso che ci sia questa paura comune dell'imprevedibilità che sta accadendo nella nostra società, che sappiamo non è per la salute mentale di nessuno.

Capo Frank Kitzerow (00:13:38):

Sì. Quindi, facendo seguito a ciò che aveva detto il dottor Grosso, sai, penso che uno dei componenti chiave di questo. Sai, è difficile distinguere tra ciò che rappresenta una crisi per una particolare famiglia o genitore, sai, potrebbe essere COVID, potrebbe essere una serie di cose. Penso che fondamentalmente ciò che aiuta davvero in questo senso, tuttavia, è che i distretti scolastici hanno l'obbligo di essere proattivi nelle loro comunicazioni. Se sono un genitore a casa e sto cercando di prendere una decisione, è davvero una minaccia? Perché quello a cui stiamo fondamentalmente cercando di arrivare qui, sai, sono le persone che minacciano o rappresentano davvero una minaccia? E quindi se sono un genitore e sto cercando di deciderlo, e sto guardando tutte queste cose accadere su TikTok e beh, dove vado?

Capo Frank Kitzerow (00:14:27):

Voglio dire, come ottengo le informazioni per prendere una decisione informata? E quindi penso fondamentalmente quando i distretti scolastici prendono l'iniziativa di uscire di fronte a una situazione per fornire informazioni ai genitori, per dare loro un posto dove possono andare a scoprirlo, per fornire quel tipo di risorse che, sa, il dott. Grosso parlava un paio di minuti fa. Sai, educare i nostri genitori: sono loro che sono bloccati in questa arena di dover capire cosa fare. E quindi se fanno costantemente affidamento sui social media, beh, sai, non tutto ciò è reale. E allora dove vai? Quindi penso che il pezzo di comunicazione sia estremamente importante per i distretti da considerare e diventare quella risorsa per i tuoi genitori e aiutarli a prendere decisioni informate. E poi, indipendentemente da quale sia la sfida, ti sta arrivando. I genitori hanno una risorsa su cui possono contare.

Dott.ssa Amy Grosso (00:15:28):

Andare avanti. Io dico, mi piace che tu ne parli. Dico sempre che il tempo per parlare di crisi non è nel mezzo di una crisi. Quindi le nostre scuole nei nostri distretti devono davvero essere proattive per informare i genitori in una situazione di crisi. Questo è il modo in cui comunicheremo con te. Quindi è già noto e ne abbiamo parlato quando le emozioni non sono aumentate. Perché quando le emozioni sono intensificate, a volte è come, posso davvero fidarmi di quello che stanno dicendo? Ma se parliamo durante quei tempi non di crisi, allora mi rendo conto che c'è una procedura, c'è un modo in cui gestiamo le cose. È la stessa cosa aiutare i genitori a capire. Qual è la differenza tra un blocco e un blocco, giusto? Perché le emozioni sono diverse per quei due. E così quel pezzo educativo, ma non in crisi, per far capire alle nostre famiglie come sarà la comunicazione.

Capo Frank Kitzerow (00:16:18):

Sì. Posso solo gridare, David? So che stai cercando di passare alla domanda successiva, al distretto scolastico della contea di Palm Beach perché fanno un lavoro straordinario nel comunicare ogni singolo giorno a livello di distretto e scuola per scuola quando si verifica una crisi. Fanno davvero un ottimo lavoro. Quindi complimenti a quelle persone. Sarei negligente se almeno non lo riconoscessi. Scusa, David, ti lascio salire.

David Rogers (00:16:43):

Nessun problema. Sì. Stavo solo per dire, sai, lo siete tutti, è interessante. Avete tutti i vostri lati diversi della stessa medaglia, immagino, ma avete il vostro punto di vista sul lavoro della polizia, avete il dottor Grosso che viene dal lato comportamentale, ma in realtà è il stesso lato della medaglia, giusto? Lavorate tutti insieme a stretto contatto per gestire queste minacce e fare la comunicazione. E qualcuno ha chiesto come state gestendo queste accuse con questi studenti, ma lavorate tutti insieme su queste cose molto tempo. E so che le organizzazioni di tutti voi erano forse strutturate in modo leggermente diverso nei diversi distretti in cui lavorate, ma come, come fate a farlo funzionare? Come potete convincere tutti gli SRO, la polizia e le persone sul lato comportamentale a lavorare insieme a stretto contatto?

Capo Frank Kitzerow (00:17:33):

Quindi immagino che dal punto di vista delle forze dell'ordine, entrerò per primo. La collaborazione tra persone come il dottor Grosso e le forze dell'ordine è assolutamente fondamentale. E penso che più dobbiamo navigare, siamo costretti a navigare attraverso queste sfide. Più riconosciamo il significato di queste relazioni. E quindi, in generale, sai, vogliamo tutti la stessa cosa. Ho detto poco fa. Non arresterai mai un problema. Sai, per la maggior parte, queste persone che commetteranno eventi catastrofici nelle scuole si fanno strada su quello che viene chiamato un percorso verso la violenza. E tutto inizia in quel processo con una lamentela. Ora, il modo in cui qualcuno elabora un reclamo aiuterà, sai, a determinare fino a che punto si spingerà per diventare, sai, una persona che commetterà un evento catastrofico.

Capo Frank Kitzerow (00:18:27):

Ma in generale, fondamentalmente quello che ti direi è che mentre lavoriamo su questi casi, e lo abbiamo fatto, lo abbiamo fatto quasi ogni giorno nella contea di Palm Beach, è la polizia e le forze dell'ordine si occupano degli affari delle forze dell'ordine. Facciamo le indagini. Determiniamo se ci sono accuse, lavoriamo con il nostro procuratore di stato e l'ufficio dei pubblici ministeri e i nostri partner per la salute mentale si concentrano davvero sulle persone e ci aiutano a capire dove si trovano, dove questa persona potrebbe trovarsi sulla via della violenza. Ma ancora più importante, persone come il Dr. Grosso svolgono davvero un ruolo importante nell'aiutarci a capire qual è la loro lamentela e possibilmente ad arrivare a quella lamentela. E se riusciamo ad arrivare alla lamentela, allora l'evento catastrofico potrebbe non verificarsi mai e noi salviamo vite.

Dott.ssa Amy Grosso (00:19:17):

Mi piace come ne hai parlato. Come arrivare a cosa c'è sotto. Dico sempre che il comportamento per studenti e adulti è come un iceberg, giusto? Vediamo il comportamento, che è la punta dell'iceberg. E normalmente ci manca tutto sotto l'acqua. E sono fortunato in Round Rock ISD. In realtà sono ospitato nel nostro dipartimento di polizia. Rispondo al nostro capo della polizia. Abbiamo appena aperto un nuovo dipartimento di polizia un anno e mezzo fa. E così supervisiono un team di assistenti sociali. Siamo unilaterali, ognuno di noi è un lato della medaglia. E lavoriamo mano nella mano ogni giorno, come hai detto tu, gli ufficiali si occupano delle cose degli ufficiali. Non entriamo nella loro corsia perché loro conoscono la loro corsia, ma poi conosciamo la nostra corsia e come possiamo andare l'uno accanto all'altro con l'obiettivo comune di aiutare gli studenti e mantenere gli studenti al sicuro da se stessi e dagli altri.

Dott.ssa Amy Grosso (00:20:09):

Sono diventato molto interessato alla sicurezza scolastica alcuni anni fa perché ho visto quanto parlavamo di minacce esterne ai nostri studenti o studenti che erano minacce ad altri studenti e mi sono reso conto che i nostri tassi di suicidio nel nostro paese per i nostri adolescenti sono la seconda causa principale di Morte. E ho visto che non ne stavamo parlando così tanto. E per me, da bambino, non sentirsi al sicuro nel proprio corpo ed essere dentro la propria pelle è tanto una preoccupazione per la sicurezza quanto qualcun altro è una minaccia per loro. Rendendoci conto che se osserviamo davvero le lamentele e ciò che sta succedendo agli studenti e cerchiamo segni e sintomi all'inizio, aiutiamo a identificare gli studenti che rappresentano una minaccia per se stessi o per gli altri. Stiamo tutti lavorando insieme. E penso che per troppo tempo le due parti siano state quasi in competizione tra loro. Come se mi sentissi come se la società ci avesse messo in competizione l'uno con l'altro, beh, questa è solo una questione di polizia. Bene, questo è solo questo, e beh dovresti mandare un assistente sociale e non la polizia quando in realtà ci vuole entrambi lavorare mano nella mano per arrivare davvero al fondo di ciò che sta accadendo ai nostri studenti ed essere in grado di trattenerli sicuro.

Capo Frank Kitzerow (00:21:19):

Sai, David, se potessi aggiungere un'altra cosa, penso che sia davvero notevole. Ora io, non ho mai incontrato il dottor Grosso di persona. Ma penso che sia straordinario quanto stia cambiando la nostra professione e come l'impegno per la sicurezza degli studenti e della scuola stia davvero iniziando ad andare avanti. Sai, eccoci qui, probabilmente siamo a mille miglia di distanza l'uno dall'altro e fondamentalmente parliamo la stessa lingua e capiamo le prospettive l'uno dell'altro. Sappiamo anche che ogni prospettiva è diversa, ma comprendiamo le prospettive degli altri. Ed è per questo che penso che combinare i due ci dia davvero maggiori opportunità per quello che chiamo lavoro a sinistra della X, essendo X un giorno in cui si verifica un evento catastrofico, ed essere, sai, molto concentrato sulla prevenzione, l'intervento e aree di diversione. E io, sai, devo solo dirtelo, è semplicemente straordinario perché non penso che qualche anno fa avremmo avuto questo tipo di conversazioni e fatto quello che stiamo facendo. E avere, sai, due persone in due professioni separate, a migliaia di miglia di distanza che parlano la stessa lingua, penso che sia davvero straordinario e la dice lunga sul nostro impegno nei confronti dei nostri figli.

David Rogers (00:22:36):

Sì. Beh, lo chiederei, sai, le cose non erano perfette prima, ma il COVID ha sicuramente cambiato molte cose. Come è cambiato il rapporto, sai? Parli un po' di questo, del rapporto tra i dipartimenti e di come ha cambiato il rapporto con gli SRO e gli studenti e/o i professionisti della salute mentale e gli studenti. Voglio dire, che tipo di cambiamenti avete notato? Come sai, il COVID ha davvero continuato a tenere i bambini fuori dalla scuola o ad avere alcuni di questi problemi che avevano già prima?

Dott.ssa Amy Grosso (00:23:13):

Ho saputo, perché sono in questo campo da molto tempo, che la salute mentale è stata una preoccupazione per gli studenti per decenni. Come ho già detto, il suicidio è la seconda causa di morte per gli adolescenti, da 10 anni. E penso che molte volte quando parlavo con studenti pre-COVID, dicono, per favore aiuta i miei genitori a capire che questo è reale, che sto davvero lottando, che sono depresso o ansioso. E penso che ciò che ha fatto il COVID sia stato davvero puntare i riflettori sulla crisi di salute mentale in cui è stato colpito l'intero paese, ma in particolare gli studenti sono stati coinvolti. E quindi penso che olisticamente non ci sia tanto stigma ad esso collegato. Quindi penso che tutti siano più disposti a parlarne, e abbiamo tutti vissuto questa esperienza collettiva che è stata molto dura. Quindi siamo tutti disposti a parlare di salute mentale e, sai, siamo disposti a parlarne in tutti i diversi circoli. E ora è lecito parlarne o forse prima c'erano delle barriere contro la nostra apertura. Penso che questo abbia anche aiutato diversi aspetti e diverse persone che stanno aiutando i nostri studenti a iniziare davvero a guardare alla salute mentale.

Capo Frank Kitzerow (00:24:21):

Sì. Sarei d'accordo, lo sai. Penso che stare lontano dalle scuole per un lungo periodo di tempo abbia davvero rafforzato con i nostri studenti, i nostri genitori e la nostra comunità il valore che le nostre scuole apportano non solo, sai, nell'aiutare i nostri studenti ad avere successo, ma nell'aiutarli a crescere e il ruolo significativo che la salute mentale gioca in quell'intero ambiente. Molti di noi hanno probabilmente dimenticato com'è essere un adolescente, un ragazzino, ma è un lavoro duro e c'è molto da fare. E, sai, ci ha costretti a dare uno sguardo critico. Penso anche al modo in cui svolgiamo le funzioni delle forze dell'ordine nella scuola e, sai, a volte lo uso come esempio: sai che il fatto che la polizia in una scuola e la sicurezza dei nostri studenti sono molto diverse dalle tradizionali forze dell'ordine.

Capo Frank Kitzerow (00:25:20):

Voglio dire, è così diverso, sai, e uso un piccolo esempio. Probabilmente me ne hai già sentito parlare prima, David, se fosse successo qualcosa in un'aula in cui dovevano essere coinvolte le forze dell'ordine. Se fosse uno studente dirompente in un ambiente tradizionale, sai, le tradizionali forze dell'ordine entrerebbero in una classe e andrebbero direttamente a qualunque studente stia causando l'interruzione, cercando di rimuovere quello studente dall'ambiente. E probabilmente nella maggior parte dei casi probabilmente non vorrebbero andarci volontariamente. E poi la prossima cosa, sai, la situazione si intensifica, e poi ora dobbiamo affrontare accuse penali e ogni genere di cose. Sai, in questo ambiente ora, soprattutto dopo aver lavorato con i nostri operatori di salute mentale, è diverso: entriamo in una classe ora e se abbiamo uno studente che disturba, nella maggior parte dei casi, rimuoveremo tutti, tutto il pubblico e il insegnante e poi arrivare a questo bambino che ha il problema.

Capo Frank Kitzerow (00:26:13):

E guardi chi potrebbe essere, sai, un metro e ottanta e sembrare un adulto. Ma sai, la lezione che impariamo è che i loro lobi frontali non sono completamente sviluppati. E così ora arriviamo al punto in cui abbiamo tutto il pubblico fuori da lì, tutto lo stimolo, e ci rivolgiamo a quel bambino e andiamo, sai, perché siamo qui oggi? Cosa sta causando il problema. E se riesci ad arrivare al punto, e lo fanno la maggior parte delle volte nella maggior parte dei casi, ciò che gli agenti di polizia della scuola ti diranno è che lo studente inizierà a piangere. E poi arriverai a, non mangio da qualche giorno, sai, vengo cacciato di casa. Ho problemi familiari. Lo ero, sai, qualunque cosa sia. E ci andiamo. Ora abbiamo identificato la causa sottostante. E ora collaboriamo con i nostri operatori della salute mentale per andare fino in fondo. È un approccio completamente diverso. E il vantaggio per quel bambino è che non c'è una fedina penale a lungo termine e gli viene data l'opportunità di avere successo e prosperare nella vita. E penso che sia parte della differenza.

David Rogers (00:27:13):

C'è una domanda che è saltata fuori che penso sia in linea con quella. E questo, e penso che entrambi potreste rispondere a questo. Le scuole hanno centri benessere, hanno accesso ai servizi di salute mentale, ma è, come nella vita adulta, che spesso sono le persone che hanno più bisogno di aiuto a non cercarlo. Destra. E quindi sapete, come, come stanno i consulenti, i professionisti della salute mentale e gli SRO, come state lavorando insieme per identificare quel ragazzo che ha i problemi prima che arrivi al punto di essere dirompente? Voglio dire, ci sono politiche o cose che sta mettendo in atto e comunque, dottor Gross? Quindi c'è un sacco di gente che vuole vedere quali sono le politiche, seguire il modello che state facendo lì a Round Rock, inserendovi nel dipartimento di polizia di polizia. Ma come vi rivolgereste, sapete, a coinvolgere quei ragazzi che avevano più bisogno di aiuto in quei tipi di servizi?

Dott.ssa Amy Grosso (00:28:10):

Questa è stata una mia area di passione sin dal mio primo tirocinio anni fa e quando ero consulente esterno in una scuola charter. E in ogni rinvio che ho ricevuto all'inizio c'erano tutti questi ragazzini che non sapevano come comportarsi in classe. Come se fossero etichettati come dirompenti e fossero bambini elementari. Non sanno come comportarsi in classe. Ed è diventato evidente molto rapidamente. Non sapevano come comportarsi. Avevano vissuto traumi intensi, dolore, molte cose enormi in così giovane età, ma gli stereotipi nella nostra società su come i ragazzi possono rispondere e come le ragazze possono rispondere con le emozioni esistono ancora, giusto? Per le ragazze è accettabile che piangano. Quel genere di cose. I ragazzi spesso ricevono il messaggio di succhiarlo. Sai, tu, non puoi piangere, ma ti è permesso essere arrabbiato.

Dott.ssa Amy Grosso (00:29:04):

E così l'unica emozione che dovevano mostrare era la rabbia. Tradizionalmente nella nostra società e nelle nostre scuole, un ragazzo si comporta con rabbia. O anche se una ragazza lo fa, va su una pista di disciplina. Quindi non si vede che c'è qualcosa alla base del comportamento. E quindi non lo identifichiamo. Finiscono su una pista disciplinare che può finire su una pista criminale. Una volta che arrivano al liceo, senza mai ottenere il supporto di cui hanno bisogno per un trauma, la salute mentale di base è un problema. E quindi penso che una cosa importante qui sia cercare di aiutare a educare i dirigenti del personale degli studenti dirompenti. Non significa che dai loro un pass gratuito, ma come fornisci supporto a ciò che c'è sotto? Ad esempio, cosa c'è sotto quel comportamento e cosa lo ha causato? È fame o è un trauma che hanno vissuto? E quindi penso che lo stigma che è stato spesso per i nostri ragazzi sull'esprimere le emozioni li porti a quel comportamento dirompente. E dobbiamo solo iniziare a guardarlo in modo diverso, e vedere che sta servendo uno scopo. E molte volte sono solo loro che non sanno cos'altro fare.

David Rogers (00:30:10):

Bene, questo è probabilmente un buon passaggio al nostro prossimo argomento, che è, sai, ci sono, ci sono strumenti là fuori e strategie là fuori per aiutare, sai, rendere tutto più facile. Destra. E hai iniziato ad affrontare, sai, come formiamo il nostro personale? Sai, come possiamo tracciare alcune di queste cose? Quali sono gli strumenti che avete usato nei vostri distretti? Inizieremo con te, dottor Grosso, per essere in grado, sai, di educare all'identificazione di una pista o, nel caso di un qualche tipo di evento, di assicurarci che tutti ne siano consapevoli.

Dott.ssa Amy Grosso (00:30:48):

Sì. In parte, credo, sia successo naturalmente, dato che siamo nello stesso dipartimento, salute comportamentale e ufficiali. Quindi ci sono stati momenti in cui sono accadute situazioni e ci sarà uno staff con gli ufficiali, ma poi mi includono per quella prospettiva di salute comportamentale. Quindi se è successo qualcosa con uno studente, dal mio obiettivo o dall'obiettivo di un assistente sociale, ha avuto modo di conoscere la famiglia e quali sono quelle condizioni sottostanti che forse all'inizio non si vedono? Quindi possiamo assicurarci di fornire i servizi agli studenti. E il nostro è che abbiamo iniziato a dire questo: valutare prima di arrestare, giusto. Soprattutto all'interno di una scuola. Quindi valuta tutto ciò che sta accadendo e di cosa ha veramente bisogno lo studente per apportare un cambiamento al comportamento che sta avendo? E li sta mettendo in un sistema di giustizia penale o sta effettivamente ottenendo loro il supporto, il supporto per la salute mentale di cui hanno bisogno. E la polizia parla sempre un sacco di volte nelle forze di polizia tradizionali e nelle comunità e cose del genere. Siamo molto orientati alle statistiche, sai, e quindi le nostre statistiche stanno guardando quante possiamo deviare dal sistema di giustizia penale. Quanti possiamo aiutare a trovare supporto per la salute mentale? Quanti possiamo aiutare a trovare un modo diverso di essere in modo che non continuino su quella strada?

Capo Frank Kitzerow (00:32:07):

Capo, sono davvero felice di sentirtelo dire. Dottor Grosso, il suo capo della polizia sembra molto progressista, il che è fantastico. E immagino che voi ragazzi siate davvero una buona squadra. Sai, se potessi aggiungere un paio di cose a ciò di cui stava parlando il dottor Grosso. Penso che se sei disposto a lavorare all'interno di un sistema scolastico, che sia nelle forze dell'ordine, insegnante di salute mentale, servizi di supporto, qualunque esso sia, la tua vera missione sono i bambini. È davvero tutta una questione di bambini. Questo è davvero quello che è. E quindi, come ho detto prima, due parti della sicurezza, essere al sicuro e sentirsi al sicuro. Quindi vuoi fornire entrambi perché, sai, quando fornisci entrambi, non è solo per educare i nostri figli, è per dare loro un'opportunità di prosperare. E, sai, questo è il nostro futuro.

Capo Frank Kitzerow (00:32:55):

Ad un certo punto, ci consegneremo ai bambini che sono nelle nostre scuole. E quindi è un investimento nel nostro futuro. Sai, penso che tutti noi vogliamo lo stesso ambiente. E penso che quello che deve succedere è che continuiamo a percorrere la strada che stiamo andando ora, dove stiamo imparando a parlare la stessa lingua, che per me è fondamentale. Sai, quando sono entrato per la prima volta nella polizia scolastica, cercavo di esprimere un'idea sulle cose. E, sai, il mio senso era che parlare con gli educatori a volte può essere un po' impegnativo dal punto di vista delle forze dell'ordine. Così ho messo insieme un gruppo consultivo di presidi e ho avuto direttori delle scuole superiori ed elementari con cui mi sono incontrato regolarmente come capo della polizia.

Capo Frank Kitzerow (00:33:43):

E, in sostanza, mi stavano insegnando a parlare preside, e io stavo insegnando loro a parlare con la polizia. Ed ero così orgoglioso di quella relazione perché insieme siamo stati in grado di portare avanti le cose, ed è un dare e avere. E quindi una delle cose che funziona davvero bene è che i nostri agenti di polizia che lavorano nei campus capiscano che i nostri presidi sono i sindaci delle loro città. E quindi, sai, a volte ti affidi a me, io sono lì per te, appoggiati a me. Ma sai, non lo siamo, è difficile per la polizia a volte dire, beh, non siamo sempre al comando, perché ci piace. Pensiamo di essere sempre al comando. E quindi hai questo genere di cose, ma sai che una persona di salute mentale mi ha detto molto tempo fa - è in linea con ciò di cui stava parlando il dottor Gross - hanno detto che siamo bravi solo quanto lo siamo. Beh, sai, quindi dobbiamo arrivarci come sistema, come distretto scolastico, come società. E applaudo davvero le persone come il tuo capo della polizia che vogliono entrare nell'arena.

David Rogers (00:34:53):

Quindi ci sono molte domande che sono emerse mentre andavamo avanti. Questi sono argomenti delicati, giusto? Intorno a come possiamo fisicamente, sai, quali sono le politiche per la gestione fisica dei bambini e, sai, dovremmo o non dovremmo avere SRO armati? E sai, dov'è quel passaggio tra, sai, la salute mentale e la polizia? Se dovessi riassumere, è davvero che tipo di politiche e procedure stai mettendo in atto per fare esattamente quello di cui stai parlando, capo, per assicurarti di mettere il bambino al primo posto, giusto? Che sei, sai, che gli SRO sono visti come un alleato, non un nemico. Che il professionista della salute mentale abbia l'opportunità di entrare prima che vada per la strada sbagliata. Quali sono i tipi di politiche e procedure, dottor Grosso? Sei proprio lì nel mezzo di tutto questo ogni giorno. Cosa state facendo per affrontare queste cose, per assicurarvi che ci sia un passaggio di consegne buono e pulito? Che tutti capiscano che questo è il modo in cui tratteremo i bambini.

Dott.ssa Amy Grosso (00:35:59):

Direi che la prima cosa deve essere la costruzione di relazioni. E se è come nel nostro dipartimento dove siamo insieme, o se non sei nello stesso dipartimento, ma che rapporto hai con la persona di salute mentale e l'ufficiale? E questo non significa che ti ho incontrato solo una volta. Significa che abbiamo avuto un dialogo, abbiamo parlato di cose precedenti che sono successe e come volevamo gestirle in modo diverso? Ed è davvero difficile per me dire, beh, in questa situazione, andrebbe alla persona con la salute mentale. E poi questo ufficiale, penso sempre che sembri un ballo. E a meno che le persone non siano davvero abituate a lavorare insieme ea conoscere i ruoli reciproci e non solo a conoscere il ruolo, ma a valorizzarlo. Come penso anche nelle scuole, sai, come stava parlando il capo, è un tipo diverso di polizia.

Dott.ssa Amy Grosso (00:36:46):

È. E il nostro capo parla sempre di uno dei vantaggi della polizia scolastica è che abbiamo più tempo, giusto? Non è che devo tornare in strada. Ed è una situazione che abbiamo avuto in cui qualcuno stava minacciando di fare del male agli altri ea se stesso, e stava correndo fuori dall'edificio. E ci sono volute due o tre ore per calmare davvero lo studente. Voglio dire, tutti erano al sicuro, ma il nostro assistente sociale era lì, ma permetteva anche alla polizia di fare il proprio lavoro. Ma poi l'assistente sociale che lavora con il personale e con i genitori che sono lì, ei genitori per fornire servizi che verranno dopo. E quindi penso che sia questo ballo che non avviene solo perché è scritto in una politica o è scritto su carta. Sono le interazioni quotidiane e la costruzione di relazioni che devono avvenire tra i due o non funzioneranno.

David Rogers (00:37:36):

Quindi qualcuno ha posto la domanda: quando si tratta di valutare uno studente per autolesionismo o se ha problemi, ma potrebbe essere stato un cittadino modello prima, cosa stai facendo per aiutare a raccogliere quelle informazioni per identificarlo presto? E ovviamente, vengo da Raptor, sto per dire, ehi, stiamo lavorando su un prodotto per quello. Ma forse questo è un buon punto di partenza per un'altra domanda, che è la tecnologia e le fonti di dati che stai utilizzando oggi, o che vorresti utilizzare in futuro, per essere in grado di aiutare a migliorare la comunicazione tra le due parti, ma anche ottenere quell'intervento in precedenza. Dottor Grosso, le lascio iniziare.

Dott.ssa Amy Grosso (00:38:23):

Fine, ci sono molti prodotti diversi là fuori, giusto, che fanno cose simili. Dato che ne stavi parlando, Raptor sta iniziando a esaminare il monitoraggio degli studenti attraverso il loro indirizzo e-mail distrettuale e cose del genere. Sono attività online. Stanno scrivendo di cose? Sai, abbiamo avuto studenti che sono stati identificati perché stavano scrivendo un biglietto d'addio o per aver ferito altri, e questo viene identificato, ma poi si accertano come viene gestito una volta che siamo stati avvisati che uno studente sta scrivendo di questo, chi è la persona migliore per parlare con loro. Ed è qui che, sai, l'ufficiale e il consigliere devono davvero lavorare insieme. Perché la maggior parte delle volte è quel professionista della salute mentale che ha la prima discussione, soprattutto se si tratta di autolesionismo e non di danneggiare gli altri. In modo che la persona addestrata abbia quelle conversazioni e quindi determini quali passi devono essere presi in seguito per ottenere allo studente il supporto di cui ha bisogno. E dico sempre che la tecnologia è eccezionale, ma senza la formazione su cosa fare dopo, è solo un altro pezzo di tecnologia che abbiamo. E quindi davvero quell'aspetto formativo su come gestiamo le cose quando succede qualcosa e come avvertiamo i genitori. E poi come forniamo servizi avvolgenti per assicurarci che non lo sia smettila di scrivere di questo, ma più siamo davvero preoccupati per te, devi essere in difficoltà.

David Rogers (00:39:44):

Capo. Che tipo di cose avete messo in atto?

Capo Frank Kitzerow (00:39:49):

Quindi ci sono un paio di cose e sono d'accordo al cento per cento con ciò che ha detto il dottor Grosso, in termini di non lasciare che la tecnologia guidi un processo, devi avere processi forti e buoni. E la tecnologia supporta questi processi, sai, nell'ecosistema della sicurezza scolastica. Ad esempio, parliamo di lavorare a sinistra della X e delle arene di prevenzione, intervento e diversione, ma è anche molto importante se non hai successo in quell'arena avere una cassetta degli attrezzi davvero robusta che puoi aprire e ottenere qualunque sia l'evento catastrofico. Ad esempio, se si tratta di uno sparatutto attivo, il tempo non è tuo amico e il tempo sta lavorando contro di te.

Capo Frank Kitzerow (00:40:44):

Quindi, se devi aprire quella cassetta degli attrezzi, vuoi assicurarti di fare cose relative alla sicurezza, al comando unificato di sicurezza, alla formazione sulla riunificazione, ai pezzi tecnologici, alle politiche, alla responsabilità. Ci sono così tante parti in questa cosa. Quindi, sai, prendiamo due componenti chiave, ad esempio, lavorare a sinistra della X nella prevenzione, nell'intervento e nella deviazione. Fondamentalmente, è importante sapere alcune cose su chi verrà nel tuo campus. Ok, sai, assicurarti che le persone che vengono nel tuo campus non rappresentino una minaccia o non rappresentino una minaccia. E poi la seconda cosa è essere in grado di navigare attraverso i volumi di minacce che lavorano a sinistra della X e arrivare a un punto attraverso la tua collaborazione con la salute mentale e attraverso il tuo software per sapere chi sta facendo una minaccia e chi rappresenta una minaccia.

Capo Frank Kitzerow (00:41:38):

E poi una volta che arrivi a quel punto, comunque, se hai qualcuno che sale a quel livello, non è come un tradizionale rapporto di polizia in cui prendi solo un rapporto e poi passi a qualcos'altro. Questa persona rimane nel tuo radar per un periodo di tempo perché potresti aver risolto qualunque sia il problema oggi, ma ciò non significa che non torneranno domani. Ed ecco perché queste relazioni sono così importanti. E poi lavorando sul back-end, sai, in tutto questo pezzo sulla gestione dell'unione, ti dirò che ciò che mi ha tenuto sveglio la notte è l'evento catastrofico. E sai, se prendi una scuola superiore con 3.000 bambini, il che non è raro, e ognuno di quegli studenti ha un genitore e la maggior parte di loro ne ha due, sono 9.000 persone più il personale in crisi. Sono 10.000 persone in crisi.

Capo Frank Kitzerow (00:42:32):

E dopo che hai navigato e isolato, eliminato e neutralizzato una minaccia, come fai a collegare tutte quelle persone insieme? Ed è una delle poche cose nella vita che dovrai mai fare in cui devi essere al cento per cento, al cento per cento delle volte: non puoi essere vittima di cose come la tratta di esseri umani, il rapimento dei genitori, tu sai, rapimenti di bambini. E quindi il tuo software ti aiuterà con il tuo processo, ma devi addestrare il tuo personale. Devi lavorare con i tuoi stakeholder chiave. E l'ultima cosa che dirò a riguardo è, sai, se mi hai sentito dire questo, David. Abbiamo la sicurezza scolastica, come l'istruzione in un'arena, e poi le forze dell'ordine locali in un'altra. Non collaboriamo davvero in anticipo. E quando si verifica un evento catastrofico, siamo tutti costretti a lavorare insieme e sto facendo ciò che penso sia meglio. Pensi che quello che stai facendo sia il migliore quando la realtà è che se avessimo collaborato in anticipo, saremmo stati in una forma molto migliore.

David Rogers (00:43:40):

Bene, ovviamente una spina spudorata, ma Lightspeed e Raptor offrono delle tecnologie davvero buone. Penso che abbiano aiutato concretamente ad assistere entrambi i vostri distretti. C'era una bella domanda. Lo butto là fuori. Capo, credo di averti sentito parlare di qualcosa. Dr. Grosso, non ne abbiamo parlato per niente, ma si parla di se stai facendo qualcosa con i coetanei? Quindi, se c'è un bambino che va fuori strada, ho sentito parlare di campi per bambini e cose del genere. Fate tutti qualcosa per coinvolgere anche i loro coetanei nel processo, per aiutare in qualche modo a riportare i bambini sulla retta via?

Dott.ssa Amy Grosso (00:44:23):

Direi che ci sono molti programmi peer to peer là fuori per la prevenzione del suicidio e cose del genere. E penso che sia sapere quando usare un pari e quando non farlo, e quando non far sentire un pari responsabile per cose di cui gli adulti dovrebbero sentirsi responsabili. Penso che sia sempre responsabilità cercare segni o sintomi, sintomi e segnalare cose, ma non è compito tuo risolverlo. E quindi penso che il peer to peer sia davvero cruciale. È importante che gli studenti ascoltino i loro coetanei, ma dove togliamo loro l'onere in modo che non si sentano incaricati di aggiustare qualcosa, specialmente con problemi di salute mentale o se uno studente pensa di fare del male agli altri , affinché gli studenti sappiano che ci sono altri che li aiutano in questo. E quindi penso che siano fantastici se fatti e incorporati correttamente.

Capo Frank Kitzerow (00:45:19):

E penso che sia davvero un ottimo punto. Quindi nel distretto scolastico della contea di Palm Beach alcune delle nostre scuole hanno avuto molto successo. E nella misura in cui, sai, non solo avevamo studenti che avevano bisogno di aiuto, avevamo studenti che lo seguivano per fornire aiuto. Non erano sicuri di come aiutare i loro compagni studenti. Quindi alcune delle nostre scuole hanno formalizzato quel programma un po' attraverso quello che hanno chiamato un programma di ambasciatori, in cui gli studenti sono stati, sai, istruiti su come aiutare. Come ha detto il dottor Grosso, non è compito tuo risolvere il problema. Ma sai che se altri studenti hanno qualcuno a cui rivolgersi, sanno che è un ambasciatore, dà loro una risorsa. Ed è particolarmente importante ora dal nostro punto di vista perché i potenziali tassi di suicidio e le minacce di suicidio stanno salendo alle stelle per i nostri giovani.

Capo Frank Kitzerow (00:46:16):

E quindi penso che devi inventare qualcosa lungo la strada. Per me, quel programma Ambassador è stato un'ottima soluzione perché avevi entrambe le facce della medaglia, avevi coloro che avevano bisogno di aiuto e quelli che volevano davvero aiutare i loro compagni studenti. E potrei dirti che anche i social media hanno svolto un ruolo importante in questo. È incredibile per me, attraverso i suggerimenti che usiamo nella contea di Palm Beach, quanti studenti si faranno avanti e diranno, ehi, penso che tu debba parlare con questo studente perché, sai, non stanno andando bene. E il dipartimento di polizia della scuola nel distretto scolastico della contea di Palm Beach, in realtà eseguivamo controlli di benessere per alcuni dei nostri studenti che non vedevamo o sentivamo da un po'.

Capo Frank Kitzerow (00:47:02):

E aiuta a costruire ponti. E infine, anche nell'ultima parte, parliamo dell'importanza di fornire opportunità agli studenti per avere successo. Lavoriamo a stretto contatto con la parte criminale con l'ufficio del nostro procuratore di stato. E abbiamo un programma di tribunali per i giovani in cui, a seconda della violazione, passerai attraverso un sistema giudiziario, ma sarà un tribunale dei tuoi coetanei. Sa, sarà gestito dal distretto scolastico ma coordinato con l'ufficio del procuratore di stato. Hai un vero giudice lì, potresti ottenere il servizio alla comunità e se completi l'orario del servizio alla comunità, sei a posto. Se non lo fai, allora verrai rinviato al sistema di giustizia penale. E ti dirò che il tasso di recidiva è davvero notevole. Voglio dire, ho sentito che è sceso da 5.5% a 9%. Quando ci pensi, significa che oltre 90% degli studenti che stavano attraversando non si sono mai recidivati. Ho perso il conto dei voti, dottor Grosso, ma penso che da 90 a 95% sia almeno un B+ alto o un A, direi.

Dott.ssa Amy Grosso (00:48:17):

Sarebbe una A. Se ci pensi, è 90% di studenti. Vedo che almeno 90% di studenti ha ricevuto l'aiuto di cui aveva bisogno. Destra. Ridurre la recidiva significa che le persone ottengono ciò di cui hanno bisogno. E quindi è fenomenale che il 90% di studenti abbia soddisfatto i propri bisogni.

David Rogers (00:48:37):

Si.

Capo Frank Kitzerow (00:48:38):

Beh, penso che sia così che vinci. È così che potresti metterti sulla strada della vittoria. Sai, torno a quello che ho detto all'inizio: non arresterai mai il problema. E per quanto allettante possa dire, tutti stanno minacciando le scuole e, sai, dobbiamo iniziare a rinchiudere le persone. Sì capisco. Se, sai, si intensifica fino a quel punto, non sto dicendo che sarà facile. Quello che sto dicendo è di essere strategico. E pensa alle conseguenze a lungo termine nella costruzione del nostro futuro.

David Rogers (00:49:08):

Beh, penso che probabilmente potremmo continuare a parlare per un altro paio d'ore, perché è tutto affascinante. Stiamo ricevendo alcune grandi domande qui e proveremo a tornare indietro in seguito. Ma sai, forse, forse un'ultima domanda. Quando hai a che fare con i genitori: abbiamo parlato prima di come a volte questo derivi da ciò che vedono a casa. E davvero probabilmente questo è più diretto al dottor Grosso. Avete tutti qualcosa in atto per ottenere aiuto? Genitori che potrebbero avere esigenze di salute mentale o vengono affrontate?

Dott.ssa Amy Grosso (00:49:45):

Assolutamente. Penso che l'educazione dei genitori sia probabilmente la cosa più importante intorno alla salute mentale che è necessaria. Destra? Perché possiamo dire che un bambino sta lottando a scuola e cose del genere, ma a meno che i genitori non lo capiscano e i genitori siano d'accordo e legittimi, non funziona. Il COVID ha fornito una meravigliosa opportunità qui a Round Rock perché eravamo bloccati. È come se, ok, dobbiamo fornire queste informazioni ai genitori perché potrebbero vedere problemi di salute mentale. Così ho collaborato con il nostro PTA e ho iniziato a fare brevi sessioni video di 15 minuti su cose diverse riguardanti la salute mentale e a dire davvero ai genitori: se stiamo parlando di ansia, potresti renderti conto che sei quello con l'ansia, non il tuo studente. E cosa significa per te ricevere aiuto? E così siamo stati, li abbiamo fatti tramite Facebook Live. Perché farei presentazioni di persona prima del COVID e sai, pochissime persone volevano venire a una presentazione su mio figlio che potrebbe soffrire di depressione. Ma quando sono online e puoi guardare in modo anonimo e puoi tornare indietro, le nostre percentuali di visualizzazione erano così alte perché i genitori allora guardavano anonimi.

Dott.ssa Amy Grosso (00:50:48):

Potrebbero ottenere le informazioni di cui avevano bisogno. Era breve e poi erano cose tangibili che potevano fare per se stessi o per gli studenti. Quindi l'abbiamo fatto. E anche molte informazioni sui siti web per i genitori. Dico sempre che se cerchi ansia su Google, produrrà molta ansia a causa di ciò che ottieni. E quindi fornire davvero buone informazioni concrete alle famiglie su cosa fare, dove andare per ulteriori informazioni e dove ottenere aiuto, non solo per gli studenti, ma anche per se stesse.

David Rogers (00:51:16):

È fantastico. Beh, penso che dobbiamo arrivare alla pubblicità. Quindi lo darò a Cindy per parlare un po' di Raptor e della velocità,

Altoparlante 1 (00:51:29):

Destra? Grazie. Un po' di Raptor. Siamo stati fondati 20 anni fa con la missione di proteggere ogni bambino, ogni scuola, ogni giorno. Forniamo un ecosistema di software e tecnologie che funzionano perfettamente insieme per aiutare le scuole a gestire tutti questi diversi aspetti della sicurezza. Quindi lavoriamo con oltre 5.000 distretti scolastici in tutto il paese. E sai, lavoriamo con i distretti più grandi come la contea di Palm Beach, distretti scolastici singoli e scuole di ogni dimensione nel mezzo. E quindi un paio di brevi punti sulla suite di sicurezza della scuola. Ancora una volta, è completamente integrato e si sincronizza con il sistema informativo degli studenti per garantire che tu mantenga il controllo completo e abbia una visuale su tutti e ogni incidente nella tua scuola. Quindi abbiamo il visitatore Raptor e la gestione dei volontari.

Altoparlante 1 (00:52:27):

E questo assicura che, sai, ogni visitatore e volontario venga selezionato e tu sappia esattamente chi c'è nel tuo campus. E poi la gestione delle emergenze Raptor include gli strumenti necessari per esercitarsi con le esercitazioni, rispondere alle emergenze e localizzare rapidamente gli incidenti da qualsiasi punto del campus. Gestisci i complessi processi di evacuazione e riunificazione come quello di cui parlava il capo del pronto soccorso, entra in contatto con i primi soccorritori per migliorare i tempi di risposta agli incidenti e, in definitiva, proteggi la vita delle persone nel campus. Quindi questa è solo una panoramica molto, molto rapida di Raptor e solo un po' di informazioni simili qui su Lightspeed. La missione di Lightspeed è promuovere l'apprendimento online, la sicurezza e l'efficacia. Quindi mantengono un tasso di soddisfazione dei clienti 95% e lavorano con oltre 28.000 scuole in tutto il paese. E quindi hanno anche una suite di soluzioni integrate.

Altoparlante 1 (00:53:28):

E quindi voglio attirare l'attenzione su uno in particolare. Con la suite di soluzioni Lightspeed Systems, ogni dispositivo può essere coperto con il filtro web più efficace, il monitor per la sicurezza degli studenti, il dispositivo software di gestione della classe, lo strumento di gestione e il programma di analisi disponibili. E se cerchi solo una delle soluzioni o una combinazione più piccola, Lightspeed Systems può collaborare con te per fornire una configurazione personalizzata per soddisfare le tue esigenze specifiche. E ancora, queste cinque soluzioni sullo schermo, ma voglio richiamare la tua attenzione su Lightspeed Alert e quella soluzione avvisa il tuo team di sicurezza di segnali di pericolo online di suicidio, autolesionismo, cyberbullismo o violenza contro gli altri per un rapido intervento. Quindi, ancora una volta, solo una specie di breve panoramica di queste due soluzioni. Abbiamo già esaminato molte domande, ma abbiamo tempo per rispondere a un altro paio. E voglio solo sottolineare che ci sarà un sondaggio quando uscirai dal webinar. Quindi, se sei interessato a saperne di più su Raptor, su Lightspeed, su entrambi, puoi farcelo sapere. Puoi anche inserire qualsiasi altra domanda o commento in quel sondaggio, e questo è tutto per la pubblicità. Quindi, David, te lo restituisco, per fare una o due altre domande prima di concludere.

David Rogers (00:54:49):

Bene, dirò che probabilmente la gente andrà, Raptor e Lightspeed, sono insieme allo stesso webinar. Perché lo stanno facendo? Rimarremo sintonizzati per futuri nuovi prodotti in arrivo. E abbiamo avuto molte domande su come possiamo intervenire precocemente? Come possiamo individuare prima che un bambino esca dai binari? Ci occuperemo di questo e Lightspeed è uno dei nostri partner nel farlo. Quindi siamo entusiasti di essere uniti a loro. Quindi abbiamo un po' di tempo per alcune domande. Prenderò quello in cima alla lista. Penso che sia buono. Ne avete parlato tutti prima, come avete lavorato insieme, i professionisti della salute mentale, gli SRO, ma le scuole dovrebbero accoppiare l'SRO con l'assistente sociale per ottenere una migliore comprensione del gruppo a rischio? Ora, dottor Grosso, vai tu per primo?

Dott.ssa Amy Grosso (00:55:38):

Sì. Cento per cento. Sì sì sì. Stavo parlando con uno dei nostri. In realtà è la nostra detective, ma ha lavorato per un'agenzia prima che avessimo il nostro dipartimento di polizia. Stavamo parlando del suo legame con il consulente scolastico e voleva una lista di studenti. Si chiamava la lista blu perché il rosso, sai, ha una connotazione negativa, ma gli studenti per i quali aveva bisogno di occhi aperti. Se uno studente sta cercando di scappare dal campus, prenderà un hamburger o è uno studente che sappiamo ha avuto problemi di ideazione suicida in passato e quindi lasciare il campus è un allarme più alto? E quindi teneva sempre un elenco. Quindi sapeva chi sono gli studenti. Ho davvero bisogno di avere i miei occhi in più su chi sono gli studenti con cui ho bisogno di avere buone conversazioni. Perché è un'altra persona a cui importa. Quindi non penso che tu possa comunicare abbastanza tra salute mentale, assistenti sociali, consulenti scolastici, qualunque cosa sia con i tuoi SRO. devono, sono tutti lì per aiutare gli studenti e più puoi condividere queste informazioni, migliori saranno gli studenti.

Capo Frank Kitzerow (00:56:46):

Sono d'accordo al cento per cento. Sì, sicuramente dovrebbe collaborare. E aggiungerei qualcos'altro a ciò di cui ha già parlato il dottor Grosso. Non solo queste partnership sono importanti, ma è anche importante pensare alle tue relazioni generali con i tuoi stakeholder chiave. Ti faccio un ottimo esempio. Parlo con i distretti scolastici e mi dicono che hanno piani di gestione delle emergenze davvero validi e robusti che sono molto buoni. E se non sei abbastanza fortunato da avere il tuo dipartimento di polizia scolastico, allora la mia prossima domanda è, beh, cosa lega le forze dell'ordine locali ai tuoi piani e sanno anche quali sono i tuoi piani? E così si accende tutta un'altra discussione perché alla fine il distretto scolastico ha i suoi piani. Le forze dell'ordine locali hanno le loro. I vigili del fuoco hanno il loro. E se non lavorate insieme in anticipo, lo sapete, avrete delle sfide e se volete avere un buon indicatore di dove siete, fate questa semplice domanda: chiedete al personale della vostra scuola, dove si trova il tuo principale sito di riunificazione? E poi chiedi alle forze dell'ordine locali, dove si trova il sito di riunificazione primaria di quella scuola. E se non lo sanno, c'è il tuo divario proprio lì, quello è l'inizio del divario. Quindi cento. Sì.

David Rogers (00:58:06):

Quindi c'è stata una specie di seguito a quello e penso che forse una buona conclusione. E se dovessi dare un consiglio su come integrare assistenti sociali e funzionari insieme, quale sarebbe? Qual è l'unica cosa che renderebbe, sai, l'ultimo sistema di amici?

Capo Frank Kitzerow (00:58:30):

Dal mio punto di vista, direi che è molto semplice. Ognuno di voi porta valore, ascolta, ascolta, ascolta e collabora.

Dott.ssa Amy Grosso (00:58:39):

E stavo per dire rispetto reciproco. Non puoi pensare che io sia il migliore dei due o qualcosa del genere. Che entrambi hanno ruoli importanti. Non posso dirti quanto ho imparato per il meglio di essere in un dipartimento di polizia. E che avevo molto da imparare dal loro punto di vista. Quindi devi rispetto e comprensione reciproci.

Capo Frank Kitzerow (00:59:03):

Beh, questa è una strada a doppio senso. Non posso dirti quanto ho imparato dai professionisti della salute mentale nel distretto scolastico della contea di Palm Beach e complimenti a quelle persone. Sono semplicemente fantastici.

David Rogers (00:59:14):

Beh, ho la sensazione che i distretti di tutto il paese, sai, l'abbiano visto. Voglio dire, vi siete incontrati solo un paio di volte, giusto. E vedere quanto siete allineati su tutto questo. Dici tutte le stesse cose, sai, una dal punto di vista della polizia, l'altra dal lato comportamentale dell'assistenza sociale, è fantastico per me. E quindi penso che quel rispetto reciproco: l'abbiamo avuto qui oggi. Penso che se potessi continuare ad attingere a questo e diffonderlo, diffondere l'amore in tutti i distretti, penso che vedremmo un risultato molto migliore. Voglio ringraziarvi entrambi per il vostro tempo. Dottor Grosso, Capo, sempre un piacere. È stata una conversazione divertente. Mi dispiace che l'ora sia finita perché penso che avremmo potuto continuare. Tutti, grazie per esservi uniti a noi. Se hai l'opportunità di dare un'occhiata ai nostri prodotti sul sito Web Lightspeed o Raptor o se desideri che un venditore ti contatti, contattaci, ma ci è piaciuto averti qui oggi e grazie ancora per essere venuto .

 

 

screenshot su desktop e dispositivi mobili per software di apprendimento a distanza

Ecco una demo, su di noi

Stai ancora facendo le tue ricerche?
Aiutiamoci! Pianifica una demo gratuita con uno dei nostri esperti di prodotto per ottenere rapidamente una risposta a tutte le tue domande.

uomo seduto alla scrivania sul laptop che guarda il cruscotto del filtro Lightspeed

Ben tornato!

Cerchi informazioni sui prezzi per le nostre soluzioni?
Facci sapere i requisiti del tuo distretto e saremo lieti di creare un preventivo personalizzato.