Guarda il webinar

EdTech e istruzione post-pandemia

Leggi la trascrizione

0:03 

Amy Bennett di Lightspeed Systems: 

Ciao a tutti. Grazie per essere qui. Abbiamo ancora alcune persone che si uniscono a noi. Quindi inizieremo con una conversazione tra un minuto. 

1:14 

Va bene, cominciamo. Grazie a tutti per essere qui. Bene, tu Ed Tech e istruzione post pandemia. 

1:22 

Abbiamo un trio di esperti qui, pronti ad avere una conversazione vivace. 

1:29 

Condivideranno le loro esperienze e ti daranno consigli pratici, guidandoci attraverso ciò che hanno visto nell'ultimo anno e mezzo, portandoci a come tutti possono avvicinarsi all'integrazione di Ed Tech ed essere più intelligenti quando gli studenti torneranno a scuola il prossimo anno. 

1:47 

Bene, lasciate che vi presenti i nostri relatori. 

1:49 

Abbiamo Chris Harrington, è il fondatore dell'Institute for Teaching and Leading Chris, salutalo. 

1:59 

Ed Elizabeth LeBlanc, è l'amministratore delegato dell'Institute of Teaching and Leading, e Rob Chambers, il vicepresidente del successo di Lightspeed Systems. 

2:11 

E io sono Amy Bennett, il capo dello staff di Lightspeed e il tuo moderatore per questa conversazione.

2:20 

Vi invito tutti a far parte della conferenza. 

2:24 

Fai domande mentre procediamo. 

2:27 

Usa semplicemente la casella delle domande nel pannello di controllo di GoToWebinar. Li prenderemo nel corso della discussione e alla fine. 

2:35 

Entriamo subito. 

2:37 

Sai, quando gli educatori colpiti dalla pandemia sono stati in molti modi coinvolti nell'uso di EdTech, in più o in modi diversi, Chris, come definiresti quei primi mesi della pandemia che usavano quell'uso di Ed Tech? E quella situazione davvero di emergenza non pianificata. 

2:56 

CH: 

Si. Grazie, Amy, credo che tu l'abbia formulato correttamente. Siamo stati davvero coinvolti nelle cose, vero? E, sai, penso che dove ci siamo trovati è che, all'improvviso, le nostre scuole sono state chiuse, e abbiamo dovuto accontentarci di ciò che avevamo a nostra disposizione, le tecnologie che già esistevano nelle nostre scuole e distretti . Quindi, in molti casi, erano un mucchio di laptop, giusto? Forse alcuni Chromebook, o per alcuni altri dispositivi, e, sai, molte scuole sono, sai, questo giorno ed età lì 1 a 1, un dispositivo per ogni studente. 

3:29 

Quindi, quelle particolari scuole e distretti, sai, erano in un posto migliore, ma c'erano molte scuole e molti studenti e personale che non avevano un computer dedicato che fosse mobile, da portare a casa. 

3:43 

Quindi, è stata, uh, è stata un po' una sfida. 

3:48 

Quelle scuole e distretti che avevano i dispositivi tecnologici già prima della chiusura delle scuole, spesso avevano alcuni contenuti digitali o altre risorse digitali che potevano semplicemente far scorrere direttamente nell'uso di tali risorse per gli studenti durante l'apprendimento a distanza. 

4:07 

E poi, ovviamente, alcune di quelle scuole che non avevano quell'accesso, sì, dovevano accontentarsi e molte volte inviavano pacchetti di compiti scolastici a casa, distribuiti tramite l'autobus o tramite pickup nelle proprietà della scuola. E, sai, quindi, sai, penso che ci fossero molte app diverse che gli insegnanti usavano come supplemento ai loro compiti scolastici o alle loro lezioni e alle loro attività per i bambini. Sai. Quindi, c'era una specie di miscuglio di risorse diverse che erano là fuori, e di nuovo tutti si accontentavano. 

4:46 

AB: 

Sì, penso che tu abbia assolutamente ragione in termini di uno spettro e dipendeva da quali strumenti avevano in atto, quanti dispositivi avevano in atto. Rob lavori con centinaia, migliaia di distretti, ogni mese. Corrisponde a quello che stai vedendo? 

5:02 

RC: 

Sì, lo fa. 

5:02 

Cioè, avevi delle scuole che, sai, come ha detto Chris, siamo più avanti. Erano 1 a 1, avevano alcune di quelle risorse in atto. 

5:12 

Ha avuto una transizione più fluida. 

5:13 

Altri, sapete, ho lavorato con scuole che, sapete, tiravano fuori i computer dal mucchio in eccesso che in realtà dovevano essere destinati a sparire e all'improvviso ci stiamo riproponendo e cercando di ottenere quegli studenti. E quindi, sai, sicuramente lo spettro completo c'è. 

5:31 

Penso che una delle altre cose che abbiamo visto molto è, sai, mentre anche le scuole che erano 1 a 1 avevano la tecnologia in atto. 

5:42 

Era, sai, non era il metodo di utilizzo principale, giusto? Era un supplemento all'istruzione vera e propria ea tutto il resto. E quel rapido passaggio ad ora, questa è la tua interfaccia primaria privata, con il mondo, e con la tua istruzione, tutto il resto. 

5:59 

Anche per quelle scuole che erano state preparate, c'era ancora molto caos, e molto da superare, come accadde. 

6:08 

Si. Questo cambia davvero le cose, in termini di, Elizabeth, stavo per consegnarlo a te. Che aspetto ha in classe. 

6:17 

Chris e Rob hanno parlato di dispositivi e software. 

6:20 

È tutto per insegnare e imparare. 

6:23 

Come hai visto quello sguardo in classe per gli insegnanti, vero? 

6:28 

EL: 

Giusto e, scusa, ero super eccitato, perché, Rob, mi hai dato questo grande vantaggio, tipo quello che hai visto, giusto? Laddove, tradizionalmente, la tecnologia era in qualche modo sullo sfondo, sai, in secondo piano, supportava l'insegnamento e l'apprendimento, e poi all'improvviso è diventato l'unico canale per te per accedere sia a una relazione con l'insegnante che a accedi ai tuoi colleghi o per accedere al tuo curriculum, giusto? Quindi, super critico, e, come ha detto Chris, sai, le scuole e i distretti che erano meglio preparati per questo erano quelli che erano già 1 a 1, o che avevano già costruito qualcosa di simile. 

7:01 

Quindi, sai, una delle cose che abbiamo visto è stata questa transizione molto rapida a possiamo accenderlo, giusto? Possiamo anche, ad esempio, entro una settimana, possiamo portare, possiamo trasferire l'intera classe nel cloud? E ci sono stati un paio di momenti o giorni davvero spaventosi, penso, per tutti quando eravamo tipo, funzionerà davvero? E poi imparare che non solo potevamo farlo, ma potevamo farlo davvero bene. 

7:27 

E c'erano alcuni modi in cui, sai, ha aperto alcune porte e strade che non abbiamo nemmeno considerato prima che potrebbero informare l'istruzione in seguito. 

7:34 

Questa pandemia si è trascinata oltre quei primi mesi di insegnamento e apprendimento di emergenza di cui stavi discutendo. 

7:48 

AB: 

Hai ragione. Suggerisci questa evoluzione che tutti abbiamo visto in modi diversi. Una delle cose che ho sperimentato lavorando con le scuole per la velocità della luce e come genitore, era qualcosa che veniva usato in un certo senso in periferia, per condividere alcuni compiti. 

7:59 

Una volta che era in prima linea, ognuno doveva cambiare il modo in cui lo usava, forse più standardizzato, forse in modi diversi. 

8:07 

Sai, ti vedo annuire, Elizabeth, parlare di come alcune di queste cose si sono evolute nelle scuole con cui lavoravi. 

8:14 

EL: 

Bene, voglio dire, è molto simile a quello che hai detto, è diventato un po' in primo piano piuttosto che, sai, questa cosa a cui ho prestato attenzione. 

8:22 

Come genitore, sai, sapevo che mio figlio stava usando Google Classroom, ma, anche a scuola ogni giorno, andrà bene, giusto? E poi, all'improvviso, sono diventato davvero bravo in Google Classroom come genitore. 

8:35 

Ma c'era questo davvero interessante, penso un paio di cose. 

8:38 

Uno, dovevamo essere molto selettivi riguardo alla tecnologia che stavamo usando, giusto? Quando sei in classe, questo è un po' il fattore appiccicoso, giusto? Tu come insegnante, davvero, stai facilitando quell'esperienza. Quando sei nel cloud, devi stare molto attento a dove e quando chiedi agli studenti di lasciare quell'esperienza di apprendimento, giusto? 

8:59 

Perché a volte non tornano. Quindi quello che abbiamo notato nelle scuole e nei distretti con cui stavamo lavorando, Chris e io abbiamo lavorato di nuovo con scuole e distretti in tutto il paese, quindi uno spettro piuttosto ampio di prontezza, contesti diversi che erano affrontare le diverse sfide che la pandemia ha portato alle loro comunità. 

9:17 

Dovevano essere molto selettivi su dove, quando e come stavano usando la tecnologia per coinvolgere i loro studenti e i loro genitori per evitare il sopraffare, per creare una sorta di super autostrada, se vuoi. 

9:29 

Quindi era molto chiaro, come ci si aspetta che ci si impegni, quando ci si aspetta che ci si impegni, sincrono era un asincrono, quindi anche quale fosse l'aspettativa di padronanza nel tempo. 

9:42 

Quindi, tutte queste cose hanno in qualche modo giocato nelle scelte tecnologiche che abbiamo visto fare alle persone. 

9:47 

Spesso, sai, si sentirebbero come, OK, useremo questi tre strumenti, piuttosto che, sai, questi 15 insegnanti sarebbero d'accordo all'interno di una fascia di classe, OK, useremo questi tre, e diventa davvero bravo con quelli prima. 

10:01 

E quindi, è stata un'interessante semplificazione dell'istruzione che abbiamo visto, una specie di riunione degli insegnanti per pianificare davvero un ambiente di apprendimento efficace per gli studenti, anche nel cloud. 

10:12 

AB: 

Un po' di onde. Ad esempio, aggiungi un sacco di soluzioni, quindi standardizza fino a quelle che contano davvero. Standardizza come li stai usando. 

10:20 

EL: 

Bene, e abbiamo tempo reale, giusto? Tipo, quando hai tempo. Devi davvero capire come li userai. 

10:27 

AB: 

Sì, sì, esattamente. E, sai, penso che tutti stessero imparando, come noi, quando ricevevamo feedback dai genitori. Ottenere feedback da insegnanti e studenti. Ad esempio, ciò che sta davvero aiutando qui in quella che, come ha detto Chris, è una situazione da fare, da fare. 

10:43 

Si spera che, a questo punto, stiamo tutti imparando dalla situazione dell'arrangiamento. Non vedo l'ora che arrivi un anno scolastico diverso. 

10:52 

E questo prende alcune di quelle lezioni apprese e le applica in modi nuovi. 

10:56 

Chris mentre parli con le persone, guardando avanti per la maggior parte degli studenti che saranno nel campus in autunno, o la maggior parte nel campus, in autunno, e di persona, le lezioni nelle aule. 

11:11 

In che modo le scuole possono davvero sfruttare al meglio queste lezioni per l'integrazione della tecnologia? 

11:19 

CH: 

Penso che una cosa su cui torno è quando Elizabeth ha detto, sai, diventare davvero brava in una tecnologia e costruire su quella. 

11:28 

E penso a quello che vedremo con le scuole quando, quando vengono come insegnanti, tornano al nuovo anno scolastico. Abbiamo imparato molto durante l'ultimo anno scolastico è davvero un'esperienza immersiva e, sai, accelerando lo sviluppo delle nostre competenze tecnologiche, sai, la formazione intensiva che abbiamo seguito tutti, i tentativi ed errori, e poi anche qualche professionista formale sviluppo. 

11:50 

E penso che quello che vedremo qui con le scuole, dato che sono insegnanti mentre si avvicinano al nuovo anno scolastico, è che ci sono molti insegnanti che prenderanno alcune di queste lezioni apprese. 

12:01 

E loro, si sono resi conto che ci sono alcune cose che sono davvero buone, che hanno funzionato davvero bene per me. E ci sono state alcune vittorie, nonostante tutte le sfide della primavera del 2020. E per tutto questo ultimo anno scolastico, e portandole avanti. E so che ci sono dirigenti scolastici che stanno formalmente organizzando i loro insegnanti su cosa abbiamo imparato dall'anno scorso? 

12:26 

E come possiamo spostarlo verso quello che erano i nostri obiettivi o obiettivi didattici? 

12:32 

Ultimo, pre COVID. 

12:34 

Quindi, se stiamo lavorando per la personalizzazione dell'apprendimento, stiamo davvero cercando di integrare la tecnologia per aumentare il coinvolgimento degli studenti. 

12:42 

Quali sono alcune delle cose che abbiamo imparato attraverso queste lezioni? 

12:46 

E ora, le nuove competenze che abbiamo con la tecnologia, come possiamo portarle avanti? 

12:51 

E avere quelle conversazioni dirette può aiutare a far crescere l'intero personale distrettuale o di edificio, muovendosi nella stessa direzione, muovendosi verso il raggiungimento di quegli obiettivi. Ed è in modo strutturato. E, sai, l'anno scorso è stato, sai, per molte persone, che era sopravvivenza. Ci sarà una boccata d'aria fresca per le persone che entreranno effettivamente in questo con gli occhi ben aperti e una sorta di approccio proattivo e organizzato per farlo. 

13:20 

AB: 

Bene, ed è perfetto. 

13:21 

Abbiamo promesso a tutti i nostri partecipanti qui alcuni di quei consigli pratici, hai un esempio di una di quelle cose che hai sentito ripetutamente funzionare che andrà avanti nel prossimo anno? 

13:36 

Sì, sai, a volte alcune delle cose che non usano la tecnologia per il bene della tecnologia è qualcosa che ci sarà un forte desiderio di riconnettersi con i bambini in un ambiente faccia a faccia. 

13:52 

E alcune scuole, sai, lo stavano facendo nella seconda metà di quest'anno, ma essere molto selettivi nel modo in cui utilizziamo la tecnologia ha davvero bisogno di avere un impatto sull'uso della tecnologia per valutazioni più formative, per valutare davvero dove sono gli studenti e quali sono i loro la prontezza è. 

14:11 

E questo sarà qualcosa che sarà davvero, davvero importante quest'anno, perché quando sentiamo la frase perdita di apprendimento e dove sono i nostri figli, come dobbiamo recuperare o accelerare l'apprendimento per portarci dove ci aspettavamo essere quest'anno? 

14:27 

E penso che le valutazioni siano la chiave per questo, e come puoi usare la tecnologia per farlo. Penso che sarà un'area di interesse specifica per molte scuole e distretti. Penso che quello che stiamo vedendo sia anche un livello di standardizzazione. 

14:42 

Sai, nella primavera del 2020, c'erano molte aziende di tecnologia Ed che offrivano molte risorse gratuite alle scuole. 

14:52 

E in realtà è diventato travolgente, e i dirigenti scolastici dicevano abbastanza, perché in alcune scuole stava creando un po' di caos. Insomma, voluto e credo molto apprezzato dalla comunità educativa. 

15:07 

Ma stiamo iniziando a vedere che le scuole ora danno un'occhiata, sai, abbiamo davvero bisogno di un LMS, perché quello che abbiamo fatto l'anno scorso non funzionava per noi, e quindi abbiamo bisogno di un LMS, o abbiamo bisogno di alcuni contenuti digitali. 

15:18 

Oppure abbiamo bisogno di standardizzare su alcuni software di registrazione delle lezioni, perché abbiamo visto che è stata una grande risorsa e può essere utilizzata, se usata correttamente, può essere molto utile per i bambini. Ma standardizziamo su questo. 

15:32 

Quindi, non abbiamo tutti questi diversi, ehm, strumenti e risorse che il nostro dipartimento tecnologico deve supportare. E tutti questi diversi strumenti che gli insegnanti devono imparare a usare, rendiamolo un po' più snello. 

15:44 

EL: 

Si. 

15:45 

AB: 

Rob, so che hai parlato con le scuole proprio di questo, di come prendere alcune di quelle decisioni di standardizzazione. Raccontaci, dicci che tipo di conversazioni stai avendo. 

15:56 

RC: 

Si. 

15:56 

Penso che si allinei direttamente con ciò che Chris sta dicendo perché e con ciò di cui stavamo parlando prima. 

16:03 

Voglio dire, mentre passiamo da, sai, anche la tecnologia era un supplemento. 

16:09 

No, beh, sai, torneremo all'educazione faccia a faccia che tutti ti riconoscono. Non possiamo perdere quello che avevamo perché le cose possono cambiare in un attimo e dobbiamo essere preparati e tutto il resto. 

16:21 

E quindi, stanno guardando, sai, OK, quali strumenti ci sono là fuori? 

16:27 

Cosa stavamo usando che ha funzionato e, essendo in grado di guardare indietro e riconoscere, OK, sai, cosa? 

16:35 

Ehi, siamo scivolati con tre strumenti diversi che si sovrappongono in quest'area, e due qui e cinque qui. Qualunque cosa. e quindi come facciamo a standardizzare questo candidato, ma anche a guardare, ok? Ho cinque strumenti che hanno tutti funzionalità sovrapposte. 

16:52 

Quali hanno avuto l'impatto? 

16:54 

Quali, quali hanno il coinvolgimento dell'utente? 

16:57 

Quali hanno l'adozione e come possiamo monitorarla e replicarla, giusto? Perché tu, vuoi prendere quegli strumenti e massimizzare quegli sforzi. Destra? 

17:09 

Sia dal punto di vista del supporto che dal punto di vista dello sviluppo professionale, ma anche quali funzionano efficacemente nel tuo ambiente. 

17:17 

Perché, sai, solo, sai, uno strumento che funziona bene per un distretto scolastico potrebbe non adattarsi esattamente al tuo. E quindi, potendo dare un'occhiata al tuo ambiente, cosa era in uso? 

17:26 

Cosa, sai, e, onestamente, sai, come abbiamo scoperto quando lavoriamo con le scuole, sappiamo che le scuole hanno scoperto cosa sono, sanno, cosa hanno distribuito e persino e la sovrapposizione nelle applicazioni che hanno approvato per essere là fuori. 

17:40 

Ma ora che stanno facendo un passo indietro e stanno facendo un po' di analisi su questo e visualizzando quei dati, sai, stanno trovando, OK, ecco il nuovo uso per più che non ho fatto, giusto? 

17:51 

E forse anche uno di questi è davvero fantastico, o, sai, così, e tutto questo, sai, causa difficoltà al tuo personale interno, al tuo personale docente, ma anche alla tua, alla tua comunità, lo sai. 

18:03 

 Penso che ai primi tempi sia come genitore in questo e, sai, mia figlia ha avuto quattro diverse applicazioni. Doveva usare per comunicare con i suoi insegnanti, sai, a seconda di quale classe fosse. E, sai, questo lo rende difficile. E per gli studenti è difficile, i genitori e tutto il resto. 

18:20 

E così la standardizzazione è, e capire cosa era effettivamente in uso e cosa faceva, cosa era efficace, è una parte importante di come stiamo aiutando le scuole a prepararsi per il prossimo anno scolastico. 

18:33 

CH: 

Sai, Rob, quello che dici è davvero, davvero importante, io, vero, voglio dire, vale la pena ripeterlo, di sicuro. Penso che sia anche importante riconoscere il fatto che questo non accadrà dall'oggi al domani. 

18:46 

Questo è qualcosa che richiederà tempo. Penso che sarà al centro della conversazione nelle scuole del prossimo anno. 

18:53 

Spero proprio che sia al centro della conversazione, perché questo è ciò che ti preparerà davvero per i successi futuri. 

19:01 

E non abbiamo avuto molto tempo, lo scorso anno scolastico, per elaborare davvero troppo in profondità. 

19:09 

Sai, tutta questa standardizzazione, quello che dobbiamo fare, voglio dire, conosco alcune scuole che hanno implementato rapidamente sistemi di gestione dell'apprendimento, solo perché sentivano di averne bisogno. Ma non hanno fatto un ottimo lavoro nell'attraversare davvero il processo di articolare veramente ciò di cui hanno bisogno da un punto di vista didattico. 

19:22 

E penso che è lì che andranno le conversazioni. Penso che sarà una partnership tra i leader del curriculum all'interno di un distretto scolastico e i leader della tecnologia per prendere davvero in giro tutta questa cosa. 

19:41 

RC: 

Sì, sicuramente, penso che sia uno degli aspetti positivi che ho visto emergere da questo, e che hai davvero, vedere quei dipartimenti riunirsi in modi che loro, che hanno, tradizionalmente, non nell'istruzione. 

19:54 

Penso che sia fantastico. Le scuole hanno scoperto che quando lo fanno, sai, li mettono insieme, loro, possono essere deliberati al riguardo, ma anche muoversi rapidamente, e le cose che, sai, tradizionalmente richiedevano molto tempo ora possono essere implementate in un modo molto, molto moda più veloce. E questo è molto positivo, ne è uscito fuori tutto questo. 

20:15 

EL: 

Lo è, e l'idea che, sai, anche come dirigente scolastico. Sono andato a creare un programma principale per il prossimo anno. E ci siamo resi conto che negli ultimi 18 mesi avevamo attraversato cinque diversi programmi principali, giusto? Abbiamo progettato la scuola cinque volte diverse, in cinque modi diversi, e non eravamo gli unici in questo. 

20:35 

Quindi, penso che l'idea che ci sia tempo, come hai detto tu, beh, in realtà, tu hai il dono del tempo in un modo che non abbiamo da molto tempo, a cui pensare davvero, cosa vogliamo mantenere dalle lezioni imparato e cosa vogliamo non fare mai più? Che siamo, sai, tipo, OK, beh, non ha funzionato. 

20:52 

Non torniamo mai più a quello, giusto, ma poi ci sono state alcune cose davvero grandiose che sono venute fuori da questo periodo, quindi mantenerle è davvero premuroso. 

21:01 

E questo tipo di connessione, penso a quello che stavate dicendo, Chris e Rob, sull'essere consapevoli e riflessivi ora che abbiamo quel dono, cosa stiamo chiedendo di fare alla tecnologia e cosa stiamo chiedendo alle persone di fare, giusto, e stiamo sfruttando la tecnologia per ciò in cui è davvero, davvero bravo? 

21:21 

Sai, aiutandoci a scalare, un'istruzione davvero fantastica. 

21:24 

Quindi, stiamo anche permettendo e mettendo gli umani nella posizione di fare le cose in cui gli umani brillano davvero e in cui sono bravi? Destra? Conoscersi, avere una connessione, dare un significato alle istruzioni che vengono consegnate digitalmente. 

21:37 

Quindi penso che sia davvero, ho letto un articolo ieri di Tom o Ned e stava parlando di come questo potrebbe non essere l'anno della grande trasformazione. Questo potrebbe essere l'anno in cui stiamo gettando le basi per la trasformazione futura, e penso che sia davvero molto accurato e un ottimo modo per guardare avanti. 

21:58 

AB: 

Una delle aree in cui vedo tutte queste cose che si uniscono è questa idea di collaborazione e connessione. 

22:08 

Chris, prima hai detto qualcosa sul, sai, ricollegarsi faccia a faccia. 

22:11 

È la cosa numero uno, tutti aspettano con impazienza gli insegnanti, gli studenti, i genitori, tutti noi, come lavoratori e impiegati, ne sono sicuro. 

22:20 

Ma negli ultimi 18 mesi, molte persone hanno trovato nuovi modi per assicurarsi di comunicare bene con i genitori e i loro studenti, e forse in modi più uniformi o olistici. 

22:35 

Che aspetto ha questa miscela di collaborazione, quando gli studenti sono per lo più tornati in classe, ma continuano a tornare a casa ogni sera e nei fine settimana? 

22:45 

Quali sono gli aspetti positivi di questo apprendimento? 

22:49 

Forse, Elisabetta. 

22:51 

EL: 

Oh. Bene. Solo così tanti pezzi diversi sull'essere faccia a faccia, penso che questo sia molto eccitante. 

22:58 

Voglio dire, quando i nostri studenti hanno iniziato a tornare, non avremmo potuto essere più eccitati se Brad Pitt fosse entrato nella stanza proprio come davvero? Sai, come vedere un bambino di quinta elementare che non vedevi da più di un anno e sono enormi. 

23:10 

Quindi c'è quel vero pezzo di connessione umana che ovviamente vogliamo mantenere in primo piano e che penso sarà davvero fondamentale. Sai, la cosa grandiosa della tecnologia è che ci ha permesso di mantenere quelle connessioni durante la pandemia come se quelle relazioni fossero intatte perché abbiamo avuto la tecnologia per continuare a rimanere in contatto. E così, quando insegnanti e studenti si sentono così parte della comunità di apprendimento, c'è meno tipo di riparazione che deve essere fatto mentre torniamo insieme, meno costruzione di cultura, giusto? 

23:41 

Questo deve essere rifatto o rivisitato. 

23:44 

Mentre stiamo cercando di capire come si presenta questa nuova transizione senza. E il pezzo collaborativo, penso, è eccezionale, perché è stato qualcosa che abbiamo visto che le scuole e i distretti hanno iniziato a fare davvero bene. Non all'inizio. quando eravamo proprio come, come possiamo semplicemente connetterci, giusto e comunicare? 

24:01 

Ma più tardi, le persone hanno iniziato a fare grandi cose, come posso collegare la mia classe ora. 

24:06 

Esatto, il che è fantastico. Questo è il primo passo. Ora, come possiamo iniziare a ricostruire in quella ricca istruzione, la creatività, il pensiero critico, il tempo per gli studenti di collaborare, e per farlo, ovviamente, che gli adulti nella stanza o nell'edificio scolastico, devono ottenere insieme per capire come questi sistemi lavorano effettivamente insieme per creare un'esperienza di apprendimento coerente per gli studenti. 

24:25 

Quindi, penso che sarà qualcosa che, una forza che abbiamo visto emergere. 

24:30 

E qualcosa che penso vedremo di più, anche quando il faccia a faccia è un'opzione, penso che vedremo più tecnologia sfruttata per rendere quella ricca esperienza di apprendimento disponibile a tutti gli studenti. Quindi, questa sarebbe la speranza, giusto? 

24:43 

AB: 

Sì, penso che sia davvero fondamentale, questa è una piccola differenziazione a cui ogni insegnante sta pensando. 

24:53 

E lo sa, ma a volte sei molto impegnato in una classe e, sai, alcuni studenti parlano più di altri. 

25:01 

E alcuni tendono ad ascoltare ed elaborare, e quando siete tutti online democratizza un po' quella situazione in cui, qualcuno che è tranquillo in classe è molto loquace in una chat Zoom o in una conversazione LMS o in altri modi che, è un po' , alcuni promemoria per te, per te, per tutti gli studenti e per assicurarci che ci colleghiamo in modi diversi su tutta la linea. 

25:30 

EL: 

È divertente, dovresti parlarne. Perché, Chris, abbiamo appena avuto una riunione in cui, letteralmente solo un'ora fa, c'era Amy seduta e quella era la conversazione sul tavolo, è come sfruttiamo la tecnologia per valutare dove sono gli studenti mentre loro' stai entrando? 

25:45 

E poi, come possiamo progettare un'istruzione a cui tutti possono accedere, che sia coinvolgente, arricchisca e aiuti anche a colmare quelle lacune che sappiamo stanno arrivando, la perdita di apprendimento, le lacune di apprendimento, tutte queste cose non sono nuove, giusto. 

25:59 

Sono solo, è un problema molto più diffuso ora e ha un impatto demografico diverso degli studenti rispetto a quello che siamo abituati a vedere negli anni passati, il che ha senso. 

26:07 

Quindi non so se volevi tuffarti e condividere altro su questo, Chris, ma so che è qualcosa che molti distretti sono venuti da noi come come facciamo a decifrare questo. Destra. 

26:16 

CH: 

È eccitante. La prospettiva della tecnologia e di come può creare quello spazio per la collaborazione è così ampia e può essere così potente. Come una pratica didattica e una strategia nella tua classe. La tua classe virtuale, o anche faccia a faccia, voglio dire che la tecnologia è lì. Penso che una delle cose che mi pesano in mente, ho preso parte a diversi studi di ricerca nell'ultimo anno sul coinvolgimento degli studenti, in ambienti di apprendimento a distanza e, stress da frustrazione degli insegnanti, bisogni emotivi sociali. 

26:46 

Cose del genere. 

26:51 

E una delle cose che sento e vedo spesso è che alcune persone hanno davvero l'amaro in bocca della tecnologia. Perché le cose non sono andate come volevano, necessariamente, perché non erano preparati. Quella non era semplicemente la cultura o la pratica all'interno della loro scuola o distretto. 

27:08 

Ma, poiché questa tecnologia esiste e può fare cose incredibili, penso che sia saggio che i dirigenti scolastici si siedano e pensino, beh, qual è il modo per arrivare da dove siamo adesso nel nostro sistema scolastico? 

27:23 

Per, per realizzare quei benefici e le promesse di questa tecnologia. E poi costruisci un percorso per arrivarci, perché può essere difficile da fare. 

27:32 

E ci vuole un po' di apprendimento professionale, un po' di addestramento, un po' di esperienza per farlo. E, specialmente se sei in una cultura scolastica, dove hai davvero lottato, perché le abilità tecnologiche non c'erano, dove non avevi tutta la tecnologia, ci deve essere un percorso deliberatamente progettato per arrivarci. E penso che sia qualcosa che i dirigenti scolastici dovrebbero tenere in considerazione. 

27:57 

AB: 

Quindi, siamo tutti stanchi dei nostri laptop, guardando gli schermi e facendo tutte le nostre discussioni su Zoom, ma questo non significa metterlo via nell'armadio. 

28:05 

È una via di mezzo, Rob, so che lo guardi da anni, l'uso crescente di dispositivi e tecnologia, e tutto ciò infonde, beh, cosa devi aggiungere a questo? 

28:21 

RC: 

Voglio dire, in realtà è piuttosto difficile seguirlo, perché hanno coperto, sai, la maggior parte degli argomenti che avrei detto. 

28:26 

Ma, penso che sia, sai, una delle cose chiave è, come ho parlato con le scuole, fin dai primi giorni. 

28:35 

Sai, quando eravamo, in realtà, sai, un anno fa, a prepararci per, sai, l'anno scolastico 2021 e, e tutto ciò è che questo è in qualche modo qui per restare. Sai, penso di sì. C'è un enorme interesse e una grande eccitazione e, sai, sono tornato nel nostro ufficio e sono molto entusiasta di essere di nuovo in mezzo a persone e tutto il resto. 

28:58 

E, sai, lo stesso nelle scuole, ma anche questo, sai, questo non se ne andrà per una serie di ragioni. 

29:07 

Voglio dire, ci sono altri eventi nel nostro futuro, che siano legati al tempo o alla malattia, o semplicemente, sai, famiglie che hanno bisogni, che hanno bisogno di diventare virtuali per un periodo di tempo. 

29:21 

Voglio dire, sai, abbiamo scuole che penso, forse hanno resistito a questo in passato, e ora abbiamo dovuto farlo bene, quindi ora hai messo la tua comunità, i tuoi genitori, in questa situazione, dove avevamo lavorare in questo modo per, sai, un anno e mezzo. 

29:38 

E ora, sai, e ho parlato con molti genitori per parlare con molte scuole e i loro genitori che dicono, OK, è fantastico. 

29:45 

Anche questo si adatta meglio a questo mio studente, o si adatta meglio a questo bisogno che abbiamo, sai, come famiglia o altro. 

29:54 

Quindi, penso, sai, questo bisogno di flettersi dentro e fuori dall'aula, non sta andando via. E così, sì. 

30:04 

Sai. 

30:05 

Mentre, penso, sì, tutti abbiamo l'affaticamento dello zoom, e tutto il resto, ma questo, non puoi semplicemente rimettere i computer nell'armadio e aspettare il prossimo evento. 

30:14 

Dobbiamo essere deliberati. 

30:16 

Cioè, sai, la buona notizia è che le discussioni che sto avendo con le scuole riguardano, sai, cosa ha funzionato, cosa non ha funzionato, cosa avrebbe potuto essere migliore, cosa stava succedendo là fuori, che non Non so, sai, mettere tutto insieme ed essere molto deliberato in quello che stanno facendo quei prossimi passi. 

30:35 

AB: 

Bene, e tutte le cose che hai appena detto, si collegano a ciò che tutti conoscono i nostri ideali in termini di apprendimento personalizzato e apprendimento differenziato e di indirizzamento a bisogni più individualizzati. 

30:48 

Quindi, abbiamo fatto un corso accelerato su questo, in un certo senso, ma ora ho gli strumenti per farlo in un approccio più sistematico o intelligente. 

31:01 

Una delle cose che è veramente importante, e voglio assicurarmi che abbiamo molto tempo per parlarne, perché ci abbiamo colpito in varie risposte qui, è l'apprendimento sociale emotivo. Il benessere mentale degli studenti e del personale, quando torneremo a scuola l'anno prossimo, e come sarà, um, Chris, perché non ci metti in moto. 

31:26 

Parliamo di come gli studenti tornano di persona e costruiamo sulle lezioni che abbiamo imparato con tutto questo apprendimento a distanza. 

31:36 

Quali sono alcune delle cose che preoccupano le scuole in termini di salute mentale e benessere emotivo sociale? 

31:45 

CH: 

Si. Questo tocca uno degli studi in cui sono coinvolto in questo momento. I dirigenti scolastici, una delle primarie, non è la cosa principale di cui si preoccupano i dirigenti scolastici in questo momento è la salute mentale. Era una preoccupazione crescente, un problema, anche prima della pandemia. 

32:03 

Ma ora, con il trauma che è andato avanti, è stato associato al COVID-19 e in tutta l'interruzione dell'istruzione e della socializzazione, lo chiami, è salito in cima ancora più in alto e, sai, è qualcosa che noi' ripercorri quello che abbiamo visto nel 2020, quando le scuole hanno chiuso. 

32:24 

C'erano molte scuole, a tutti gli effetti, che hanno davvero interrotto l'istruzione, e si sono concentrate principalmente su, assicuriamoci, che i bambini e le famiglie siano, okay, mettiamoli in contatto, scopriamo dove sono. 

32:36 

Perché quando pensi alla gerarchia dei bisogni degli studenti di Maslow, finché non soddisfi alcuni di quei bisogni più basilari, di sicurezza e fisiologici, non imparerai, non istruirai i bambini. Quindi, quello era un obiettivo primario. 

32:52 

E, um, andando Elizabeth. 

32:55 

E ho aiutato alcune scuole, in realtà, con i loro modelli di ritorno a scuola nell'autunno del 2020, per l'anno scolastico 2021, e l'apprendimento socio-emotivo, l'attenzione alla salute mentale e il rimanere in contatto con i bambini e le famiglie, era qualcosa che trasportato. E non credo che se ne andrà. Davvero no. 

33:14 

E, sai, abbiamo già menzionato l'apprendimento personalizzato alcune volte qui in questa conversazione. 

33:20 

Uno di loro, uno degli inquilini dell'apprendimento personalizzato è davvero conoscere i bambini e capire cosa li spinge a quali sono le loro passioni. Per farlo devi davvero essere connesso ai bambini. 

33:32 

E penso che ciò che vedremo man mano che sempre più scuole manterranno la connessione emotiva sociale con i bambini in prima linea aprirà anche quella porta per un apprendimento più personalizzato. Insieme a tutte queste cose di cui abbiamo parlato con la tecnologia, penso che qui abbiamo una ricetta davvero buona. 

33:51 

Quindi è, rimarrà sicuramente una priorità. Senza dubbio. 

33:54 

AB: 

Sì, penso, sai, aumentare come priorità, poiché le persone sono preoccupate, voglio dire, la porta della squadra di crisi di salute mentale è peggiore in molti modi. 

34:03 

Allora, studenti, tornando in classe, Elisabetta, qual è il tuo consiglio, agli insegnanti, che in molti casi, finalmente, dopo un anno e mezzo, vedono di persona alcuni di questi studenti? 

34:17 

EL: 

Destra. Bene, posso dirvi cosa abbiamo scoperto, quando abbiamo avuto modo di testare un po' questo con le scuole e i distretti che si stavano aprendo per dare il bentornato agli studenti che sono disponibili per l'apprendimento di persona. Ed è stato davvero un bel modo per farlo, perché in molti casi dovevano ancora offrire un'opzione virtuale. 

34:34 

Quindi sei in grado di vedere come potrebbe essere. 

34:38 

E penso che alcune delle grandi cose in cui ci siamo resi conto che dobbiamo andare piano, tipo, non è realistico aspettarsi che gli studenti non emergano per la pandemia e tornino proprio dove erano accademicamente, socialmente o emotivamente. 

34:54 

Quindi è un andare piano, e quindi anche dare la priorità alla ricostruzione di quel rapporto e assicurarsi che il centro. E poi anche insegnare in modo molto esplicito quelle abilità SEL, sai, tipo di rivisitarle, come cose come navigare le tue emozioni, nominare le tue emozioni, riconoscere schemi, tutte quelle cose di base. 

35:17 

Assicurarci che li stiamo effettivamente affrontando, modellarli per gli studenti e aspettarci che provino a usarli nel loro contesto, sono alcune delle cose con cui abbiamo lavorato nelle scuole e nei distretti in cui lo abbiamo fatto. 

35:27 

In realtà, sai, ne stiamo parlando di persona, ma in realtà, quelli con cui Chris ed io abbiamo lavorato, che danno la priorità al lavoro SEL all'inizio di tutto questo. 

35:29 

Lo facevano, indipendentemente dal fatto che lo studente fosse virtuale, ibrido o faccia a faccia. Era questo pezzo coerente che attraversa quelle modalità, giusto? 

35:46 

Ma crea quell'esperienza di apprendimento coerente e una comunità di apprendimento coerente perché penso che una delle altre cose che vedremo è che gli studenti cambieranno modalità durante l'anno, giusto? 

35:57 

Potrebbero esserci famiglie che, sai, come stava dicendo Rob per molte ragioni diverse, sai che alcune famiglie lo studente delle superiori doveva improvvisamente essere il capofamiglia per la famiglia. Il loro lavoro part-time è diventato fondamentale per il benessere di quella famiglia, invece di essere solo una specie di, sai, un'altra cosa interessante da fare. 

36:14 

Era enorme e doveva essere data la priorità. Il grande apprendimento virtuale ha permesso a molti dei nostri studenti di farlo. 

36:21 

Sai, studenti che si prendono cura degli anziani, studenti che si prendono cura degli studenti più giovani, comunque, molte ragioni diverse e contesti diversi con cui le famiglie stanno entrando. 

36:30 

Perché l'istruzione mediata dalla tecnologia e tutte le sue forme possono essere davvero fondamentali per aiutarli a raggiungere i loro obiettivi. 

36:37 

Ma penso che dobbiamo essere preparati a che il loro cambiamento, quei bisogni cambieranno, giusto? 

36:43 

Mentre iniziamo a capire quali saranno effettivamente gli effetti a lungo termine della mano e che saranno. Ci siamo abituati molto al cerotto, ma ora il cerotto è come, abbiamo superato lo stato di emergenza. 

36:51 

E ora stiamo iniziando a pensare un po' più a lungo termine. Quindi Rob, al tuo punto, penso che vedremo molti studenti arrivare, tipo, forse a metà anno da un ambiente virtuale. 

37:02 

E vogliamo essere in grado di pensare in anticipo a come far funzionare bene quella transizione per loro, giusto? 

37:08 

Quindi stanno tornando a qualcosa che sembra familiare, che ha senso. 

37:13 

AB: 

Bene, ed è davvero un ottimo punto. 

37:16 

Niente può colmare completamente il vuoto di quell'interazione faccia a faccia, e cosa puoi imparare su uno studente, e come puoi davvero pensare ai suoi bisogni unici e a quella connessione unica. 

37:31 

Ma, una delle cose, penso che possa essere vista come qualcosa che abbiamo imparato e, in qualche modo, un aspetto positivo di tutta questa situazione, e dell'implementazione della tecnologia, è che ci sono alcune lacune che non identificano . 

37:45 

O quando si tratta della salute mentale degli studenti e Rob ha parlato, sai, di come la tecnologia può davvero essere un partner da affrontare faccia a faccia e affrontare il benessere sociale, emotivo e la salute mentale degli studenti. 

38:01 

RC: 

Assolutamente, voglio dire, lo abbiamo fatto per molti anni, sai, qui a Lightspeed, e continua a essere un nostro obiettivo significativo, e uno che è aumentato man mano che abbiamo risposto alle esigenze dei clienti durante l'ultimo anno e metà. 

38:22 

Ma, sapete ragazzi, 

38:27 

La tecnologia è la chiave della loro comunicazione in questi giorni. 

38:28 

Anch'io ho dei bambini e osservo il modo in cui comunicano. 

38:36 

E, sai con loro, diranno di aver parlato con qualcuno. Ed era tutto, sai, un messaggio istantaneo, o, sai, una sorta di chat o altro e, sai, per me, beh, quella non è una conversazione, hai solo chattato. O qualunque cosa. Ma per loro, questo è così importante, giusto? 

38:52 

Ed è qui che la tecnologia può entrare in gioco in questo e quello, e avere, sai, quelle risorse. 

38:59 

Ed è qui che, sai, noi, ancora una volta, abbiamo aiutato a lungo le scuole e aiutando a proteggere, monitorare e gestire ciò che la tecnologia usa nelle mani degli studenti. 

39:08 

Ma è davvero fondamentale. E soprattutto se guardiamo alla salute mentale degli studenti, degli studenti di salute mentale e dello staff che tornano in questo anno scolastico. 

39:16 

E avere questa capacità di far parte della tua soluzione è in realtà qualcosa di cui parlo alle scuole ogni giorno ora, e come possono utilizzare la tecnologia che hanno in atto e per fornire un quadro più ampio, giusto? Voglio dire, il faccia a faccia è meraviglioso. È fantastico che l'abbiamo di nuovo. 

39:41 

Ma sovrapponendoli insieme per darti quel quadro completo perché, sai, diranno cose in una cornice tecnologica. 

39:50 

Che si tratti di un messaggio istantaneo o di un documento condiviso, o, sai, di qualsiasi altro luogo, possono effettivamente trovarlo per comunicare che non si attengono ai metodi tradizionali. 

40:02 

Ed è fantastico, ma devi avere quell'immagine, e sarai in grado di monitorarla e gestirla, e portarla dentro. 

40:11 

Quindi, quando stai costruendo quella relazione con lo studente e stai impostando l'aspetto di quella personalizzazione personale per quello studente. 

40:19 

Hai quel quadro completo, hai l'interazione faccia a faccia, ma ottieni anche quel pezzo di ciò che sta arrivando nella tecnologia e forse le cose che non dicono ad alta voce. 

40:29 

EL: 

Rob, penso che sia enorme. E mi dispiace, so che sto intervenendo, ma mentre parli, stavo solo pensando a tutti questi diversi modi in cui l'ho visto accadere, e mi sono davvero emozionato. E solo, penso che sia un pezzo enorme che ci sono parti che non vogliamo lasciarci alle spalle. Perché servono davvero bene gli studenti e le famiglie. 

40:51 

E alcune di quelle erano cose come fare, come amavano le nostre famiglie, che facevamo contatti telefonici. 

40:56 

Dicevano, lo vogliamo ogni anno, tipo, perché, non so ci chiami all'inizio di ogni semestre, tutto il tempo e ci chiedi, sai, come stiamo e, abbiamo i computer . Sai, è stato fantastico. 

41:06 

E quindi è come un pezzo che abbiamo sentito da più distretti, tipo, ehi, è stato fantastico fare solo un controllo del benessere all'inizio di ogni periodo di apprendimento. Destra? E che qualcuno della scuola sappia di più sulla nostra famiglia. Sai, ho visto squadre di studenti in cui, tipo, all'interno del nostro gruppo di apprendimento, gli studenti venivano accoppiati tra loro, ed erano una specie di coach di apprendimento l'uno dell'altro. E così scrivevano messaggi, tipo, tipo, fissavano obiettivi e poi si scrivevano messaggi a vicenda. tipo, sai, hai raggiunto il tuo obiettivo di apprendimento questa settimana? 

41:36 

E mettere quel tipo di potere nelle mani degli studenti per controllare l'uno con l'altro ed essere responsabili l'uno dell'altro in un modo mediato dalla tecnologia, con cui si sentono a proprio agio è stato fantastico. 

41:45 

Abbiamo anche lavorato con la scuola, avevamo una specie di hotline per i compiti e andare dove erano solo un paio di prodotti di Google, sai, non era super, pazzesco high-tech. Era solo un collegamento che qualsiasi studente lavorava da casa in qualsiasi momento. Clicca su. 

41:57 

Non dovevi alzare la mano in classe e dire tipo, Ehi, non capisco. 

42:00 

Oppure, sappi, sia quel bambino, tutti i bambini sanno che quando un insegnante dice, capisci, tutti sanno che la risposta è sì, capito perfettamente. Vai avanti. Destra? Che lo facciano o meno. 

42:11 

Quindi questo è stato un modo che ha permesso loro di ottenere un tipo di aiuto anonimo che non avrebbero chiesto, necessariamente in un ambiente faccia a faccia. 

42:21 

Ma l'anonimato del pezzo tecnico, li ha lasciati andare e accedere a ciò di cui avevano bisogno. 

42:26 

Quindi penso che ci siano molte grandi cose a cui dovremmo davvero pensare prima di andare avanti troppo velocemente. 

42:33 

Sai, nel nostro sollievo per aver finito con l'insegnamento e l'apprendimento della pandemia, dovremmo assolutamente continuare a estrarre quelle cose che sono emerse e che hanno funzionato davvero bene. 

42:42 

AB: 

Si tratta davvero del meglio di entrambi i mondi e in molti modi. 

42:45 

EL: 

Giusto, si, ed entrambi, non uno o l'altro. 

42:49 

AB: 

Si. 

42:50 

Vai avanti, Chris. 

42:52 

CH: 

Sì, sto pensando a, um, sai, quali sono alcune delle tecnologie e delle pratiche che utilizzano la tecnologia che verranno trasferite? L'unico distretto scolastico con cui abbiamo lavorato, insegnanti e amministratori nella primavera del 2020, è rimasto sbalordito dal modo in cui il loro contatto con le scuole e l'uso del loro sistema di videoconferenza con le famiglie hanno davvero fornito informazioni su ciò che stava accadendo in una famiglia. 

43:15 

E sei stato in grado, sei stato in grado di connetterti più facilmente e conoscere di più i bambini. Ora hanno messo l'accento su questo, ed è stato deliberato. 

43:26 

Ma penso a cosa possiamo fare negli ambienti di apprendimento online. Sappiamo che il pezzo sulla relazione è un pezzo importante nell'insegnamento e nell'apprendimento. Quindi, quando sei separato geograficamente perché sei in un corso online, o forse scegli di essere uno studente virtuale ora andando avanti. 

43:45 

Poiché gli insegnanti e gli amministratori hanno sviluppato rapidamente le proprie capacità nell'utilizzo della tecnologia di videoconferenza, è molto più facile ora connettersi con le famiglie che non possono venire a scuola per una conferenza. Ma ora puoi semplicemente lavorare con loro tramite videoconferenza nel comfort di casa loro e puoi ancora avere conversazioni riservate con loro. 

44:08 

Penso che sia un'altra barriera che viene rimossa in questo tipo di conversazioni. 

44:13 

Ed è eccitante pensarci, e so per certo che questo è un pezzo che andrà avanti. Le scuole hanno investito molti soldi nell'acquisto di webcam per il loro personale. Quindi, sono sicuro che saranno utili. 

44:32 

AB: 

Sì, mi piace molto l'idea che le conferenze dei genitori-insegnanti possano continuare virtualmente. Alcuni di questi servizi di assistenza per i compiti a casa li rendono semplicemente più accessibili a più famiglie, più studenti, più tipi di studenti. 

44:46 

Si lega un po' ad alcune delle domande che vengono qui e a come abbiamo iniziato questa conversazione con le scuole, lanciando un po' la tecnologia al problema. E poi standardizzare e determinare cosa funzionava. 

45:01 

Abbiamo avuto un paio di domande su, tipo, qual è la chiave di questo stack tecnologico? 

45:08 

Quale ha un'area su cui concentrarsi, quando si tratta di ciò che è in molti modi, sarà un ritorno a scuola ibrido, anche se gli studenti sono di persona, ci saranno pezzi di apprendimento remoto in atto. 

45:22 

Quindi, darò a ciascuno di voi la possibilità di rispondere a questa domanda, che è, sapete, qual è il pezzo più importante per costruire uno stack tecnologico ibrido? 

45:31 

Elizabeth, non preoccuparti, non inizierò con te. Posso dire che stai pensando, lo darò a Rob. 

45:37 

RC: 

Vorrei avere una risposta del tipo, vai a prendere questo, giusto, e questo risolverà il problema. 

45:42 

Ma penso che la cosa più importante sia allineata con ciò di cui abbiamo parlato qui, ovvero essere deliberati, giusto? 

45:48 

Prendetevi il tempo, perché ora abbiamo un po' di tempo, per guardare tutto ciò che era là fuori, cosa era in uso, cosa funzionava e cosa no. 

45:58 

Sai, sii, deliberato, il piano è, è, sai, non che il computer torni nell'armadio. Come abbiamo parlato. 

46:07 

Ci sarà una qualche forma di questo andando avanti, ma, davvero, massimizzalo. E tu puoi vero? E non c'è uno strumento magico che penso possa funzionare in ogni ambiente. Le esigenze di ogni scuola sono leggermente diverse. 

46:19 

I bisogni della comunità, i bisogni dei loro studenti, e tu metti insieme tutto questo, ma penso che tu possa, puoi guardare è stato in uso negli ultimi 18 mesi. 

46:34 

Come, sai, cosa, gli strumenti hanno funzionato, cosa no, cosa ha ottenuto l'adozione, cosa ha ottenuto il fidanzamento? 

46:40 

Sai, quello che era semplice per me, i miei genitori e la mia comunità e i miei insegnanti e i miei studenti usare, sai, un po' per mettere insieme tutto questo e fare scelte molto ponderate. E la buona notizia è che penso che sia quello che ho Vedo che alcuni passano un po' di tempo a parlare con le scuole, ma questo sarebbe il mio consiglio più grande. 

47:01 

AB: 

Guarda i dati, ascolta gli utenti e le persone, e sarà diverso per ogni diversa scuola. 

47:08 

Che ne dici di te, Chris, hai qualcosa da aggiungere a questo, o qualche altro consiglio Tech Choice? 

47:14 

CH: 

Sì, sai, penso che avere i dispositivi hardware sia fondamentale per fare qualsiasi cosa dal punto di vista tecnologico. No, non lo sceglierò come la mia prima scelta solo perché penso che molte scuole lo abbiano già affrontato in una certa misura. Anche se abbiamo ancora alcuni problemi di iniquità in termini di accesso a Internet e cose del genere, ma è qualcosa che penso sia in corso. 

47:40 

Ecco quello che ho visto nell'ultimo anno ed è qualcosa che è stato davvero amplificato durante la pandemia, scuole e distretti stavano cercando di includere contenuti digitali nelle loro istruzioni, sia che si tratti di un ambiente virtuale che di un ambiente faccia a faccia. 

47:59 

Vediamo il valore nell'avere contenuti digitali strutturati in modo che i bambini possano accelerare o rallentare il loro apprendimento in base alle loro necessità. 

48:07 

Ed è un modo per offrire ai bambini percorsi diversi e individualizzati e un apprendimento personalizzato in cui le scuole hanno davvero difficoltà. E questo era il grande fattore di stress per gli insegnanti. 

48:18 

Nel 2020, quando le scuole erano chiuse, dovevano creare tutti questi contenuti digitali. E quello era un problema enorme, enorme. E anche quando avevano grandi risorse, se non avevano una piattaforma, come una Google Classroom o un LMS formale, per loro era ancora più un problema. 

48:36 

Quindi, penso che se le scuole continueranno nel loro viaggio verso la creazione di contenuti digitali che possono essere utilizzati in un ambiente virtuale o in un ambiente faccia a faccia, indipendentemente da dove un bambino sta imparando, qualunque sia il formato. 

48:54 

È un curriculum coerente. Può essere rigoroso. Può essere all'altezza degli standard del distretto. 

48:59 

E poi, sai, crea molta accessibilità per tutti i bambini, tutti gli studenti e, um, e penso che sia un'area di interesse che sarà una priorità per le scuole, come penso davvero che dovrebbe essere. 

49:14 

AB: 

Sì, è davvero un grande punto, e una sorta di enormi passi avanti nell'uso di ciò che andrà a beneficio di tutti coloro che vanno avanti. Elisabetta, cosa hai da aggiungere a questo consiglio? 

49:26 

EL: 

Va bene, per sovrapporre a questo. Quindi, in realtà, è come se l'avessimo pianificato. Penso che Rob abbia fatto un'ottima base. 

49:32 

Chris, sei tornato con una specie di, OK, il prossimo passo e LMS. 

49:37 

Il mio lo era davvero, quindi, questo in realtà deriva da una frase che qualcuno ha detto molto tempo fa, a cui in qualche modo torno. Era come se non ci fosse un proiettile d'argento nella tecnologia dell'istruzione. 

49:48 

Ma, se c'è, sarebbero gli insegnanti. 

49:51 

E solo perché gli insegnanti stanno davvero nel divario tra, sai, accendere la tecnologia e l'esperienza degli studenti, sono davvero il ponte. Sono loro che lo fanno accadere. 

50:02 

E hanno fatto un lavoro straordinario nell'ultimo anno. Ad esempio, non avremmo potuto chiedere di più ai nostri insegnanti e cosa hanno fatto. 

50:10 

E penso che dobbiamo anche raddoppiare su questo. 

50:14 

Come una specie di avvolgere intorno a, sono esausti. Speriamo che abbiano tutti un'estate con esso e stanno tornando. 

50:20 

Hanno anche imparato molto e quindi hanno davvero dato loro il tempo e il supporto per pensare a ciò che hanno imparato, cosa, sai, aiutarli a riflettere, aiutarli a pianificare e iniziare davvero a dare loro più di quella formazione e supporto che desideriamo avevamo fatto prima. 

50:37 

Quando abbiamo saputo che li abbiamo buttati dentro, e sapevamo che non erano pronti per questo, giusto? 

50:41 

Questa è la nostra occasione per tornare indietro e sia riparare che supportare e autorizzare i nostri insegnanti a far saltare in aria il tetto di come può essere l'istruzione nel nostro paese. Penso che sia una grande opportunità. 

50:56 

Quindi, il mio consiglio, una volta che hai fatto tutto ciò che Rob e Chris hanno detto, allora avvolgi le tue persone, gli umani e il tuo vero personale didattico. 

51:07 

E lavorare davvero per supportarli e sfruttare questa tecnologia per creare esperienze di apprendimento davvero fantastiche per i bambini. 

51:16 

AB: 

È anche un buon punto, Elizabeth. Abbiamo parlato di benessere sociale, emotivo degli studenti e salute mentale. 

51:22 

E mentre stiamo pensando che non possiamo dimenticare lo staff e tutti i nostri insegnanti, tutto il nostro staff, anche loro hanno passato un anno e mezzo davvero duro e hanno fatto cose straordinarie. 

51:35 

Quindi prenditi cura di loro, fai attenzione e ascolta anche loro, sai, stiamo parlando di cosa ha funzionato, quale tecnologia è la più importante e cosa dovresti tenere? 

51:45 

E un consiglio per tutti coloro che ascoltano da portare via è di chiedere alla tua gente e ascoltare anche le loro risposte. 

51:53 

Come Rob stava dicendo prima, non sarà lo stesso per ogni scuola. 

51:57 

Quindi guarda i dati per la tua scuola. Ascolta le persone nella tua scuola, tutte quelle parti interessate. 

52:06 

EL: 

Amy, aggiungi questo, e so che ci stiamo avvicinando al tempo, ma aggiungerei anche famiglie e genitori, perché abbiamo chiesto loro di collaborare molto con noi negli ultimi 18 mesi. 

52:18 

E penso che lo vogliano. 

52:21 

Si sono abituati a un certo livello di trasparenza, sapendo su cosa stava lavorando il loro studente, sapendo quali erano le aspettative. E almeno nei posti in cui abbiamo lavorato e appoggiato per un po', abbiamo visto famiglie che sostengono davvero, tipo, ehi, vogliamo rimanere coinvolti. Vogliamo continuare ad avere ancora una voce. Sai, e quindi è, sai, non dimenticare gli stakeholder dei genitori o anche gli stakeholder della famiglia. 

52:48 

AB: 

Si. 

52:49 

È davvero importante sapere alcune delle cose che Rob diceva anche prima, riguardo al fatto che abbiamo aperto questa opportunità per imparare nuovi modi di comunicare in modi nuovi. Non puoi portarlo via. 

53:02 

Quindi capire le cose giuste da tenere. Penso che l'altra parte sia che non puoi aspettarti che i tuoi insegnanti, i tuoi studenti, il tuo staff qui, tutti lo facciano. Rico è davvero coinvolto nella cura all'improvviso. Ma per ottenere il meglio, l'apprendimento di persona e il meglio dell'apprendimento a distanza. 

53:20 

Quindi si tratta di trovare i pezzi da tenere lontani da entrambi. 

53:26 

Sai, hai letto ogni genere di cose sul ritorno a scuola e sul ritorno alla normalità e com'è. 

53:35 

Sai. 

53:35 

Penso che sia una normalità diversa, non è quello che abbiamo vissuto l'anno scorso, o l'anno prima, o cinque anni fa. 

53:42 

Ci sono cose che continueranno, e un recente studio ha mostrato che 64% dei distretti guardano al ritorno a scuola di persona, ma con un forte elemento remoto. 

53:57 

Perché stanno esaminando tutte queste cose di cui abbiamo parlato e cosa sta succedendo con le nuove varietà. 

54:03 

La fine del virus, sai, la lezione numero uno, probabilmente, è essere pronti a tutto. È quello che abbiamo imparato tutti un anno e mezzo fa, giusto? 

54:11 

Tipo, sii pronto a tutto. 

54:17 

Ultimi consigli, sai, continueremo questa conversazione, in realtà, tra un paio di settimane. 

54:25 

Quindi, per tutti coloro che ascoltano, unisciti a noi alla fine del mese. 

54:29 

Riceverai un'e-mail su questo per guardare davvero 1 a 1. 

54:34 

Che cosa fa, che aspetto ha, quando siamo più di persona che a distanza? 

54:40 

Questo stesso panel, così come un paio di altri rappresentanti dei distretti scolastici. Speriamo che ti unirai a noi per questo. 

54:46 

Ma, arrivando a questo, qual è un consiglio se qualcuno stava lavorando mentre ascoltava qui, e ora sta davvero prestando attenzione? Un ultimo asporto, questa volta inizieremo con te, Chris. 

55:00 

CH: 

Un'ultima conclusione, penso che questo sia che l'istruzione sarà sempre un affare di persone. 

55:07 

E dobbiamo concentrarci sulle persone, concentrarci sulle relazioni. Va direttamente al punto di Elizabeth sugli insegnanti e sul sostegno agli insegnanti. 

55:18 

Il modo per, secondo me, innovare in futuro, è prendere la tecnologia che hai o che potresti avere e sfruttarla nei modi che funzionano meglio per le persone, a beneficio delle persone. 

55:31 

Intendendo direttamente i bambini, ma si concentra sulle relazioni e si concentra sulle persone, e dà loro gli strumenti e i processi per farlo. 

55:46 

AB: 

Ottimo consiglio. 

55:47 

Elizabeth, vuoi aggiungerlo? 

55:50 

EL: 

Si. Bene, in un certo senso va di pari passo, ovvero celebrare i successi e costruire su quelli, e quelli non devono essere enormi. L'acceleratore di apprendimento ha un ottimo framework hop, skip e salto che usano. 

56:05 

E, sai, solo un passo avanti è sempre un passo avanti. È meglio oggi che ieri. 

56:12 

Quindi trova e celebra davvero queste cose. E poi guarda come costruire su quelli. Non deve essere enorme e travolgente. Non devi trasformare l'intero sistema educativo, sai, nei prossimi due mesi. 

56:26 

Ogni passo diventa progressivamente migliore per i bambini, quindi questo sarebbe il mio consiglio. 

56:32 

AB: 

Davvero un ottimo consiglio. Rob, e tu? 

56:35 

RC: 

E il mio, penso, è legato a questo, penso che sia stato un grande accumulo lì, proprio come ha detto Elizabeth nel precedente. Non perdi lo slancio che abbiamo guadagnato da questo. Sai, mi occupo di istruzione e tecnologia dell'istruzione probabilmente da più tempo di quanto voglia ammettere, in questo webinar. 

56:53 

E ci sono cose che desideravamo da tempo, giusto? 

56:56 

E in questo ci ha portato lì, ha portato la tecnologia in prima linea nell'istruzione. Ha cose di cui stiamo parlando. Sai, cos'è l'aumento del coinvolgimento dei genitori in modi che probabilmente avrei sognato quando ero con il mio distretto molti anni fa. Quindi non perdiamo questo slancio. 

57:20 

Continuiamo così e trasformiamolo in un aspetto positivo e manteniamo le cose che siamo stati in grado di ottenere da questo, come guadagni andando avanti. 

57:32 

AB: 

Ottimo consiglio, tutti. Grazie, Rob, Elizabeth e Chris per aver condiviso tutte le tue intuizioni. 

57:38 

Grazie a tutti coloro che si sono uniti e hanno ascoltato e contribuito con le domande nella casella delle domande. Ci vediamo la prossima volta.