Come individuare i segnali di pericolo di autolesionismo e violenza nei tuoi studenti

Sempre più studenti americani K-12 sono coinvolti in atti di autolesionismo e violenza. Fortunatamente, se lavori in una scuola, indipendentemente dal tuo ruolo, sei nella posizione di aiutare.  

Anche se gli studenti generalmente si impegnano molto a nascondere atti di violenza e autolesionismo, ci sono alcuni segnali di avvertimento comuni a cui prestare attenzione. Quando impari a identificare questi segnali premonitori di autolesionismo e violenza, sarai in grado di intervenire e aiutare uno studente a ottenere l'aiuto di cui ha bisogno. 

Comprendere i segni di autolesionismo e violenza

L'autolesionismo assume molte forme, tra cui:

  • Taglio 
  • Lividi 
  • Bruciando 
  • Colpire 
  • Graffiare

E i motivi dell'autolesionismo sono ugualmente diversi:  

  • Per distrarre dalle emozioni 
  • Punire 
  • Per produrre dolore fisico e sentire qualcosa quando si sperimenta intorpidimento 
  • Per creare una forma di controllo quando si sente una perdita di controllo 

Queste sono solo alcune delle forme e delle ragioni che stanno dietro.  

Qualunque sia la forma, l'autolesionismo non è una richiesta di aiuto o un comportamento di ricerca dell'attenzione. L'autolesionismo dovrebbe essere inteso come un tentativo di far fronte a un intenso stress emotivo 

È un indicatore lo studente ha urgente bisogno di cure professionali. In effetti, i ricercatori hanno scoperto che gli studenti coinvolti nell'autolesionismo lo sono più propensi a tentare il suicidio rispetto ad altri. In breve, i bambini di tutto il mondo e coloro che si prendono cura di lorostanno affrontando una crisi. 

Infatti, una delle nostre soluzioni di prodotto, Lightspeed Alert™ , ha rilevato alcune tendenze riguardanti lo stato della sicurezza degli studenti e della salute mentale. Compreso quando le ricerche e le richieste di autolesionismo avvengono dentro e fuori la scuola. 

Secondo i Centri statunitensi per il controllo delle malattie, fino a 30% di adolescenti americane e 10% di adolescenti americani si fanno autolesionismo. Peggio ancora, sebbene l'incidenza dell'autolesionismo sia in aumento in più gruppi demografici, la prevalenza dell'autolesionismo sta aumentando in modo particolarmente marcato tra le ragazze preadolescenti. A tutte le età, infatti, è più probabile che le ragazze si facciano del male rispetto ai ragazzi, una disparità che si è ampliata negli ultimi anni. 

È difficile ottenere dati affidabili sulla percentuale di studenti che commettono violenza, ma possiamo offrire un quadro chiaro e preoccupante di quanti bambini americani subiscono violenze da parte dei loro compagni studenti.  

Lo riferisce il Centro nazionale per le statistiche sull'istruzione che nel 2017-2018, l'anno più recente per il quale disponiamo di dati rilevanti, l'80% delle scuole pubbliche ha segnalato almeno un incidente violento, portando a un tasso aggregato di 29 incidenti ogni 1.000 studenti. Inoltre, nel 2019, 5% di studenti hanno riferito di temere di essere attaccati mentre erano a scuola, il che ha segnato un aumento di oltre 50% rispetto all'anno precedente. 

Questi atti dannosi di danno, perpetrati su se stessi o su altri studenti, riflettono problemi di salute mentale che i professionisti della salute mentale possono aiutare a trattare.  

Sfortunatamente, molti degli studenti più bisognosi di assistenza professionale non riescono a cercarla e spesso evitano attivamente l'aiuto quando viene offerto. Alcuni non riescono a ottenere aiuto a causa di un senso di vergogna, dello stigma legato alla ricerca di assistenza sanitaria mentale o non sanno che l'aiuto è disponibile.  

Indipendentemente dal motivo, la soluzione è la stessa: è necessario monitorare gli studenti per i segnali di avvertimento e, se necessario, intervenire rapidamente. 

* Passa il mouse sopra l'immagine per espandere. Fare clic per scaricare.

* Toccare l'immagine per scaricare.

Secondo i Centri statunitensi per il controllo delle malattie, fino a 30% di adolescenti americane e 10% di adolescenti americani si fanno autolesionismo. Peggio ancora, sebbene l'incidenza dell'autolesionismo sia in aumento in più gruppi demografici, la prevalenza dell'autolesionismo sta aumentando in modo particolarmente marcato tra le ragazze preadolescenti. A tutte le età, infatti, è più probabile che le ragazze si facciano del male rispetto ai ragazzi, una disparità che si è ampliata negli ultimi anni. 

È difficile ottenere dati affidabili sulla percentuale di studenti che commettono violenza, ma possiamo offrire un quadro chiaro e preoccupante di quanti bambini americani subiscono violenze da parte dei loro compagni studenti.  

Lo riferisce il Centro nazionale per le statistiche sull'istruzione che nel 2017-2018, l'anno più recente per il quale disponiamo di dati rilevanti, l'80% delle scuole pubbliche ha segnalato almeno un incidente violento, portando a un tasso aggregato di 29 incidenti ogni 1.000 studenti. Inoltre, nel 2019, 5% di studenti hanno riferito di temere di essere attaccati mentre erano a scuola, il che ha segnato un aumento di oltre 50% rispetto all'anno precedente. 

Questi atti dannosi di danno, perpetrati su se stessi o su altri studenti, riflettono problemi di salute mentale che i professionisti della salute mentale possono aiutare a trattare.  

Sfortunatamente, molti degli studenti più bisognosi di assistenza professionale non riescono a cercarla e spesso evitano attivamente l'aiuto quando viene offerto. Alcuni non riescono a ottenere aiuto a causa di un senso di vergogna, dello stigma legato alla ricerca di assistenza sanitaria mentale o non sanno che l'aiuto è disponibile.  

Indipendentemente dal motivo, la soluzione è la stessa: è necessario monitorare gli studenti per i segnali di avvertimento e, se necessario, intervenire rapidamente. 

Individuazione di segni di autolesionismo e violenza

Poiché gli episodi di autolesionismo e violenza sono manifestazioni esterne di turbamento emotivo interno, i segni più importanti a cui prestare attenzione negli studenti riguardano un drammatico cambiamento di umore: maggiore irritabilità, sbalzi d'umore, tristezza intensa, una combinazione di questi e altri i cambiamenti.  

Se uno studente mostra un cambiamento evidente e duraturo nell'affetto emotivo, dovresti tenerlo d'occhio per vedere se ci sono segni di lesioni fisiche: ustioni, tagli freschi, cicatrici, graffi, lividi. Tuttavia, poiché la maggior parte degli studenti lavorerà molto duramente per nascondere le prove di autolesionismo, devi anche cercare segnali di avvertimento meno diretti, come:

  • Indossare maniche lunghe o pantaloni lunghi quando fa caldo 
  • Grattare e raccogliere regolarmente nervosi 
  • Ritirarsi socialmente fino al punto di isolamento 
  • Tiene a portata di mano oggetti appuntiti o accendini 
  • Esprimere un senso di inutilità o disperazione 
  • Tagli, graffi, lividi o altre ferite inspiegabili, spesso sui polsi, sulle braccia, sulle cosce o sul busto, che spiegano come il risultato di incidenti 
  • Macchie di sangue su lenzuola, vestiti, asciugamani o tessuti 
  • Evitare le situazioni in cui hanno bisogno di rivelare la pelle, come nuotare o cambiarsi negli spogliatoi

Sebbene nessuno di questi comportamenti di per sé indichi che uno studente ha un problema, indicano che lo studente potrebbe essere a rischio sufficientemente alto da meritare un intervento. 

I segnali di pericolo che spesso precedono gli atti di violenza sono simili ai segni di autolesionismo. La maggior parte degli studenti che commettono violenza ha mostrato un comportamento ostile e minaccioso verso gli altri, sia il personale che gli studenti. Tuttavia, ci sono anche segni meno evidenti che puoi cercare:  

  • Combattimenti fisici con amici o familiari 
  • Distruzione di proprietà 
  • Rapida rabbia per ragioni apparentemente banali
  • Qualsiasi altro comportamento autolesionista

Uno o tutti questi comportamenti possono essere presenti in uno studente che sta per ferire un membro della tua comunità. Se temi che uno studente possa essere in pericolo o costituire un pericolo per gli altri, non aspettare di esserne certo: agisci subito, prima che sia troppo tardi

Come intervenire

La prima cosa da fare, quando possibile, è contattare lo studente. Chiedi loro come stanno e dai loro la possibilità di parlare. Dì loro che sei pronto ad ascoltare, privo di giudizio, a qualunque cosa vogliano dire. A volte, gli studenti problematici sono ansiosi di avere qualcuno con cui parlare.

È inoltre necessario consultare i servizi professionali di salute mentale a tua disposizione. Parla con infermieri, assistenti sociali, consulenti e altri a scuola di ciò che hai visto e chiedi loro cosa ti consigliano di fare.  

E a meno che non ci siano ottime ragioni per non farlo, dovrai parlare anche con i genitori. A volte le famiglie non saranno consapevoli del problema. Ciò è particolarmente probabile se i genitori si sono separati e il bambino divide il proprio tempo tra famiglie diverse. 

Non pensare di dover capire tutto da solo: ci sono molte risorse pronte per rendere più facile per te aiutare gli studenti. Quando insegnanti, amministratori e professionisti della salute mentale lavorano di concerto, impegnandosi in dialoghi pazienti e rispettosi con studenti e (quando possibile) genitori, il bambino può iniziare a vivere la scuola come l'ambiente sicuro e di supporto di cui ha bisogno per crescere. 

Benefici dell'intervento

Il motivo più importante e più immediato per monitorare i segnali di avvertimento dei tuoi studenti è chiaro: potresti salvare la vita di uno studente. Ma se la tua scuola lavora sodo per trovare questi segnali e fornire agli studenti l'aiuto di cui hanno bisogno, potresti anche trarre alcuni vantaggi sorprendenti.  

Primo, più parli di problemi di salute mentale, meno stigmatizzati diventano, il che rende più facile per gli altri studenti ottenere l'aiuto di cui hanno bisogno.  

In secondo luogo, più studenti bisognosi ricevono aiuto, più studenti intorno a loro si sentiranno al sicuro e a proprio agio, liberandoli dallo stress che potrebbe gravare su di loro.  

Infine, gli insegnanti e il personale meglio attrezzati devono identificare e affrontare questi segnali di pericolo, meno spesso essi si troveranno in situazioni stressanti in cui sanno che uno studente potrebbe essere nel bisogno ma non sanno come aiutarlo. 

Fortunatamente, strumenti di monitoraggio come Lightspeed Alert riducono l'onere per le scuole monitorando il comportamento online degli studenti. Rilevando segnali di pericolo che altrimenti non sarebbero rilevati, queste soluzioni e gli esperti di sicurezza dietro di esse mantengono le comunità più sicure 24x7x365. Per assicurarti che il tuo distretto disponga degli strumenti necessari per affrontare la crisi di salute mentale che i tuoi studenti devono affrontare, parla oggi stesso con un professionista Lightspeed .

Potrebbe piacerti anche

screenshot su desktop e dispositivi mobili per software di apprendimento a distanza

Ecco una demo, su di noi

Stai ancora facendo le tue ricerche?
Aiutiamoci! Pianifica una demo gratuita con uno dei nostri esperti di prodotto per ottenere rapidamente una risposta a tutte le tue domande.

uomo seduto alla scrivania sul laptop che guarda il cruscotto del filtro Lightspeed

Ben tornato!

Cerchi informazioni sui prezzi per le nostre soluzioni?
Facci sapere i requisiti del tuo distretto e saremo lieti di creare un preventivo personalizzato.

Reimmagina l'aula ispirata e interattiva per l'apprendimento remoto, ibrido e di persona. Lightspeed Classroom Management™ offre agli insegnanti visibilità e controllo in tempo reale degli spazi di lavoro digitali e delle attività online dei loro studenti.

  • Assicurati che tutti gli studenti interagiscano solo con il giusto curriculum online, esattamente quando dovrebbero usarlo.
  • Elimina contemporaneamente i collegamenti ai programmi di studio controllati a tutti gli studenti.
  • Blocca siti Web e app inappropriati o che distraggono.

Garantire una gestione dei dispositivi di apprendimento scalabile ed efficiente. Il sistema Lightspeed Mobile Device Management™ garantisce una gestione sicura e protetta delle risorse di apprendimento degli studenti con visibilità in tempo reale e report essenziali per un'efficace apprendimento a distanza.

  • Una soluzione centralizzata basata su cloud per dispositivi, applicazioni e controlli delle policy a scalabilità infinita
  • Libreria di app self-service, dove insegnanti e studenti
    può accedere e installare programmi di studio e strumenti di apprendimento approvati
  • Distribuisci, modifica e revoca in remoto centinaia di politiche e applicazioni educative, riducendo al contempo i tempi di inattività e i costi tipici

Prevenire suicidi, cyberbullismo e violenza scolastica. Lightspeed Alert™ supporta gli amministratori distrettuali e il personale selezionato con intelligenza artificiale avanzata per rilevare e segnalare potenziali minacce prima che sia troppo tardi.

  • Revisione umana
  • Avvisi in tempo reale che segnalano i segnali di una potenziale minaccia
  • Intervenire rapidamente prima che si verifichi un incidente.
  • I registri delle attività forniscono visibilità sull'attività online prima e dopo un evento segnalato

Proteggi gli studenti da contenuti online dannosi. Lightspeed Filter™ è la soluzione migliore della categoria che funge da solida barriera ai contenuti online inappropriati o illeciti per garantire la sicurezza online degli studenti 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

  • Basato sul database più completo del settore, costruito in 20 anni di indicizzazione web e apprendimento automatico.
  • Garantire la conformità CIPA
  • Blocca milioni di siti, immagini e video inappropriati, dannosi e sconosciuti, incluso YouTube
  • Tieni informati i genitori con Lightspeed Parent Portal™

Ottieni visibilità completa sull'apprendimento online degli studenti. Lightspeed Analytics™ fornisce ai distretti dati affidabili sull'efficacia di tutti gli strumenti che implementano in modo che possano adottare un approccio strategico al loro stack tecnologico e semplificare il reporting.

  • Tieni traccia dell'adozione della tecnologia educativa e delle tendenze di utilizzo, elimina la ridondanza e aumenta il ROI
  • Monitora il consumo di app e contenuti per facilitare l'adozione anticipata e l'utilizzo efficace
  • Valuta il rischio con visibilità sulla privacy dei dati degli studenti e sulla conformità alla sicurezza