Come impedire agli studenti di bypassare il filtro Web della tua scuola

Che stiano scaricando l'ultima app, trasmettendo in streaming il grande gioco o utilizzando l'hardware più recente, i bambini spesso sembrano molto più avanti degli adulti nella comprensione e nella padronanza della tecnologia.  

Sfortunatamente, quella stessa abilità tecnologica può far sì che abbiano comportamenti online rischiosi. Siti come Questo anche spiegare agli studenti come aggirare facilmente i filtri web della scuola e non tutti menzionano le potenziali ripercussioni di farlo.  

Per proteggere i tuoi studenti da contenuti online dannosi e impedire loro di aggirare il filtro della tua scuola, devi sapere cosa stai affrontando. In questo post, esaminiamo come i bambini superano i filtri della scuola ogni giorno e i passaggi che puoi intraprendere per prevenirlo.  

Il tuo dispositivo e le impostazioni di accesso non sono bloccati

Di gran lunga il modo più comune in cui gli studenti possono superare il filtro web di una scuola è sfruttare i punti deboli del dispositivo. Ciò può derivare dal fatto che il tuo dispositivo e le impostazioni di accesso non vengono bloccate correttamente.  

Ad esempio, gli studenti possono tentare di utilizzare Reti private virtuali (VPN) o proxy di rete per codificare i dati e oscurare gli indirizzi IP, in modo che il filtro non riconosca l'accesso a un sito limitato dalla rete della scuola. Per evitare ciò, le scuole devono bloccare i dispositivi per impedire l'installazione di software esterno o qualsiasi modifica delle impostazioni di rete. 

Gli studenti possono anche provare scaricando le estensioni del browser che possono consentire loro di utilizzare Internet senza essere identificati, abilitare la crittografia dei dati e consentire all'utente di creare indirizzi IP anonimi. Per combattere questo, le scuole possono bloccare le estensioni non autorizzate e non gestite controllando quali browser sono presenti sul dispositivo e sfruttando l'amministrazione Google, i criteri di gruppo o altri metodi amministrativi per gestire l'accesso. Per i dispositivi BYOD, è necessario disporre di un filtraggio basato su DNS che protegga la rete e scacci gli utenti se non utilizzano il servizio giusto. 

Lightspeed Qschifo TIP: Puoi sfruttare le impostazioni amministrative fornite da Microsoft Group Policy, Google Admin Console e altro per bloccare l'accesso al browser e gestire le estensioni caricate sul dispositivo. 

Un altro punto debole che gli studenti possono sfruttare se il tuo dispositivo e le impostazioni di accesso non sono bloccati correttamente è l'utilizzo di a DNS intelligente, che invia una richiesta al sito web attraverso un altro server separato e quindi nasconde l'identità e la posizione dell'utente. Con la posizione nascosta, gli studenti possono accedere a contenuti riservati. Ai dispositivi non dovrebbe mai essere consentito di utilizzare i propri server DNS. Limita i dispositivi alle tue reti approvate e crea impostazioni che escludano automaticamente tutti gli utenti che non utilizzano le impostazioni di rete per il BYOD.   

Quindi, se gli studenti possono accedere siti web proxy liberamente, possono aggirare le restrizioni in modo simile a come una VPN o un proxy di rete permetterebbero loro di aggirare. Lightspeed Filter ™ (precedentemente Relay) offre funzionalità che possono disabilitare la connessione Internet dello studente se uno studente continua a cercare un sito Web proxy e avvisa l'amministratore IT della scuola tramite e-mail. 

 By lancio un browser, come Firefox, a cui hanno portato scuola su USB, gli studenti possono finire senza filtri. Assicurarsi USB unità non posso avviare un browser sopra il tuo dispositivi. Filtri Web, piace Filtro velocità della luce, può aiutaci a fermare questo bypass filtroing browser esterni.  

Successivamente, se la tua scuola si trova in un'area che si sovrappone a reti Wi-Fi pubbliche gratuite, può dare agli studenti facile accesso a Internet non filtrato. Anche se le reti Wi-Fi pubbliche (e non filtrate) non sono disponibili per gli studenti, gli onnipresenti cellulari possono essere trasformati in hotspot condivisibili che consentono agli studenti di accedere a qualsiasi contenuto. Il blocco delle impostazioni del dispositivo e l'utilizzo di un filtro che non si basa sulla sorgente Internet per funzionare può disattivare questa opzione. Le scuole possono utilizzare jammer wireless all'interno dell'edificio per impedire l'accesso BYOD alle reti pubbliche e disabilitare le fonti di rete non scolastiche.  

Infine, utilizzando funzionalità di Chrome come Strumenti per sviluppatori, Modalità di navigazione in incognito, Modalità ospite o exploit relativi alle pagine di accesso, gli studenti possono accedere a un browser che non carica alcuna estensione di filtraggio.  

Lightspeed Qschifo TIP: Oltretutto semplicemente bloccando i browser e le estensioni sul dispositivo, puoi fare un ulteriore passo avanti per assicurarti che nessun browser venga caricato senza il propriamente estensioni approvate bloccando gli Strumenti per sviluppatori, la modalità di navigazione in incognito e la modalità di navigazione come ospite. Inoltre, puoi forzare gli utenti ad accedere solo con la tua distribuzioneconto di ctse interrompere l'accesso sui Chromebook alla pagina di accesso di Chrome che ha metodi per aprire un browser senza estensione bloccando "Chrome://chrome-registrazione/" in yole tue impostazioni di amministratore. 

Il tuo software di filtraggio web non è abbastanza potente

Se il filtro K-12 della tua scuola non è abbastanza forte, lascia la tua scuola aperta agli studenti che lo aggirano.  

Ad esempio, gli studenti possono accedere al Web in modo anonimo tramite utilizzando un sito Web proxy. Anche i siti Web proxy impediscono agli insegnanti monitorare ciò che gli studenti stanno guardando. Le scuole hanno bisogno una soluzione di filtraggio efficace che identifica e blocca rapidamente i siti proxy. Soluzioni come Lightspeed Filter dispongono di una tecnologia di categorizzazione avanzata che identifica e classifica in modo specifico i proxy in modo che possano essere facilmente bloccati per tutti gli studenti.   

Quindi, se un filtro è progettato per bloccare determinati nomi di dominio o si basa su DNS per eseguire il filtraggio, la ricerca diretta dell'indirizzo IP consente agli studenti di aggirare il rilevamento. Le scuole hanno bisogno di un servizio di filtraggio che veda qualcosa di più della semplice richiesta DNS e uno che categorizzi gli indirizzi IP e il nome host, in modo che possano creare criteri che vengano applicati anche per gli indirizzi IP direttamente. Il filtro Lightspeed è un'ottima soluzione per questo che ti proteggerà indipendentemente dal tipo di URL o IP richiesto dal dispositivo di uno studente. 

In che modo il filtro Lightspeed aiuta a proteggere i tuoi dispositivi

Il filtro Lightspeed aiuta le scuole a prevenire il bypass del filtro. Fornisce al tuo team IT soluzioni e protezioni gestite dal cloud a livello di dispositivo per ogni dispositivo, sistema operativo e ambiente di apprendimento, oltre all'accesso ai tecnici dell'assistenza più qualificati disponibili. 

Il nostro software classifica automaticamente i siti Web sconosciuti al primo accesso, aggiornandosi in genere entro pochi minuti. Puoi anche impostare il filtro per bloccare automaticamente i siti Web sconosciuti, ovvero qualsiasi minaccia alla sicurezza nuova o in arrivo non può essere visitati fino a quando non sono classificati e conosciuti per essere sicuri. Tutti i nuovi proxy creati verranno accodati nel momento in cui qualcuno tenterà di visitarlo, facendo sì che il proxy venga rapidamente classificato e bloccato dal filtro Lightspeed.  

I nostri clienti hanno accesso al miglior supporto tecnico e staff tecnico. E gli ingegneri dell'assistenza Lightspeed conoscono tutti i suggerimenti e i trucchi per bloccare correttamente i browser, smettere di ignorarli e risolvere i problemi per aiutare i nostri clienti a mantenere i loro studenti al sicuro online. 

Queste sono solo alcune delle funzionalità offerte da Lightspeed Filter per proteggere i tuoi dispositivi. Pianifica una demo o ottenere un preventivo oggi per saperne di più su come il filtro Lightspeed può impedire agli studenti di bypassare il filtro e tenerli al sicuro online.  

Ulteriori letture

screenshot su desktop e dispositivi mobili per software di apprendimento a distanza

Ecco una demo, su di noi

Stai ancora facendo le tue ricerche?
Aiutiamoci! Pianifica una demo gratuita con uno dei nostri esperti di prodotto per ottenere rapidamente una risposta a tutte le tue domande.

uomo seduto alla scrivania sul laptop che guarda il cruscotto del filtro Lightspeed

Ben tornato!

Cerchi informazioni sui prezzi per le nostre soluzioni?
Facci sapere i requisiti del tuo distretto e saremo lieti di creare un preventivo personalizzato.