Cosa dovrebbero dirti i rapporti sulle tue attività sospette

Quando stai verificando una nuova soluzione di filtraggio dei contenuti, i suoi materiali di marketing probabilmente si vanteranno dei rapporti avanzati del filtro. Ma la verità è che le capacità di reporting delle soluzioni di filtro Web, in particolare quelle create per le aziende piuttosto che per le scuole, variano notevolmente. E se il tuo reparto IT gestisce una rete di centinaia o migliaia di dispositivi, non puoi permetterti di dedicare preziose ore d'ufficio a monitorare l'attività web quotidiana.

Devi proteggere i tuoi studenti e la tua rete. Lo facciamo bloccando i contenuti inappropriati in base alle tue politiche e al nostro database proprietario e anche fornendo informazioni in tempo reale in modo da poter identificare e affrontare in modo proattivo i problemi critici.

Se stai valutando le tue opzioni per il filtraggio web, assicurati che la soluzione scelta sia attrezzata per fornirti informazioni rapide e fruibili su queste quattro cose.

  1. La cui sicurezza potrebbe essere a rischio
    Alcuni termini di ricerca possono essere un segnale di avvertimento che i tuoi studenti sono vittime, o autori, di violenza. Non solo il tuo filtro web deve essere in grado di riportare questi termini, ma deve essere abbastanza potente da decrittare le ricerche sui siti SSL in primo luogo. Lightspeed aggiorna costantemente il database di Web Filter dei termini di ricerca sospetti per aiutare l'IT a concentrarsi sugli studenti implicati in violenza fisica e sessuale, bullismo, attività di gruppo, attività di gruppo radicale, e altro ancora. Non solo, il nostro filtro Web è dotato di un proxy Trusted Man in the Middle (TMITM), attualmente il solo modo per decrittografare il traffico SSL.
  2. Chi cerca siti, immagini o video espliciti
    L'IT è impotente se non può vedere quali studenti stanno tentando di accedere a contenuti espliciti o per adulti, indipendentemente dal fatto che questi studenti facciano effettivamente clic su quei link o video dannosi. Ancora una volta, è qui che la decrittazione SSL (non semplicemente la decodifica) è assolutamente essenziale. Se l'IT non è in grado di segnalare le ricerche su reti crittografate, non sarà in grado di rilevare l'attività su alcuni dei siti Web più popolari (ad es. Google e Yahoo).
  3. Chi sta cercando di aggirare il tuo filtro
    Inevitabilmente, alcuni dei tuoi studenti cercheranno di utilizzare proxy e altri mezzi per aggirare il tuo filtro e accedere ai contenuti bloccati. Devi sapere quali utenti stanno facendo questi tentativi in modo da poter correggere immediatamente questo uso improprio. Il filtro Web di Lightspeed semplifica la creazione di report sulle ricerche di proxy o termini sospetti che indicano che un utente sta cercando modi per aggirare il filtro.
  4. Chi sta cercando di imbrogliare?
    Anche gli insegnanti più attenti hanno difficoltà a catturare gli studenti che usano Internet per imbrogliare, specialmente quando hanno a che fare con 30 o più studenti alla volta. Il nostro database include una varietà di termini di ricerca sospetti specificamente per identificare gli studenti che tentano di barare sui test o sui compiti.

Oltre ai potenti report, Lightspeed Systems Web Filter:

  • Consente di personalizzare i termini di ricerca sospetti
  • Ha il potere di impostare blocchi (per bloccare gli utenti dal Web) dopo il raggiungimento di una soglia di tentativi di violazione violation
  • Fornisce avvisi in tempo reale sugli utenti che cercano di violare i criteri in modo da poter agire rapidamente
  • Ha un database dinamico basato su categorie specifiche della scuola
  • Ti dà la possibilità di creare report personalizzati su qualsiasi dettaglio che ti interessa, nonché di salvarli e inviarli automaticamente

Scopri di più sul filtro Lightspeed e sui suoi potenti rapporti Qui.

Ulteriori letture