Guarda il webinar

1:1 Post-pandemia: e adesso?

Leggi la trascrizione

1:46 

Amy Bennett di Lightspeed Systems:

Benvenuti a tutti nella seconda parte della nostra conversazione post pandemia, 1 a 1, e adesso? 

1:57 

Nella prima parte, un paio di settimane fa, ci siamo concentrati sull'istruzione. 

2:02 

Oggi parleremo di dispositivi. 

2:05 

Più di 50 milioni di dispositivi sono stati spediti alle scuole K-12, solo nei primi 12 mesi della pandemia. 

2:13 

Ha superato di gran lunga le aspettative che le scuole avevano su ciò che avrebbero acquistato. 

2:18 

Ha davvero accelerato i progressi verso un 1 a 1 che le scuole stavano pianificando, ma andando avanti a un ritmo, non è certo quello che è finito per succedere. 

2:30 

Quindi ora, eccoci qui, hai più dispositivi di quanti ne avessi mai avuti prima. 

2:36 

Cosa fai con loro? Come sfruttarli al meglio? 

2:39 

È di questo che parleremo oggi. 

2:42 

Sono Amy Bennett, capo dello staff di Lightspeed Systems e il tuo moderatore per questa conversazione. 

2:49 

Incontriamo i nostri relatori. 

2:52 

Abbiamo Chris Herrington ed Elizabeth LeBlanc. 

2:55 

Sono dell'Istituto di insegnamento e guida, bentornato. 

3:00 

Abbiamo anche noi questa settimana, Nicole Allien. 

3:05 

Viene dalle scuole parrocchiali di Caddo, dove è tecnologa dell'istruzione e Lauren Speiser è un'insegnante d'asilo certificata dal consiglio di amministrazione. 

3:16 

Benvenuti a tutti. 

3:18 

Oltre ai nostri relatori, vogliamo assicurarci che tutti voi facciate parte della conversazione. 

3:24 

Quindi fai le tue domande, aggiungi i tuoi pensieri, usa semplicemente la casella delle domande nel pannello GoToWebinar. 

3:31 

Bene, entriamo nel vivo per iniziare davvero a contribuire. 

3:36 

Inizieremo con una domanda del sondaggio: da quanto tempo il tuo distretto è 1 a 1? 

3:44 

Scegli una di quelle risposte ti darà solo un paio di secondi per riempirlo. 

4:01 

Ok, altri cinque secondi per ricevere le risposte. 

4:12 

Vediamo cosa abbiamo. 

4:16 

Quindi, 25% delle nostre scuole non ci sono ancora, non sono 1 a 1. 

4:21 

Ma 50% è arrivato a 1 a 1 negli ultimi 0 o 2 anni, che è davvero un tempismo che si allinea con ciò che tutti noi abbiamo vissuto con la pandemia. 

4:34 

Allora Chris e Liz, cominciamo da voi. 

4:36 

So che lavori con centinaia di scuole in tutto il paese, in tutto il mondo, in realtà. 

4:42 

Corrisponde a quello che hai visto? I distretti erano già 1 a 1? 

4:47 

Ci sono saltati dentro durante ea causa della pandemia? Che cosa avete visto? 

4:55 

CH: 

Grazie Amy. Apprezzo essere qui oggi. Penso che i risultati di quel sondaggio siano piuttosto rappresentativi di ciò che vediamo in tutto il paese, in termini di iniziative 1 a 1. Ora, il nostro lavoro presso l'Istituto per l'insegnamento e la leadership, abbiamo la tendenza a lavorare di più con le scuole che hanno un'iniziativa 1 a 1 o sono sulla buona strada, perché ci concentriamo davvero molto su quale sarà il prossimo passo oltre l'1 a 1 iniziativa. 

5:23 

Tuttavia, nel nostro lavoro, incontriamo molte scuole che non hanno un'iniziativa 1 a 1, e ci sono diverse ragioni per questo. 

5:32 

A volte, è solo perché non hanno il supporto della comunità per farlo, o non hanno le risorse finanziarie, o non hanno il personale interno per poterlo supportare. Ma, sai, i programmi 1 a 1 esistono da anni, e penso che sia per questo che vediamo molte scuole, come hai visto nel sondaggio, da 4 a 6 anni, e anche di più, alcuni distretti scolastici sono stati coinvolti in programmi 1 a 1. 

6:00 

EL: 

E solo per aggiungere a ciò, quello che abbiamo visto nelle scuole e nei distretti che stavano lavorando con Amy, erano quelli che erano andati 1 a 1 o certamente in una disposizione molto migliore per capire se la pandemia di quelli che stavano di partire da zero, come, sai, come ci si potrebbe aspettare. 

6:19 

Ma l'altra cosa che abbiamo trovato davvero interessante, e penso, è una specie di pezzo che sembra un tabellone con cui abbiamo a che fare ora, è che anche i posti in cui, sulla carta, pensavamo, eravamo completamente 1 a 1. 

6:32 

Ci rendiamo conto che sono ancora lacune, c'erano ancora studenti e famiglie che l'iniziativa non stava raggiungendo per motivi diversi, forse più studenti in casa o esigenze in competizione all'interno della casa per un dispositivo. Oppure, sai, sono sottoserviti per l'accesso a Internet. 

6:50 

Quindi c'è ancora del lavoro da fare per assicurarci davvero che quell'iniziativa colpisca e serva davvero tutti gli studenti a un livello che permetta loro di avere accesso a quell'istruzione di alta qualità su cui abbiamo lavorato anche negli ultimi due anni, giusto, per poter consegnare virtualmente ibrido e di persona. 

7:09 

Quindi, solo per aggiungere qualcosa, abbiamo scoperto molto quando abbiamo iniziato a sostenere scuole e distretti in questo modo. 

7:21 

AB: 

Scusa, sono stato disattivato, ovviamente. Questa è una di quelle cose che accadranno almeno una volta ogni volta. Ora è fuori mano. 

7:28 

È davvero un ottimo punto. Anche questo, sai, non è una volta e basta. Non si tratta di acquistare i dispositivi e il gioco è fatto. C'è di più che va in esso. 

7:36 

E quel progresso da 1 a 1 è progresso, prima di tutto, ma poi continua. 

7:42 

Nicole, lo so, voi ragazzi di Caddo vi sentite come se foste vicini all'1 a 1 un paio di anni fa, prima che accadesse qualcosa di simile. Cosa avete visto e sperimentato veramente quando vi siete cimentati? 

7:53 

N / A: 

Sì, pensavamo di avere un piano in atto prima della pandemia. Eravamo diretti 1 a 1. Pensavamo di essere molto più vicini di quanto non lo fossimo. 

8:01 

E poi abbiamo scoperto che non eravamo, sai, siamo stati gettati in una situazione come tutti gli altri negli Stati Uniti e in tutto il mondo, e abbiamo guardato tutto ciò che avevamo e abbiamo pensato, oh, no. 

8:15 

No, non funziona, non sono aggiornati. Abbiamo bisogno di rinfrescarci. 

8:19 

Non siamo neanche lontanamente dove dovremmo essere. E abbiamo dovuto dire, OK, questa è una famiglia di tre persone, quindi avrete bisogno di condividere un dispositivo che abbiamo inviato a casa con voi. E dovevamo solo essere creativi nel modo in cui portiamo i dispositivi ai nostri studenti, perché non siamo davvero dove pensavamo di dover essere. 

8:37 

AB: 

Quindi sei andato e hai escogitato piani del genere, sembra una specie di famiglia per famiglia. Hai anche saltato sull'ordinazione di dispositivi o sulla ricerca di dispositivi negli armadi? 

8:49 

N / A: 

Assolutamente, abbiamo dovuto saltare sull'ordinazione dei dispositivi e, naturalmente, ci mettiamo in fila dietro ogni altro gruppo scolastico che ha dovuto ordinare i dispositivi. Ma sì, stavamo cercando negli armadi e nei ripostigli in fondo alle biblioteche, ovunque potessimo trovare qualcosa. Li stavamo cercando e usando. 

9:09 

AB: 

E ti sei sentito come se fossi abbastanza ben preparato abbastanza lontano. Lauren, avresti detto che lo eri meno. Non eri 1 a 1 prima della pandemia. Com'è stata per te quell'esperienza? 

9:22 

LS: 

Quindi avevamo dei dispositivi nella nostra scuola. Ora non era 1 a 1, ma ne avevamo abbastanza. Abbiamo iniziato con like, Mac e desktop. E poi stavamo effettivamente passando a Dell e Chromebook proprio prima della pandemia. Poi è arrivata la pandemia e i nostri studenti K -6 abbiamo avuto una discreta quantità di Chromebook. 

9:44 

Quindi sono stati in grado di ottenere i dispositivi abbastanza presto. Ma poi, sì, siamo rimasti bloccati con tutte le altre scuole e distretti che acquistavano Chromebook. Quindi i gradi più vecchi hanno dovuto aspettare un po'. Fortunatamente, molti studenti avevano già cose a casa che potevano utilizzare. E poi nell'ultimo anno, siamo stati completamente 1 a 1. Tutti gli studenti fino al pre-K, fino al 12° grado. 

10:08 

Tutti hanno Chromebook, quindi lo stavamo costruendo mentre andavamo avanti. 

10:12 

Ma devo dire che il nostro distretto aveva già un buon piano in atto per quanto riguarda l'utilizzo della tecnologia. Quindi non avevamo l'1 a 1, ma avevano già molte risorse digitali che i nostri studenti stavano usando in classe. Quindi è stato un po' utile, ma non è stato completamente zero, iniziando da zero. 

10:30 

Quindi penso che abbia aiutato un po', ma era, voglio dire, era ancora nuovo imparare a usare questi diversi dispositivi. Sento che per me come insegnante, una delle sfide più grandi è stata, ho un MacBook, ma tutti i miei studenti avevano Chromebook. Quindi, anche cercando di aiutarli, è stato come, va bene, dov'è il pulsante di avvio sul tuo, perché il mio è un po' diverso, tipo, quella è stata la parte difficile per me. 

10:50 

AB: 

Sì. Quindi è impegnativo. Come insegnante di classe, stai cercando di, essenzialmente bambini dell'asilo, stai cercando di aiutarli e non hai la stessa esperienza che hanno loro. 

11:00 

Sentiamo anche da molte scuole le sfide più sulla tecnologia e la tecnologia didattica, e come le stai aggiornando, gestendo, fornendo supporto tecnico ai genitori, tutte le diverse cose. 

11:12 

Ti sei ritrovato con un mix di dispositivi più ampio di quanto ti saresti aspettato a causa di quegli armadi, Nicole come l'hai affrontato? 

11:21 

N / A: 

Oh, assolutamente. 

11:22 

E ora, e lo dirò dal punto di vista della tecnologia didattica, abbiamo effettivamente impostato un numero di help desk per genitori e studenti. 

11:31 

Avevamo un'altra cosa per gli insegnanti. Ora abbiamo anche inviato un sondaggio: hai già un dispositivo a casa? 

11:39 

Perché se avessero un dispositivo a casa che fossero in grado di usare, allora potremmo dare un dispositivo della scuola a qualcun altro che semplicemente non ce l'ha. 

11:49 

Quindi abbiamo avuto un miscuglio, di sicuro. Cerchiamo di avere i nostri studenti K-2 sugli iPad, 3-5 con i Chromebook. 

11:59 

Quando invecchiano hanno laptop, sai, 6-12, alcuni Chromebook anche al liceo, ma sì, avevamo studenti sui desktop a casa. Gli studenti possiedono i loro libri Mac, e voglio dire, tutto, e noi come dipartimento dovevamo capire. 

12:14 

Abbiamo cercato molto su Google. 

12:16 

Perché se non fosse un dispositivo che avevamo già, dovevamo capire di quale pulsante stanno parlando, puoi FaceTime con me in modo che io possa vedere cosa stai guardando? Sai, è stato interessante, 

12:25 

AB: 

Giusto, e poi stai fornendo supporto tecnico in un modo nuovo rispetto alla maggior parte del tuo supporto, in cui gli studenti entrano in ufficio o consegnano qualcosa. 

12:38 

Un sacco di sfide lì. Liz, quando aiuti le scuole a elaborare i loro piani e a capire tutto questo, so che il consiglio che ho letto per molte scuole è stato, renderà le cose più facili ai tuoi insegnanti, se sei carina coerente con il tuo sistema operativo o il tuo dispositivo. 

12:57 

Lo dicevi, e come è cambiato, quando gli dai consigli, di come, hai solo bisogno di dispositivi ed ecco come puoi farlo funzionare. 

13:06 

EL: 

Destra? Intendo sì. Quindi c'è lo scenario ideale, giusto? 

13:12 

Chris e io ci scherziamo come nella migliore delle ipotesi. Riceviamo la chiamata prima che questo distretto abbia lanciato un'iniziativa per dispositivi 1 a 1 e questo è nel migliore dei casi, nonostante la pandemia, giusto? Nel migliore dei casi vogliamo che questo sia qualcosa di veramente ben pensato e Chris eccelle davvero nell'incontro con la leadership distrettuale e nell'aiutarli davvero a sviluppare la loro visione. 

13:34 

Per come vogliono che sia l'insegnamento e l'apprendimento. 

13:38 

Prima ancora di arrivare alla domanda su che tipo di dispositivo, che tipo di curriculum, che tipo di consegna, che tipo di implementazione ci sarà, di che tipo di PD gli insegnanti hanno bisogno per renderlo efficace? Ma abbiamo davvero, sai, una specie di otto percorsi diversi attraverso i quali stiamo guidando i distretti e il tempo atterra con loro. E ancora, questo è lo scenario ideale. 

13:58 

Sai, quello che è successo di più durante la pandemia e quello che succede spesso è che riceviamo la chiamata dopo che hanno fatto un lancio 1 a 1 e c'è l'effetto che non c'è. Non stanno vedendo cambiamenti sostanziali nel rendimento o nella crescita degli studenti. Oppure, sai, non sta ancora avendo un impatto trasformativo, e di solito è perché quel tipo di lavoro veramente intenzionale non è stato fatto prima. 

14:21 

E Chris, posso lasciarti parlare ancora un po'. 

14:24 

Perché spesso sei tu quello che li sta aiutando ad andare un po' indietro prima che possano andare avanti. 

14:33 

E ovviamente durante la pandemia, quel tempo, quel tempo davvero profondo e riflessivo, non era un lusso che abbiamo sentito. Siamo fiduciosi. 

14:39 

Penso per me, e poi lo proporrò a Chris, ma parte di questo ora, cos'è quel rallentamento e riflessione, tipo, come vorremmo che le istruzioni fossero veramente ora che abbiamo il tempo di progettarle in modo appropriato, e effettivamente, Chris, cosa mi sono perso? E sto parlando molto del tuo ruolo. 

15:00 

CH: 

Si. L'intera idea di fare qualche passo indietro e quando entriamo e lavoriamo con il distretto scolastico, dopo che hanno già iniziato, si spostano un po' lungo il percorso. È difficile. A volte hai un mix di diversi dispositivi e diversi sistemi operativi, come Nicole ha alluso e inesperta stessa, e questo crea solo alcuni ostacoli che devi superare. 

15:24 

E quando ero un direttore tecnologico per un distretto scolastico in una vita diversa, abbiamo seguito la strada dell'offerta, porta il tuo dispositivo, e questo si è rapidamente trasformato in un piccolo incubo per noi. 

15:37 

Per non dire che può funzionare, ma è stato davvero difficile per noi, perché avevamo tutti questi dispositivi diversi ed eravamo così impreparati a essere in grado di fornire supporto tecnico per tutti quelli. Quindi, si mette davvero in mezzo alle cose e onestamente prima o poi, quei bambini che stavano usando i loro dispositivi domestici, alla fine hanno detto, voglio solo un dispositivo scolastico, perché so che funzionerà, avrà il software che Ho bisogno. E, una volta che le cose vengono standardizzate lì, rende la vita molto più semplice per il tuo dipartimento tecnologico. 

16:06 

Rende molto più facile per gli insegnanti perché ora non devono fornire un po' di supporto tecnologico al volo per tutti questi diversi dispositivi, il che onestamente toglie molto tempo al lavoro con i bambini e all'apprendimento. Quindi, questo è un punto molto importante che hai fatto lì, Amy, sul sistema operativo coerente, che un certo livello di standardizzazione. 

16:22 

AB: 

Bene, ed entrambi avete colto la differenza tra l'ideale e la realtà e questo è un divario che tutti stanno affrontando ora e, sapete, anche all'interno dell'ideale, ho parlato con molte scuole che vogliono un certo grado di standardizzazione. 

16:48 

Forse sono tutti i bambini dell'asilo su iPad e la scuola media è diversa, o è per classe o classe o alcune cose piuttosto che un mix di classi, ma indipendentemente dalle scuole che guardano a un qualche tipo di mix. 

17:02 

Quindi cosa, cosa consigli alle scuole in termini di come far funzionare tutto questo? 

17:07 

Sembra che LMS sia stata una grande cosa che è emersa all'inizio della pandemia. 

17:11 

Ad esempio, abbiamo bisogno di un luogo e un modo standard per condividere file, ad esempio, perché ora abbiamo tutti i tipi di dispositivi, quali sono alcuni strumenti fondamentali che fanno funzionare tutto ciò? 

17:24 

CH: 

Intervengo di nuovo, non voglio ingoiare tutto il tempo qui, ma, sì, lo sai, quello che sperimentiamo, e, ancora, Nicole, penso che tu, lo vivi in prima persona quando sei gettato in una situazione come la chiusura di una scuola e il fare affidamento su tutta la tecnologia, e in realtà non hai avuto il tempo che ti aspettavi di poter pianificare tutto questo. Le cose possono essere davvero difficili. 

17:49 

Ma direi, Amy in un mondo perfetto, se hai la conversazione su come vogliamo che l'insegnamento e l'apprendimento siano in futuro, e poi inizi a sostenere i pezzi tecnologici che lo supporteranno effettivamente, questa è la strada da percorrere. Ci vuole un po' di tempo per farlo. Non è, voglio dire, di solito ci vuole circa un anno o giù di lì per lavorare con il distretto scolastico per portarli in quel posto dove ora possono iniziare a comprare l'attrezzatura con intenzionalità. Se ce l'hanno già, ovviamente, come abbiamo detto, dobbiamo accontentarci di dove siamo. 

18:19 

Ma una volta che sai cosa stai cercando di realizzare in modo didattico, puoi trovare i dispositivi che funzioneranno per te. 

18:26 

E quando hai quei dispositivi, puoi guardare la compatibilità dei contenuti digitali e la compatibilità del tuo LMS. 

18:35 

E inoltre, qualsiasi sistema informativo per studenti che potresti avere. Oppure sistemi di valutazione degli studenti per tenere traccia dei dati sui risultati degli studenti. 

18:44 

Con tutte queste cose integrate incompatibili, è allora che puoi davvero iniziare a vedere alcuni miglioramenti e innovazioni nel tuo processo di insegnamento e apprendimento. 

18:53 

AB: 

Penso che sia un ottimo punto per lavorare a ritroso, pensando a quali sono i tuoi veri obiettivi per far funzionare tutto insieme. E poi legato a questo non c'è solo il software, non solo la tecnologia, ma alcuni dei processi e Nicole tu ed io stavamo parlando di come sarebbe portare i dispositivi a casa, giusto? 

19:13 

Dimmi, racconta a tutti un po' di quello che hai fatto prima della pandemia durante la pandemia e di come sarà per il prossimo anno in termini di dispositivi che restano a scuola per tornare a casa o qualche altro mix. 

19:25 

N / A: 

Quindi prima della pandemia non portavamo a casa i dispositivi. 

19:30 

Immagino che abbiamo 58 siti scolastici, quindi potrebbero esserci stati un paio di citazioni che dicevano, ehi, siamo pronti e questi ragazzi possono portare le loro cose a casa, forse più al liceo ma colpisce la pandemia, non avevamo tutto per manda a casa. 

19:46 

Abbiamo avuto, sai, come abbiamo detto, abbiamo appena preso tutto dagli armadi, dai magazzini, dalle biblioteche, dalle aule, dai carrelli, non ho mai visto un carrello rotto così in fretta fino a quando, sai, marzo, ci buttiamo dentro tutto fuori di esso. 

19:58 

Ma, um, quindi, li hanno portati a casa, sono venuti a prenderli, li hanno controllati e li hanno portati a casa? 

20:04 

Quando è arrivata l'estate, li abbiamo recuperati, sai, sono tornati, li hanno ricontrollati, potremmo o meno aver ricevuto tutto ciò che abbiamo mandato indietro, e va bene. 

20:16 

Quindi, le scuole che ricominciano, recupereranno quei dispositivi, lo faranno, ogni studente avrà posseduto dispositivi, li avrà controllati, viaggeranno da e per, voglio dire, guarda dove siamo oggi. 

20:26 

Quello che dicono le notizie oggi, non so che potremmo iniziare la scuola e due settimane dopo, non saremo più a scuola. Quindi, vogliamo che quei dispositivi viaggino da e verso. E vogliamo che siano in grado di usarli e pronti a partire, sai, in un attimo. 

20:41 

Quindi, per noi, là, verranno da e per la scuola, e in estate, verranno ricontrollati dentro di noi e faremo tutte le cose che dobbiamo fare loro. 

20:51 

E, sai, aggiornali, dai un'occhiata, vedi se dobbiamo ripararne qualcuno e tutto quel genere di cose. 

20:57 

Ma il piano è mandarli. 

21:01 

AB: 

Immagino che alcune delle cose che ti hanno impedito di mandare il dispositivo a casa, come se si perdessero lì, si rompessero. Come faremo a fargli dire, come funzioneranno tutte queste cose? 

21:12 

Dovevi solo capirlo e affrontarlo. 

21:14 

E ora che hai avuto, ora che hai, puoi davvero andare avanti, ecco perché lo stiamo facendo, ecco come appare, ecco come renderlo davvero fantastico. 

21:23 

Questo 24-7, opportunità di apprendimento, non bambini sui dispositivi, 24-7, ma un'opportunità. 

21:31 

Liz, dove ti butti lì dentro? 

21:33 

EL: 

Ero, in realtà, non intendo, sai, stai moderando alla grande, Amy. 

21:38 

Ho una domanda successiva per Nicole, che era, come stavi parlando, a cui stavo pensando, prima, hai davvero esemplificato, credo, un sacco di soluzioni creative che tutti noi abbiamo con. E, sai, sono stati implementati come cerotti, giusto? 

21:53 

Abbiamo trovato queste soluzioni molto rapidamente, perché erano necessarie. 

21:57 

Um, ma mi chiedevo cosa di quelli il tuo distretto potrebbe aver tenuto, o potrebbero essere cose su cui stai crescendo per il prossimo anno. C'erano cose che hai fatto come cerotto che ha funzionato e che stai mantenendo nei tuoi processi? 

22:11 

E spero che sia andato tutto bene, Amy? 

22:13 

AB: 

Sì, naturalmente. 

22:16 

N / A: 

Beh, una delle cose, penso, che dovevamo assolutamente fare come cerotto, sai, stiamo lanciando dispositivi a quella gente, ma abbiamo dovuto trovare molto rapidamente un qualche tipo di accordo, sai, tra scuola, e in genitore, o scuola, e studente, o qualsiasi altra cosa. questo dispositivo è un prestito per te. 

22:35 

Quel genere di cose che dovevamo fare, dovevamo farle firmare e, ovviamente, abbiamo rinnovato l'accordo. 

22:40 

Abbiamo visto alcune cose, tipo, oh, questa è tornata con uno schermo rotto, o questa ha le chiavi mancanti o altro, quindi abbiamo dovuto rinnovare il nostro accordo. Ma questa è una cosa a cui abbiamo sicuramente pensato così come l'accordo tra il sistema scolastico ei genitori. 

23:00 

Un'altra cosa che dovevamo fare era trovare un modo per questi studenti che non avevano accesso a Internet di essere in grado, sai, di usare il dispositivo per partecipare all'incontro con il loro insegnante o altro. 

23:13 

Quindi abbiamo dovuto acquistare punti caldi e inviarli in quelle aree rurali e lasciare che quegli studenti prendessero in prestito quei punti caldi. 

23:22 

Dovevamo anche farlo, avevamo una partnership con il nostro ISP locale per prezzi agevolati per i nostri studenti che non potevano permettersi un servizio Internet. Quindi, queste sono cose che stiamo continuando a fare. 

23:32 

Ci stiamo ancora provando, hai la nostra community e le partnership con essa, ed essere in grado di fornire quel genere di cose. 

23:38 

È qualcosa che dovremo continuare a fare per quegli studenti. 

23:43 

AB: 

Quei progressi nella connettività per più studenti, penso, sono una delle cose che è bello vedere continuare. 

23:53 

Non importa se gli studenti torneranno a scuola o meno. Ha appena aperto così tante opportunità, così tanta equità su tutta la linea. 

24:01 

Lauren, parla di alcune di quelle cose su cui Nicolle ha colpito, dal tuo punto di vista, specialmente pensando a una maestra d'asilo, a bambini dell'asilo, a portare i dispositivi a casa. 

24:11 

Che aspetto aveva? E quali sono state alcune delle lezioni apprese per te? 

24:17 

LS: 

Quindi l'unica cosa che volevo menzionare era, parlando della cosa del cerotto, una cosa che mi sento come se avessimo imparato attraverso questo era solo essere in grado di connettersi con le famiglie. Ora, ovviamente, come insegnante, cerchi sempre di raggiungere le famiglie, ma ce ne sono sempre alcune che non riesci a trovare. Ma sei sempre come va bene, i loro figli vengono a scuola, come sfortunatamente c'è un esaurimento ma come se il loro bambino fosse ancora qui e stesse ancora imparando ma durante la pandemia tipo, non siamo riusciti a contattare alcune famiglie e non l'abbiamo fatto sapere dove erano in quarantena. Quindi cercare di trovare come ottenere loro il Chromebook, ecco cosa è difficile. E sento che abbiamo un piano un po' migliore in atto. 

24:53 

Voglio dire, c'erano ancora dei genitori e ci è voluto un po' per entrare in contatto con loro, e avevamo persone come il nostro personale di front office che andavano davvero a casa delle persone, per vedere se vivevano lì. Avevamo, sai, dei traduttori. Avevamo un sacco di risorse diverse che credo utilizzeremo di più. Quindi ora, nel caso, sai, bussare al legno, questo non accada di nuovo, ma, sai, se questo dovesse accadere, di nuovo, assicurandoci che possiamo davvero raggiungere quegli studenti in quelle famiglie più velocemente. 

25:20 

Quindi era come un dato della big band su cui abbiamo lavorato, ma per quanto riguarda l'aspetto 1 a 1 nel nostro futuro. Quindi, in questo momento, saremo ancora 1 a 1, pre-K a 12 durante l'estate. I nostri studenti potevano tenere i loro Chromebook se volevano. Sono ancora prestati a loro. È in prestito a loro, è sotto il loro account. Alcuni genitori hanno scelto di riconsegnarli durante l'estate se non volevano essere responsabili per loro, o se non stavano nel nostro distretto. Li hanno consegnati. 

25:48 

Ma, come alcuni dei miei studenti dello scorso anno, frequentavano la scuola estiva e nel nostro distretto avrebbero potuto essere di persona o virtuali. Quindi loro, alcuni di loro lo usavano per la scuola estiva. Alcuni lo usano per altre cose. Ma i bambini dell'asilo in arrivo. se non partecipano a un programma prescolare nel nostro distretto, riceveranno i Chromebook. Stanno ancora cercando di capire come sarà esattamente, se rimarrà a scuola per l'inizio dell'anno, se verranno mandati a casa. La mia preferenza personale è come il primo mese, tipo, tenerlo a scuola, che possiamo insegnare loro come usarlo e cose del genere. Ma di nuovo, tipo, non so cosa riserverà il futuro, ed è anche un po' spaventoso pensare, oh sì, andranno a casa un fine settimana, e poi potrebbe essere andato per un paio di settimane, mesi. Cercare di capire come la soluzione migliore, ma è difficile, specialmente con quegli studenti più giovani che devono portare anche solo lo zaino pesante come quegli zaini sono pesanti. Sai, sono rimasto sorpreso come, i Chromebook non sembrano pesanti, ma lo metti nello zaino di un bambino, è proprio come intenso. 

26:45 

Quindi sì, ci sono ancora alcune di quelle cose su cui devi lavorare. E inoltre, proprio come la sicurezza sia del computer che della sicurezza degli studenti. Abbiamo un sacco di camminatori come è spaventoso pensare che ci sia un bambino di cinque anni che va in giro con esso, dispositivo digitale nel suo zaino. Quindi, le cose si stavano ancora appianando. 

27:02 

AB: 

Sì, molte cose a cui pensare. E sai, stai parlando del fatto che odierebbe mandare gli studenti a casa senza un dispositivo, e poi ne hanno bisogno per lunedì. 

27:14 

Penso che la lezione che molte persone hanno imparato 16 mesi fa a marzo 2020 fosse quella di essere preparati a tutto. Questa è la cosa migliore che puoi fare. 

27:26 

E ti dispiacerebbe essere di nuovo al tavolo, distribuendo Chromebook che sapevamo potesse succedere. Quanto influisce la varianza, per tutti voi, sui piani per il ritorno a scuola. 

27:40 

Un paio di mesi fa, tutti erano entusiasti di tornare nelle aule di persona. 

27:46 

Stai davvero pianificando 100% su questo, sembra un po' diverso in questo momento con la varianza? 

27:52 

Lauren, stai annuendo, quindi vai avanti per primo. 

27:55 

LS: 

Stavo solo per dire il nostro piano per ora, e, di nuovo, questo potrebbe cambiare in, sai, un'ora, ma il piano è che saremo ancora completamente, tornando alla scuola tradizionale, di persona . Ora, il nostro distretto ha, per K a 6, o pre-K a 6, un'opzione che potrebbe essere digitale, ma sarebbe una specie di entità separata, ed è come un impegno di un anno intero. 

28:18 

Ma il piano è che siamo di persona e, di nuovo, avremo dispositivi 1 a 1, ma, incrociamo le dita, non saremo su Google Meet. Ma dovremo vedere cosa succede, sfortunatamente. 

28:32 

AB: 

Che ne dici di Caddo, Nicole? 

28:35 

N / A: 

Sono con Lauren, sai, le cose potrebbero cambiare in un'ora. In questo momento, il nostro piano è tornare a scuola. 

28:42 

Facciamo, come ha fatto Lauren, una specie di opzione virtuale per ogni livello scolastico, quindi sai, questo è il nostro piano. 

28:51 

Speriamo che rimanga lo stesso. 

28:55 

AB: 

Quindi, abbiamo sentito voi due, scopriremo cosa stanno pianificando i nostri partecipanti per il prossimo anno scolastico. Quali opzioni di apprendimento offre il tuo distretto? 

29:07 

Torna a scuola, completamente di persona, virtuale remoto o ibrido. Puoi selezionarne uno o più. 

29:24 

Diamogli altri cinque secondi. 

29:35 

Bene, quindi, i nostri partecipanti, come Nicole e Lauren, stanno davvero pianificando di imparare completamente di persona, riportando gli studenti in classe. 

29:44 

Questo è ciò che tutti sperano qui, con alcune opzioni per più remote e virtuali o ibride. 

29:53 

Penso che valga la pena parlare di quale sia la differenza tra queste opzioni. 

29:58 

L'ibrido contro il telecomando, Lauren e Nicole hanno parlato di come sono le loro scuole, ma Chris, lo stavi spiegando molto bene. Raccontaci di questo. 

30:08 

CH: 

Sì, quindi, um, e in quei risultati del sondaggio, mi sento rappresentativo delle conversazioni, Elizabeth ed io stiamo frequentando le scuole in cui tutti desiderano davvero che questo torni all'apprendimento faccia a faccia, c'è così tanto che facciamo bene in un ambiente faccia a faccia, tuttavia, stiamo vedendo che ci sono alcune scuole che lo sono, ci sono alcune famiglie che hanno detto, sai, questa cosa dell'apprendimento online funziona davvero per me e per la mia famiglia. Quindi, ora ci sono scuole che stanno intensificando i loro sforzi per essere in grado di fornire sempre più di queste opzioni completamente virtuali. Sai, quindi hai dei bambini che tornano faccia a faccia. Ci sono alcune famiglie e bambini che scelgono di essere completamente online e ci sono alcune scuole che stanno facendo questa cosa ibrida. 

30:51 

E quello che intendo dire è che danno ai bambini alcune opzioni, puoi seguire alcuni corsi faccia a faccia e alcuni corsi online, o, e ci sono alcuni pezzi di questo, ancora dove c'è conversazione che consente ad alcuni studenti di venire solo per i corsi faccia a faccia di cui hanno bisogno, e questo può significare solo due giorni alla settimana. 

31:11 

Penso che queste opzioni siano in minoranza, solo perché sono difficili da fare a meno che tu non abbia una struttura costruita in quel modo. Come se Elizabeth avesse una scuola dove lavora, dove ha quel tipo di opzione ibrida incorporata, è solo una parte del loro DNA. 

31:27 

Ma, um, sai, penso, ciò che le scuole hanno capito, tuttavia, è che dobbiamo essere preparati a tutto. 

31:36 

Quindi, mentre hanno queste diverse opzioni, c'è qualcosa in fondo alla loro mente, sai, i dirigenti scolastici pensano a dire, sai. Le cose potrebbero cambiare di nuovo. 

31:45 

E, fino a questo punto, hanno avuto queste conversazioni su, avremo maschere obbligatorie o no? 

31:54 

Ora con gli annunci più recenti provenienti dal CDC, posso solo immaginare le conversazioni stressate e stressanti che stanno avvenendo nei distretti scolastici a questo punto, ma al punto che è stato fatto prima, conosci le varianti e, sai, è sconosciuto come saranno le cose. 

32:14 

So per certo che i dirigenti scolastici stanno pensando che dobbiamo essere preparati a tornare completamente al digitale, quindi quelle altre opzioni, l'ibrido e l'online, sono molto sul tavolo per aumentare, con il passare dell'anno. 

32:29 

AB: 

Stavo per consegnarlo a te Elizabeth così grande, salta subito dentro. 

32:33 

EL: 

Scusa, capisco, sai come sono Amy, mi eccito. Stavo solo per dire che sembra quello che stiamo vedendo perché avevamo già incontrato tutti quei diversi tipi di modelli in precedenza, giusto? Come l'ibrido, sai, di persona, diversi gradi di virtuale. 

32:53 

Sembra che quello che stiamo vedendo ora siano scuole e distretti che vogliono aiuto per farli lavorare insieme in qualche modo in modo che lo studente, dal punto di vista dello studente, possa avere un'esperienza coerente e coesa di apprendimento all'interno della scuola, attraverso quei contesti, Giusto? Quindi possono passare in qualche modo, da un modello virtuale a un modello ibrido. Di persona, senza interruzione totale, che è ciò che sperimentiamo. Ma, sai, li abbiamo fatti tutti, ma li abbiamo fatti un po' in sequenza. 

33:22 

Questo è un modello più simultaneo che spero stia emergendo, almeno, alcune delle richieste che abbiamo ricevuto da scuole e distretti sono state accolte per aiutarli a costruire qualcosa che si adattasse davvero a tutto questo. 

33:35 

E in un certo senso direi che sia la necessità di flessibilità a livello di singolo studente, rendendosi conto che le dinamiche familiari potrebbero cambiare, che gli studenti sono influenzati in modo diverso dalla pandemia. 

33:47 

E quindi quel pezzo di flessibilità di cui parlava Chris era enorme. 

33:51 

Ma poi anche, penso che, um, un po' come, davvero incline al blended, questa idea che, ehi, ciò di cui uno studente ha bisogno da noi, la quantità di tempo di cui ha bisogno nel campus. 

34:02 

Potrebbe non essere necessario adattarsi al modello di cinque giorni alla settimana, dalle otto alle quattro. 

34:08 

Sappiamo che il modello tradizionale che è stato davvero rinchiuso per così tanto tempo, è stato fatto a pezzi l'anno scorso, e c'è resistenza a, tipo, semplicemente rimetterlo insieme e dire, oh, questo è, questo è ciò che torniamo indietro a. Destra? 

34:20 

Stiamo vedendo molte più variazioni e ciò che le persone stanno inventando, il che è davvero fantastico, perché sta cercando un apprendimento più centrato sullo studente. 

34:28 

AB: 

È qualcosa a cui stanno guardando le aziende, giusto? 

34:31 

Questo è ciò che tutti hanno sperimentato e, come ha detto Chris, quell'ibrido misto è il più difficile. 

34:39 

Lo vedi di più per le classi superiori o funziona per gli asili nido Laurens? 

34:49 

EL: 

Voglio dire, l'ho visto funzionare, non specificamente per i bambini dell'asilo di Lauren, ma per altri. In effetti, alcuni dei modelli più belli e carini che avrebbero riguardato, come, come si costruisce un'esperienza di apprendimento? Ma coinvolgente per un bambino dell'asilo, è virtuale o ibrido. 

35:07 

E quelli che abbiamo visto che hanno avuto più successo sono, per tornare al tuo punto, Nicole, in un modo diverso. 

35:13 

Quel pezzo della comunità è stato davvero enorme. E usare la loro esperienza è stato davvero enorme. 

35:18 

Quindi, voglio dire, puoi costruire modelli che li invitano davvero a, sai, tipo, andare nella tua cucina, prendere queste cinque cose. E ora, stiamo tutti facendo esperimenti per la scienza. 

35:30 

Quindi, ho insegnato prima e seconda elementare in classe. Quindi, è davvero, è un posto di cui sono davvero entusiasta. Quindi, sappiamo che può succedere, che l'abbiamo visto accadere in modo efficace. 

35:40 

Ma, sai, per tornare a ciò che le persone, ciò che stiamo vedendo a un livello più grande, e, Chris, sai, quei modelli scuola nella scuola sono davvero ciò che sta venendo fuori. 

35:50 

Rendendosi conto che vogliamo mantenere i nostri studenti e le nostre famiglie in contatto, fanno parte della nostra comunità di apprendimento, anche se le loro esigenze sono davvero diverse, giusto? Quindi, non vogliamo solo essere, tipo, stiamo offrendo solo di persona. 

36:01 

La maggior parte delle persone sta cercando di offrire qualcos'altro alle proprie famiglie come un'altra Opzione B all'ibrido, o essere completamente virtuale, e la domanda, tuttavia, quello che stiamo vedendo, solo le ampie generalizzazioni delle famiglie, tende ad essere dalla scuola media alle superiori scuola. 

36:21 

La maggior parte delle famiglie è più entusiasta di mandare i propri studenti più giovani a stare di persona, per avere quella socializzazione. Quindi, e non so se questo, Lauren o Nicole, se è così, se lo stai vedendo anche tu. 

36:31 

N / A:  

Sì, l'abbiamo fatto di sicuro, ma abbiamo avuto la nostra scuola elementare a tempo pieno, K-5. E poi 6-8 aveva un modello ibrido. Si incontravano faccia a faccia quattro giorni alla settimana, erano virtuali il venerdì, e lo adoravano, tipo, è stato davvero fantastico per loro. 

36:58 

Questo è quello che abbiamo visto, e non conosco i piani completi per quello che faremo nel prossimo anno scolastico, ma non sarei sorpreso se fosse un'opzione, di nuovo, perché a loro è piaciuto davvero. 

37:12 

AB: 

Stai annuendo, Lauren, che ne dici dei tuoi bambini dell'asilo? 

37:16 

LS: 

Sì, quindi l'anno scorso, tutto il nostro distretto, ora hanno separato chi sarebbe andato di persona, un po' come prima e ci hanno spostato, e ma abbiamo fatto l'ibrido più o meno verso marzo, un anno, dopo la chiusura, siamo venuti e abbiamo fatto l'ibrido e, sai, sicuramente è stato decisamente impegnativo. 

37:31 

Ma penso che molte famiglie, per questo prossimo anno, scelgano di persona. 

37:42 

Ho avuto un paio di studenti che oi miei bambini dell'asilo l'anno scorso e stanno andando in prima elementare che faranno la scuola virtuale. 

37:50 

A causa di altri problemi di salute, come se il loro bambino avesse problemi di salute, ma penso che un pezzo importante con i gradi più giovani, sia l'assistenza all'infanzia. Ad esempio, devi avere qualcuno con loro e giustamente. Sì, no, i bambini di cinque anni dovrebbero essere lasciati da soli, e penso che anche questa sia una parte importante, è solo che le famiglie non possono stare a casa, non che non vogliano, ma semplicemente possono' t stare a casa con i propri figli. Mentre, alle medie e alle superiori, possono essere un po' più indipendenti. 

38:18 

Possono essere da soli più facili che di nuovo a 4 o 5, 6 anni. 

38:26 

AB: 

Puoi fare molto su Zoom e Google Meet ma non fare da babysitter a bambini di cinque anni, giusto? Abbiamo ricevuto alcune domande da Lauren. 

38:35 

La gente voleva sapere come hai fatto funzionare con, con quei giovani studenti, strumenti, trucchi, suggerimenti. 

38:44 

Come si fa a tenere un bambino di cinque anni impegnato nell'apprendimento sullo schermo di un computer? 

38:49 

LS: 

Beh, la prima cosa che voglio dire, perché so che molte persone pensano, oh, l'asilo, deve essere stato terribile. Tipo, sarà pazzesco. Sento che la cosa speciale dell'asilo è che è il loro primo anno di scuola. Tipo, sì, alcuni bambini vengono dall'asilo, sì, sono all'asilo, ma è il loro primo anno di scuola a tempo pieno, sai, sette ore, cinque giorni alla settimana. Quindi mi sento come se, per i miei studenti, non sapessero cosa si stavano perdendo, perché è tutto il giorno che ci sono novità, era Google Meet. Ora non sto dicendo che sia una grande cosa. 

39:17 

Ma mi sento come se avessero ancora il nostro primo anno di scuola. Semplicemente non era quello che avevano i loro fratelli. Quindi non penso che sia stato molto, mi sento come se ogni volta che vado su Twitter, o, sai, vedi sui social media, tutti sono come, oh, i bambini dell'asilo hanno avuto il momento peggiore, e io sono tipo, ma non gli piaceva, non sapevano proprio altro. 

39:35 

E per me, e mi sento come se il mio distretto fosse, come se fossimo molto intenzionati a come stavamo facendo il nostro insegnamento. Come per me, stavo ancora insegnando le stesse cose. Usiamo ancora la stessa lettura, curriculum, il nostro stesso curriculum di matematica. Era semplicemente digitale, quindi, sì, siamo strumenti digitali, quindi non è così pratico, cosa che mi è mancata molto, e abbiamo fatto del nostro meglio. Potremmo fare quelle cose pratiche. Abbiamo provato a dire, OK, tipo, prendi un diario, prendi una lavagna a secco. Non puoi sempre garantire che uno studente lo abbia. 

40:05 

Ma penso che per me, questo è ciò che ha reso quest'anno un anno normale, in mancanza di una parola migliore, perché non stavano ancora ricevendo il curriculum dell'asilo, si stavano ancora incontrando, voglio dire, sono stati fantastici quest'anno, come se si riattivassero. Parlerebbero. Avrei messo un timer durante la transizione e avrebbero semplicemente parlato tra loro. Sento che la nostra comunità era quasi ancora più forte, solo perché, tipo, abbiamo visto i loro fratelli, abbiamo visto i loro animali domestici. Abbiamo visto mamma e papà, nonna, tipo, vorremmo, solo, abbiamo incontrato le loro famiglie dove, in un modo tradizionale, potremmo non essere all'altezza, perché, di nuovo, molte famiglie lavorano e non possono entrare. non riesco a sentire cosa dice l'insegnante. Non possono. 

40:46 

Non sanno come spieghiamo le cose. Voglio dire, quindi, risale all'intera, sai, discussione centrale comune delle famiglie che non sanno come sono gli standard. 

40:54 

E per quanto possiamo fare, sai, tornando alle serate scolastiche, possiamo fare quegli incontri, avere dei genitori, solo ascoltare quello che stiamo dicendo. 

41:01 

Sento di aver avuto un ottimo rapporto con le mie famiglie, con i miei studenti quest'anno, che spero di trasferire negli anni futuri. 

41:10 

E per tornare alla domanda di tutti su come, gli strumenti, tipo, onestamente, usiamo strumenti più o meno simili a quelli che uso in classe, ma continuavamo ad avere quelle pause di movimento. Mi sento quasi come se fosse più facile per me dire, OK, vedo che stiamo diventando agitati. Mettiamo su una tagliatella. Facciamo Cosa preferiresti? Preferiresti farlo? Allora fai salti mortali? Preferiresti farlo e stiamo facendo lo sai gli squat? Considerando che nella mia classe se voglio mettere su un Go Noodle è come, OK, ora collegherò il mio proiettore, devo collegare il cavo e poi ci vogliono, sai, tre minuti in più, sai, allora i bambini sono rotolando sul pavimento. 

41:46 

Voglio dire, era solo intenzionale quello che stavamo facendo, ma anche, di nuovo, semplicemente divertirci con loro. Ad esempio, avevo degli animali di peluche accanto a me. Il mio cane entrava, tipo, era solo, era ancora un momento divertente. 

41:58 

AB: 

Adoro il modo in cui stai mettendo in evidenza così tanti aspetti positivi, così tante cose che hai ottenuto da questa esperienza che non avresti avuto prima, quel picco, nella vita degli studenti. 

42:08 

Un nuovo modo di intendere, come loro come persone intere con le loro famiglie, i loro animali domestici e tutto ciò che li circonda. 

42:16 

Sentiamo una cosa molto simile su un argomento, voglio assicurarmi di colpirlo, perché viene fuori tutto il tempo, che è la sicurezza degli studenti, la salute mentale, quelle preoccupazioni. 

42:27 

Perché quando non vedevamo gli studenti di persona, era facile preoccuparsi. Ad esempio, non avrò quella faccia da faccia, non camminerò lungo il corridoio oltre il consulente. 

42:38 

Ma quello che molte scuole hanno visto è che la tecnologia e gli strumenti danno loro un'ulteriore visione che probabilmente è la cosa migliore nel complesso, ma è un'altra visione che hanno le scuole. Nicole, so che avete sperimentato un sacco di cose al riguardo. Dicci dicci come ti sembra Caddo. 

42:58 

N / A: 

Bene, posso dire che marzo 2020 ci ha portato molti problemi di sicurezza degli studenti. Avevamo la quantità normale che hanno tutti gli altri, immagino. 

43:10 

E quando tutti sono tornati a casa, abbiamo visto un aumento delle cose con il nostro sistema di sicurezza degli studenti. 

43:17 

Abbiamo dovuto parlare con molti studenti, mettere in contatto molti studenti con i consulenti perché non venivano a scuola tutti i giorni. 

43:26 

E alcune delle cose che direbbero è, c'è, non riesco a vedere nessuno, sono bloccato in questa casa senza nessuno, ma la mamma e il papà, il cane e il fratello e non mi piacciono mio fratello e, sai, voglio solo andare a trovare i miei amici. 

43:39 

E, così abbiamo visto, non potevo nemmeno darti una buona percentuale, ma era molto più alta del normale. 

43:49 

Riteniamo che il fatto che i nostri studenti siano stati in grado di avere dispositivi a casa con loro e il nostro sistema di studenti sia stato in grado di rilevare le azioni che erano, le cose che stavano digitando, dicendo o scrivendo, le cose che stavano cercando su Google e cercando, ci ha davvero aiutato. 

44:09 

Penso che senza il nostro passaggio all'1 a 1, penso che avremmo potuto avere degli eventi catastrofici nella nostra comunità. Ho risposto alla tua domanda? 

44:24 

AB: 

Sì, l'hai fatto e stai parlando del tipo di monitoraggio di alcune di queste attività che erano molto preoccupanti. Abbiamo letto tutti gli articoli sulla crisi della salute mentale, una sorta di escalation sotto la pandemia per adulti e bambini attraverso l'isolamento, la depressione e tutte quelle cose. 

44:45 

Sono curioso di sapere se provi qualcosa che si lega a ciò che diceva Lauren, dove prendi queste informazioni e raggiungi i genitori e crea connessioni e comunità più forti in quanto può essere positivo.  

45:04 

N / A: 

L'abbiamo fatto, abbiamo dovuto contattare molti genitori. Ci siamo collegati molto, come ho detto, molti consulenti erano collegati, molti studenti. E sono stati in grado di stare al passo con loro e, sai, parlare con loro ogni giorno o settimanalmente o qualunque cosa abbiano organizzato. 

45:16 

Questo ci ha anche spinto ad andare avanti e a mettere in atto un altro programma di apprendimento socio-emotivo per il prossimo anno. Quindi, questo prossimo anno scolastico, i nostri studenti avranno 20 minuti al giorno in un nuovo programma con apprendimento socio-emotivo. 

45:31 

Perché noi, sai, loro sono ciò di cui ci occupiamo, sai, veniamo per loro. 

45:39 

E quindi, vogliamo tenerli al sicuro, e vogliamo assicurarci di poter fare di tutto affinché ciò accada. 

45:45 

Quindi, questa è una cosa che il nostro piccolo sistema di sicurezza ha suggerito, è che noi lo facessimo. 

45:54 

AB: 

Mentre entriamo nei nostri ultimi 10, 15 minuti qui, pensando a dove abbiamo iniziato, che sono tutti questi dispositivi, ora, cosa? 

46:04 

E uno dei temi che ha risuonato in tutte le risposte è che abbiamo i dispositivi, ma devi fare alcuni passi indietro e pensare al motivo per cui li hai, quali sono i tuoi obiettivi. 

46:17 

Tutte queste cose, passare a quello che speriamo sia un anno scolastico di persona, ma chi lo sa, e siamo pronti a tutto. 

46:25 

Voglio sentire un piccolo consiglio che tutti hanno per le scuole, sia che si tratti di utilizzare dispositivi o prendersi cura della salute mentale, o di uno qualsiasi di quegli argomenti su cui ci siamo imbattuti. 

46:37 

E non ho notizie di Chris da un po'. Quindi inizieremo con te. 

46:44 

CH: 

Ciao, Amy. Grazie. Quindi, un piccolo consiglio. 

46:49 

Direi che, per i dirigenti scolastici in particolare, l'obiettivo di portare molta tecnologia nel tuo distretto scolastico e implementare un programma 1 a 1, ad esempio, non è avere i dispositivi. È avere uno strumento per portarti da qualche altra parte, e pensiamo a quello che stiamo facendo qui nel campo dell'istruzione, stiamo cercando di realizzare, stiamo cercando di raggiungere ogni bambino, giusto? 

47:17 

E stiamo cercando di permettere ai bambini di crescere e muoversi in modi che funzionano davvero per loro. Ci sono molti stili di apprendimento diversi là fuori. Tanti interessi diversi, passioni diverse e tanti obiettivi personali diversi. 

47:34 

I dirigenti scolastici hanno provato per anni, e sta diventando sempre più realtà e si sente sempre più parlare di personalizzare l'apprendimento. 

47:41 

E lo sviluppo o l'implementazione di un'iniziativa 1 a 1 è come un precursore per fare proprio questo. Apre così tante porte e offre molte più opzioni per consentire la voce e la scelta per i bambini. 

47:58 

Ma poi anche, per gli insegnanti e tutti gli altri adulti, utilizzare effettivamente i dati degli studenti per guidare parte dell'istruzione e aiutare gli studenti a possedere la propria istruzione, sai, e a creare diversi percorsi individualizzati. Quindi, ricorda solo che è uno strumento, giusto. 

48:16 

E, um, dove abbiamo visto le scuole bloccarsi in molti modi con la tecnologia. 

48:22 

Portano un'iniziativa 1 a 1 nel loro distretto, ma si concentrano sulla tecnologia e su come utilizzare i dispositivi. Sì, è importante, ma perché? Quindi, una delle cose che consiglierei è, mentre vai avanti e fornisci sviluppo professionale agli insegnanti, concentrati sulla pedagogia e sugli obiettivi didattici. 

48:43 

E poi i pezzi tecnologici cadranno, cadranno in esso, non necessariamente concentrandosi solo su come usare tutta la tecnologia, come usarla per l'istruzione. 

48:53 

AB: 

Questo è un ottimo consiglio. 

48:56 

Pensando a tutta l'ispirazione che Chris ha avuto lì, Lauren, portiamola in classe. Abbiamo un gruppo di insegnanti che ascoltano qui. 

49:03 

Cosa, cosa consiglieresti loro? 

49:07 

LS: 

Direi, onestamente, come iniziare in piccolo, come anche quando eravamo completamente virtuali, inoltre mi piaceva molto Google Meet, stavo usando solo tre diverse risorse digitali con i miei studenti. Quindi non solo per apprezzare le cose del nome, ma sai che uso Pear Deck. Io uso, avevamo Wixy e uso anche Jamboard, dove i miei tre che voglio selezionare. Ne insegnerei specificamente uno e li useremmo per più settimane su cose diverse. E poi darei agli studenti la scelta. Vuoi farlo su una Jamboard o vuoi farlo su un Wixy? E sento che, andando avanti, ho ancora intenzione di farlo, ma poi ho anche la possibilità di fare questo poster di persona con pastelli e pennarelli. Ma se non vuoi farlo, puoi farlo durante il missaggio. Va bene. Non mi interessa, mi stai ancora dimostrando che mi stai capendo. Quindi, sì, avrai gli strumenti digitali che, io amo la tecnologia, ma non ti sembra di dover imparare ogni singola cosa possibile e i tuoi studenti non hanno bisogno di pensare in piccolo. 

50:03 

Pensa, sai, a cosa piacerebbe ai miei studenti, ma anche a qualcosa che, come i miei studenti, possono usare indipendentemente a un certo punto. 

50:11 

Quindi, di nuovo, i miei bambini dell'asilo sono stati in grado di accedere a Wixy, creare il proprio poster lì, o ancora, ho intenzione di far scegliere ai miei studenti, vuoi solo usare una matita su carta? Provaci, tipo, va benissimo. 

50:22 

Quindi, inizia in piccolo e non incolpare te stesso o giudicarti se sei tipo, oh, stiamo usando la tecnologia solo una o due volte. Tipo, va bene. Non ne hanno bisogno tutto il tempo. 

50:32 

Non ne hanno bisogno, mai. Ma anche loro non ne hanno bisogno. Sai. Ancora una volta, otto ore al giorno non erano appropriate per nessuno sforzo di immaginazione. 

50:41 

AB: 

Adoro il modo in cui negli ultimi 50 minuti hai parlato così tanto della scelta che stai dando ai tuoi studenti nell'attività che fanno per ottenere i loro dimenamenti o nello strumento che stanno usando per svolgere un compito. 

50:54 

E penso che sia davvero un ottimo consiglio, iniziare in piccolo e usare la tecnologia come uno di quegli strumenti con cui puoi potenziare i bambini dell'asilo o possono scegliere uno strumento diverso se funziona meglio. 

51:06 

Questo è un ottimo consiglio. E tu Liz? Che consiglio hai per i nostri partecipanti oggi? 

51:11 

EL: 

Oh, beh, solo, sì. Quindi, per collegare quello che dicevano Lauren e Chris, la tecnologia non è, sai, non è fine a se stessa. È ciò che ci permette di fare questo lavoro di scelta e personalizzazione su larga scala, giusto? 

51:26 

È ciò che consente a Lauren di raggiungere e connettersi con tutti quei bambini dell'asilo nei diversi modi in cui hanno bisogno che lei lo faccia. Quindi per me, penso che risalga al conoscermi, mi hai sentito dire prima, tipo, la relazione è al centro. 

51:40 

Giusto, la tecnologia è: che tipo di consente di costruire e sostenere queste relazioni attraverso un'istruzione virtuale o ibrida o di persona. 

51:51 

Quindi, penso che sia ancora il tuo, direi solo, per i leader distrettuali scolastici e statali, mentre stai pensando a una sorta di raccomandazioni didattiche, pensare a cosa la tecnologia, cosa vuoi che faccia la tecnologia? A cosa serve la tecnologia? 

52:05 

E poi assicuriamoci che dia tempo agli umani per fare tutte le cose incredibili in cui gli umani sono bravi. 

52:13 

Come conoscersi e connettersi e mantenere in vita quelle relazioni di apprendimento sostenute, perché questo è davvero, penso, il punto debole, giusto? Questo è l'obiettivo. 

52:22 

Quello che vogliamo vedere è che queste cose lavorino insieme per portare il meglio di entrambi i mondi. 

52:31 

AB: 

Nicole, come tecnologa dell'istruzione, sei davvero seduta lì tra queste due cose, giusto? 

52:37 

Tu, stai pensando alla tecnologia, ma sempre a come sta plasmando e migliorando l'insegnamento e l'apprendimento? Come possiamo integrarlo efficacemente? 

52:47 

E allora? qual è il tuo consiglio per i nostri partecipanti qui oggi? 

52:52 

N / A: 

Voglio dire, quanto tempo abbiamo, lo sai? 

53:00 

Per noi, il numero uno è, come tecnologi dell'istruzione, o il nostro dipartimento doveva assicurarsi di avere il tempo e la pazienza per sedersi e insegnare a tutti i nostri insegnanti, tutti questi nuovi strumenti. 

53:14 

Perché non dovevamo solo distribuire dispositivi. Dovevamo andare a prendere un LMS. 

53:20 

Abbiamo creato un LMS in sei settimane. Voglio dire, è stato veloce. 

53:26 

Abbiamo dovuto insegnare a ogni insegnante come usarlo. Come creare un corso e come fare tutto ciò che è associato ad esso. 

53:35 

E quindi, sii paziente, sai, sii paziente. 

53:40 

Non tutti imparano allo stesso ritmo, sai, tutti impariamo in modi diversi. Proprio come i nostri bambini in classe, quindi, sai, sii paziente con tutti e assicurati di avere abbastanza tempo prima di lanciare loro qualcosa. 

53:54 

E poi, un'altra cosa è che ora dobbiamo lavorare per mantenere, sostenere ciò che abbiamo ottenuto, sai, abbiamo tutti questi dispositivi nuovi di zecca. 

54:04 

Quindi ora dobbiamo iniziare a guardare ai programmi di riacquisto perché vogliamo essere in grado di mantenerli e sostenerli perché, sai, quello che abbiamo visto prima era che avevamo molte cose che dovevamo aggiornare. 

54:16 

Quindi dobbiamo mettere in atto dei piani per fare quel tipo di cose per assicurarci che, in tre anni, le nostre cose funzionino ancora. Sai, i nostri dispositivi funzionano ancora e possiamo ancora usarli. 

54:26 

Quindi questo sarebbe, a livello di tecnologia didattica, il mio consiglio. 

54:33 

AB: 

Hai parlato di sviluppo professionale e ne è nata una domanda, dicci come è stato il tuo sviluppo professionale la scorsa estate rispetto a quest'estate? eri di persona? Lo fai a distanza? 

54:46 

Come stai preparando tutti quegli insegnanti per il futuro? 

54:51 

N / A: 

Quindi abbiamo avuto solo alcuni corsi di persona la scorsa estate. 

54:58 

La stragrande maggioranza di essi è stata eseguita su Zoom. 

55:01 

E qualcuno prima ha parlato di tutte le scatole che arrivano con tutte le persone. 

55:07 

E il tuo login come 100 persone, andando, sai, su Zoom, è un po' difficile da fare, ma quello che stiamo facendo ora è attraverso il nostro LMS, siamo, abbiamo creato corsi autogestiti. 

55:19 

Quindi abbiamo fatto un sondaggio, ehi, di cosa hai bisogno? 

55:22 

E abbiamo creato corsi di autoapprendimento per tutto ciò di cui un insegnante potrebbe aver bisogno. 

55:26 

E naturalmente, nel corso dell'anno, negli ultimi 16 mesi, abbiamo creato video dopo video, dopo video, abbiamo un canale YouTube in cui possono semplicemente andare e fare clic sul loro argomento e fare clic su un video di due minuti di qualcosa . 

55:38 

Ma per lo sviluppo professionale, stiamo principalmente facendo corsi di autoapprendimento attraverso il nostro LMS. 

55:47 

N / A: 

Ottimo grazie. Bene, sappi che perfetto, Lauren, abbiamo una domanda per te. 

55:52 

Avevi i tuoi bambini dell'asilo sullo schermo e condividevi video tutto il giorno? Cosa hai fatto quando li hanno spenti? Come hai fatto un mix di questo? Di cui hai parlato, penso fosse Google Meet. 

56:04 

LS: 

Quindi, quando abbiamo iniziato quest'anno scolastico, c'era un po' meno tempo al computer, ma era comunque una buona quantità. C'erano delle pause tra, come all'interno del giorno, quindi abbiamo iniziato come un intero gruppo, e poi avremmo avuto la matematica. 

56:20 

E poi avremmo il tempo di lettura di tutto il gruppo, e poi avremmo gruppi di lettura. Quindi, c'era, sai, tempo fuori dallo schermo in cui avevano attività indipendenti, parte del nostro curriculum di lettura aveva storie che possono ascoltare online, che possono leggere online. Quindi, ci sono state molte pause. 

56:35 

Ma quando abbiamo fatto la transizione delle trincee all'ibrido, siamo stati abbastanza solidi online per ben sei ore. C'erano di nuovo piccole pause, c'era il pranzo e la ricreazione, ma come le arti correlate erano online. 

56:46 

Voglio dire, stavi facendo una vera scuola e sfortunatamente sei incatenato al computer. 

56:54 

Il che è stato un grande, c'è stato molto rifiuto da parte degli insegnanti e dal punto di vista degli studenti, fortunatamente, quando eravamo in ibrido, i ragazzi che erano di persona con noi, siamo stati in grado di ottenere loro ancora più interruzioni dello schermo perché, come Potrei proiettare sullo schermo, so che non è ancora un'interruzione completa dell'urlo, ma almeno non erano, sai, a 10 pollici dallo schermo. Ma questo è ciò che non vediamo l'ora di non avere parte quest'anno. Ma, sì, quello era un enorme lato negativo di questo, ma non c'era molto tempo sullo schermo. 

57:25 

AB: 

I commenti che hai fatto sull'ibrido sono davvero interessanti, perché avevi alcuni studenti in classe e altri online, e gli studenti in classe stavano guardando i loro dispositivi, giusto? 

57:38 

Quindi stai insegnando a tutti in una volta, ma hai studenti in luoghi diversi, ecco perché Chris ha detto che è il più difficile del modello, sono sicuro, ehm, se devi diventare ibrido in autunno , è lo stesso modello che stai pianificando, o lo conosci già? 

57:57 

LS: 

Non lo so. Voglio dire, penso davvero che l'intera focalizzazione e pianificazione in questo momento, sia solo, come completamente di persona. E poi avere anche quel modello digitale. Suppongo che se dovessimo fare una sorta di ibrido, che si tratti di un giorno di neve, o, di nuovo, se diventa, sai, di nuovo estremo, o anche più estremo, dovrei dire, presumo che avrebbe per tornare a questo, il motivo per cui quest'anno siamo stati così è stato perché non volevano cambiare insegnante. Perché quello non era uno degli altri pensieri era, oh, tipo, potevo insegnare ai bambini virtuali, e poi Nicole avrebbe avuto i bambini di persona. Ma poi, avevi già quei collegamenti con il tuo insegnante, non volevano cambiare i ragazzi. Quindi, quello era un grosso tipo di ostacolo. Avevamo una soluzione. 

58:39 

AB: 

Si. Voglio dire, saremo pronti a tutto. Saremo flessibili, questa è un'altra cosa che è venuta fuori spesso. 

58:47 

Liz, ti permetterò di lasciarci con alcuni pensieri di separazione qui su cosa sia quell'ibrido, cosa consigli alle scuole, se stanno guardando l'ibrido e come farlo funzionare davvero, so che hai esperienza di lavoro con le scuole non sono esattamente questo. 

59:01 

EL: 

Bene, quindi quello che abbiamo effettivamente visto è che le persone sono interessate al blended, giusto, in modi diversi di avere studenti nel campus e virtuali, ma la speranza è, almeno finora nelle nostre conversazioni, e Chris si intromette se io travisare.  

59:17 

Non è stato, spero di non avere il modello simultaneo in cui l'insegnante deve impegnarsi attraverso, sai, tra studenti che sono di persona e studenti che sono a casa e feedback da insegnanti e famiglie in cui era una specie di non ottimale per tutti. 

59:28 

Non sfruttava davvero nessuna delle possibilità offerte dalla tecnologia, tranne per il fatto che siamo stati in grado di farlo e far andare avanti le cose e ha mantenuto una certa coerenza con le relazioni e gli orari. 

59:44 

E voglio dire, c'erano dei motivi per cui siamo entrati in questo. Quindi suggerirei, visto che guardiamo avanti, di pensare all'ibrido, non necessariamente come lo chiamiamo istruzione a ponte, era uno dei termini che abbiamo sentito bene. 

59:58 

Non avere l'insegnante essere necessariamente quel ponte tra l'istruzione a casa e l'istruzione a scuola e cercare di trovare modi creativi ora che abbiamo tempo, quel lusso, che non avevamo il diritto di fondere piuttosto che colmare, se questo ha senso . 

1:00:14 

AB: 

Lo fa totalmente. 

1:00:15 

Siamo alla fine della nostra ora. È volato via. Grazie a tutti i nostri relatori per gli ottimi approfondimenti e consigli. Grazie a tutti i nostri partecipanti per aver ascoltato e contribuito con le vostre domande. 

1:00:28 

Quando esci dal webinar, c'è un breve sondaggio, se lo compilassi, te ne saremmo grati. Ci aiuta ad assicurarci di fornire i contenuti che desideri e nel modo in cui desideri andare avanti. 

1:00:38 

Grazie a tutti. Vi auguro una buona giornata.